SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

“Maltratta la tratta!”

Anche la Caritas di Senigallia coinvolta nella Giornata Europea del 18 ottobre

Specchio - Impresa pulizie Senigallia (AN) - Sanificazione ambienti con ozono
Tratta umani

Il 18 ottobre si celebra la Giornata europea contro la tratta di esseri umani, una grande tragedia per milioni di persone – uomini, donne e bambini – sfruttate e vessate come schiavi.


Come Caritas Senigallia ci sentiamo fortemente coinvolti: facciamo il possibile per strappare queste vittime inconsapevoli dalla potente rete mafiosa che le tiene prigioniere, cerchiamo di proteggerle e di avere cura di loro. Le mamme che nel tempo abbiamo accolto, con i loro piccoli, sono persone fragili, hanno subito violenze e drammi che resteranno per sempre dentro di loro. Abbiamo il dovere di essere per queste donne un rifugio, un punto sicuro su cui fare affidamento, per permettere loro di riprendere in mano la propria vita e guardare al futuro, in una situazione di serenità e di affetto per loro e per i bambini.

Per sensibilizzare quindi al fenomeno della tratta, assai più diffuso di ciò che si pensi e spesso poco percepito, abbiamo organizzato un evento formativo dal titolo “Maltratta la tratta”, rivolto anche ai docenti delle scuole superiori. Chi vorrà approfondire o conoscere più da vicino i risvolti della tratta, le varie forme di sfruttamento e le buone pratiche di cura, potrà partecipare il 15 ottobre al seminario online gratuito per un totale di 150 posti, inviando una mail a eventi@caritassenigallia.it per ricevere il link di connessione.

Il seminario, che durerà dalle 14.30 alle 17-30, sarà moderato da Lorenzo Pirani, avvocato di Caritas Senigallia, e vedrà l’intervento di: Beatrice Galli, coordinatrice del progetto per Caritas Senigallia; Sandra Magliulo, rappresentante dell’UNHCR presso la Commissione territoriale per il riconoscimento della protezione internazionale di Ancona; Giulia Atipaldi, dell’associazione anti-tratta Free Woman Onlus; Caterina Boca, avvocato dell’Ufficio Immigrazione Caritas italiana; Alessandro Armando, coordinatore del programma Saluzzo Migrante.

Il seminario rientra nel progetto Right Way, finanziato dall’Unione Europea, che mira a sviluppare un percorso di integrazione duraturo per l’inclusione economica e sociale di donne nigeriane vittime di tratta. Il progetto ha come capofila la comunità Papa Giovanni XXIII e Caritas Senigallia tra gli aderenti. Nello specifico Fondazione Caritas Senigallia ha collaborato con Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII, ICMC Europe, Comunità Progetto Sud, Fondazione Caritas Pescara, Diakonia, Farsi prossimo, Fondazione Caritas Trieste. Right Way si rifà a un bando della Commissione Europea (Amif Asylum, Migration and Integration Fund), il cui scopo è quindi quello di lottare contro la tratta, una lotta che richiede l’impegno di tutti, e di dare la possibilità, grazie a enti e associazioni che lavorano a stretto contatto le vittime, di un nuovo cammino di vita.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!




Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura