SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Controlli della Polizia tra il lungomare e il Foro Annonario, denunciato un 25enne

Un giovane di origini romagnole è stato infatti trovato in possesso di eroina

1.597 Letture
commenti
Pittura edile Goffi - Trattamenti e soluzioni involucro edilizio - S. Maria Nuova
Polizia, volante, 113

Nella serata di sabato 29 giugno la Polizia di Stato di Senigallia hanno condotto una serie di controlli approfonditi tra il lungomare e il Foro Annonario, dov’erano in programma rispettivamente diverse feste sulla spiaggia e il concerto di Carmen Consoli e Diodato, appuntamento finale del CaterRaduno 2019.

Nel primo caso gli agenti hanno indagato alla ricerca di possibili violazioni per quanto riguarda la somministrazione di bevande alcoliche ai minorenni, eventualità che non si è però verificata.

Ulteriori accertamenti hanno invece interessato il personale addetto ai servizi di controllo e all’organizzazione delle suddette feste. In alcuni casi sono infatti state riscontrate delle irregolarità inerenti la documentazione relativa ai contratti lavorativi, situazione che in un caso ha condotto a una sanzione pecuniaria pari a 5.000 euro e alla temporanea sospensione dell’attività in questione.

Presso il Foro Annonario la Polizia si è invece imbattuta in un 25enne romagnolo, M.N., segnalato da diverse persone per essersi avvicinato e aver offerto loro sostanze stupefacenti. Il giovane, già noto alle forze dell’ordine per alcuni precedenti, è stato così fermato e sottoposto a perquisizione, venendo trovato in possesso di un piccolo quantitativo di eroina. Egli è stato così denunciato per la detenzione della sostanza illecita e per la mancata osservazione di un provvedimento che gli avrebbe dovuto precludere la possibilità di fare ritorno a Senigallia.

Pubblicato Domenica 30 giugno, 2019 
alle ore 11:49
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
In disaccordo
Indifferente
Felice
D'accordo

Commenti
Ci sono 2 commenti
Mario2 2019-06-30 13:17:19
Se una persona arrestata in flagranza di reato e accusata di violazione dell'articolo 1100 del codice della navigazione: resistenza o violenza contro nave da guerra, tentato naufragio, favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, è agli arresti domiciliari credo che ormai in questo paese sia tutto lecito.
Digli che pensavi fosse zucchero di canna
s.nigajes
s.nigajes 2019-07-04 08:05:24
Dici bene: accusata, non condannata. Visto che la sentenza invece è stata ben diversa, è un bene che sia stata solo ai domiciliari e non in carcere ingiustamente.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno