SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Una nuova guida per conoscere Senigallia

Presentata in Comune: "la città ha un ruolo importante"

Marcheinfesta.it
Guida di Senigallia
Dai Portici Ercolani alla Spiaggia di Velluto, dalla Rocca Roveresca a Piazza Garibaldi, fino alla magnifica Rotonda a Mare.
 

E poi i personaggi storici, gli eventi internazionali, i festival, gli itinerari insoliti e molto altro ancora. Ci sono davvero tanti spunti e suggerimenti per turisti, visitatori, ma anche per i residenti, nella bella guida “100 cose da sapere e da fare a Senigallia”, realizzata da Chiara Giacobelli e pubblicata dal Gruppo Editoriale Raffaello.
 
“Questo libro – afferma nell’introduzione la Giacobelli – nasce da un ritorno a casa, alle origini. Era l’agosto dello scorso anno quando, dopo molto vagare in lungo e in largo per l’Italia e per l’Europa, ho infine deciso di trasferirmi a vivere qui. Il resto è venuto di conseguenza, così è stato del tutto naturale per me accettare la proposta del sindaco Mangialardi di scrivere questo libro, per raccontare Senigallia a 360 gradi. Abbiamo scelto cento cose da sapere e da fare, ma sarebbero potute essere molte di più, perché questo è davvero un luogo speciale dalle mille potenzialità, dagli infiniti progetti pensati e poi realizzati sull’onda di un fervore creativo che pare essere un tratto distintivo dei senigalliesi”.
 
Passando in rassegna ogni aspetto di un luogo in continuo divenire, che ha molto da offrire sotto ogni punto di vista, il libro affascina il lettore, portandolo alla scoperta della città e dei suoi dintorni attraverso un viaggio tra le sue pieghe più o meno nascoste.
 
“Questa pubblicazione – spiega il Sindaco Maurizio Mangialardi – giunge proprio al termine dei dieci anni in cui ho avuto l’onore di ricoprire la carica di sindaco di Senigallia e sono felice di constatare che molte delle cento cose da sapere, e soprattutto da vedere, racchiuse in questo bel libro possano essere ricondotte alle scelte assunte dalle due Amministrazioni comunali da me guidate. Un impegno che ha saputo non solo valorizzare al meglio il patrimonio già esistente, ma anche creare e rigenerare nuovi spazi urbani, inseguendo un sogno, una visione: dare alla città una dimensione europea, unendo energie, intelligenze e talenti presenti nel nostro tessuto culturale, sociale ed economico. Sono stati anni di intenso lavoro e al tempo stesso di grandi soddisfazioni per i risultati conseguiti, che hanno permesso a Senigallia di riconquistare un ruolo importante, oltre ad un valore di rappresentanza regionale e nazionale”.
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!