SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

“Chiusa palestra del Corinaldesi: ennesimo schiaffo della Provincia alla città di Senigallia”

"Evidentemente ancora una volta la dirigente non ha ritenuto opportuno tutelare studenti e sportivi"

2.304 Letture
commenti
Palestra Corinaldesi, interno

Ancora una schiaffo alle società sportive senigalliesi. La Provincia, nel bel mezzo del mese più strategico per l’avvio dei corsi e la ripresa delle preparazioni atletiche e tecniche, pensa bene di chiudere l’importante impianto sportivo del “Corinaldesi” con riapertura a data da destinarsi.

Uno schiaffo agli studenti e agli sportivi. L’ennesimo esempio dell’atteggiamento di incredibile indifferenza degli organi provinciali (che, ad oggi, si sono sempre sottratti al confronto istituzionale con gli organi elettivi comunali) verso i cittadini senigalliesi.

Da tempo immemore, alla palestra “Corinaldesi” vi è un problema di pavimentazione. Se i lavori dovevano essere fatti (e certamente era ed è necessario) dovevano essere programmati per la stagione estiva senza mettere oggi in ginocchio le società sportive che avevano programmato l’inizio dell’attività.

Evidentemente la dirigente Alessandra Vallasciani non ha ritenuto opportuno, ancora una volta, tutelare gli interessi dei cittadini senigalliesi programmando per tempo i necessari interventi. Ma basti vedere le condizioni degli edifici scolastici e di altri impianti provinciali per comprendere che Senigallia, evidentemente, è considerata cittadina di serie “C” dai burocrati e dai politici della Provincia.

Eppure risulta che la dirigente Vallasciani, dal 2013 al 2017, ogni anno ha percepito costantemente premi economici di risultato (addirittura € 3.500,00 oltre l’ordinaria retribuzione nel 2017).

Unione Civica e Forza Italia intendono oggi verificarli, uno ad uno, questi risultati. Ad iniziare proprio dallo stato della scuola e della palestra “Corinaldesi” e di altri istituti di competenza provinciale. Convocheremo ancora la Commissione sport e, se occorre, tutte le Commissioni consiliari competenti per la sicurezza degli edifici scolastici e l’istruzione. Sullo sport inoltre, l’opera di chiarezza e “pulizia” morale è appena iniziata.

Restano sul piatto i privilegi intollerabili del centro tennistavolo (la società del presidente Ubaldi è l’unica a percepire soldi pubblici per gestire l’impianto e non risulta che abbia restituito nulla al Comune come chiesto dal sottoscritto in Commissione anche per rispetto delle altre società), l’utilizzo del centro olimpionico in termini esclusivi in violazione del contratto e con richieste economiche intollerabili verso utenti iscritti ad altre società sportive, i favoritismi accordati ancora una volta alla Uisp dallo stesso dirigente comunale Paolo Mirti (che ha violato le regole che lui stesso aveva indicato per tutte le società sportive).

Unione Civica e Forza Italia preannunciano una stagione di rinnovato impegno all’insegna della trasparenza e della lotta ad ogni privilegio duro a morire.

Roberto Paradisi
Luigi Rebecchini
Alan Canestrari

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura