SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Mangialardi elogia Roberto Paradisi per le parole spese in difesa di Fabrizio Volpini

“Tra noi scontro duro ma sempre rispettoso della dignità delle persone. Spero tutti comprendano il limite tra dialettica e scontro sleale”

1.888 Letture
commenti
Marinelli Sisto - Restauri, protezione e colore in edilizia
Maurizio Mangialardi

“Voglio sinceramente ringraziare Roberto Paradisi per le parole spese in questi ultimi giorni rispetto sia alla mia persona, dopo il risultato delle elezioni regionali, che a Fabrizio Volpini, dopo il ballottaggio di domenica e lunedì. Non è certo un mistero che nel corso di questi dieci anni tra me e lui ci sia stato un confronto duro, a volte durissimo, che ha riguardato tanto l’attività amministrativa quotidiana quanto le opposte idee politiche a cui ciascuno di noi due si sente fortemente legato. Ma ciò non ha mai messo in discussione il rispetto personale, quello che si deve sempre e comunque al proprio avversario, e oltre il quale si vìola il fragile limite che protegge la nostra democrazia, la nostra libertà e la nostra capacità di essere una comunità coesa. Purtroppo, invece, tanti hanno confuso e continuano a confondere la dialettica, anche quella più aspra, con lo scontro sleale e irrispettoso delle persone. Spero che le parole di Roberto possano essere di insegnamento ai tanti, troppi, che in particolare attraverso l’uso dei social network si sentono autorizzati a sfogare frustrazioni represse attraverso l’offesa gratuita e il disprezzo verso chiunque scelga la via dell’impegno politico e sociale”.

Così il consigliere regionale Maurizio Mangialardi commenta l’intervento dell’avvocato Roberto Paradisi sulle violente critiche piovute addosso al candidato del centrosinistra Fabrizio Volpini, sconfitto nel ballottaggio del 4 e 5 ottobre.

“Spero che il suo monito venga preso sul serio da chi si accinge a governare Senigallia – continua Mangialardi – e mi auguro che in costoro prevalga l’onestà intellettuale di riconoscere che la loro narrazione, quella di una città in costante declino e sull’orlo del fallimento, sia stata una vera e propria mistificazione della realtà. Coloro che per anni, a capo di comitati e liste civiche, hanno denigrato l’immagine della città, oggi si ritrovano a governarla, e sono certo, anzi certissimo, che improvvisamente scopriranno una Senigallia bella, pulita e ben tenuta, come lo è stata sempre stata. Di colpo si accorgeranno che l’ospedale non è prossimo alla chiusura ma, al contrario, con alcuni necessari interventi, una struttura pienamente funzionante. E forse finalmente capiranno l’importanza del lavoro svolto per rendere Senigallia la regina del turismo marchigiano e un punto di riferimento per quello adriatico, almeno fino a quando (ma speriamo di no) incompetenza e sciatteria non vanificheranno quanto fatto. Insomma, liberati dalle urla e dagli insulti di chi della critica distruttiva ha fatto un metodo politico, troveremo tutti la meritata pace per goderci la nostra splendida città, proprio come l’abbiamo pensata e realizzata negli ultimi vent’anni”.

 

da: Maurizio Mangialardi

Commenti
Ci sono 3 commenti
mik76
mik76 2020-10-10 13:52:27
Un articolo ogni mezza giornata forse sta tentando la carta di diventare un influencer... Sto sfogando frustrazioni represse attraverso l’offesa gratuita e il disprezzo verso chiunque scelga la via dell’impegno politico e sociale? No l’offesa non è gratuita perché lei è abbondantemente stipendiato anche con le mie tasse e soprattutto ha scelto la via della politica perché diversamente cosa altro avrebbe potuto fare nella vita?
Gnagnolo
Gnagnolo 2020-10-10 14:19:36
Pas d'ennemis à gauche.
henry
henry 2020-10-10 14:51:51
....che dolci !!
....mi ricordano tanto la canzone "Trottolino amoroso, dududu dadada" !!
....peace & love, forever !!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!




Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura