SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Sicurezza e posti auto a Senigallia: “ecco le motivazioni”

Il sindaco interviene sulle polemiche per il prossimo parcheggio di viale Bonopera. Alberi saranno piantumati altrove

3.510 Letture
11 commenti
Assicurazioni Generali - Polizza vita, lavora con noi - Agenzia di Senigallia
Area verde nei pressi della stazione

La giunta comunale ha approvato lo studio di fattibilità per l’ampliamento dell’area di parcheggio della stazione ferroviaria in viale Bonopera, tra via Poerio e il piazzale del capolinea degli autobus.

L’intervento, in accordo con Rete Ferroviaria Italiana, proprietaria di parte dell’area, prevede la realizzazione di 75 nuovi stalli di sosta per autovetture tramite l’abbattimento delle piante presenti nel sito, che verranno sostituite con essenze arboree e cespugli. Tale decisione, dovuta alla mancanza di soluzione tecniche alternative, sarà compensata anche dalla piantumazione di due nuove piante per ogni albero abbattuto in altri siti idonei, per cui sono già state stanziate le risorse.

Lo studio prevede anche la realizzazione di un parcheggio riservato ai soli mezzi a due ruote nell’area sul lato nord della stazione, con la creazione di un percorso pedonale protetto verso via Perilli. L’area così sistemata, per una superficie complessiva di oltre 2000 metri quadri, sarà idonea per la costruzione di un eventuale parcheggio Fast Park, con un giardino verticale a copertura della struttura, che porterà la capacità totale fino a 132 stalli auto.

Il progetto – spiega il sindaco Maurizio Mangialardi – nasce dalla necessità di riqualificare un’area degradata e garantire la pubblica incolumità della zona, messa a rischio, come evidenziato da una relazione agronomica commissionata dal Comune al dipartimento di Scienze agricole dell’Università di Bologna, dalla presenza di diverse piante in precario stato di salute, delle quali, Ramo cade su albero in viale Bonoperasolo nell’ultimo anno, tre sono cadute provocando seri danni ad autovetture private. Un problema cui occorre dare una soluzione definitiva, considerata anche l’elevata fruizione dell’area, dovuta all’accesso alla stazione ”.

“Abbiamo colto così l’occasione – continua il sindaco – per ampliare l’offerta di posti auto in prossimità del centro storico, considerato che ormai da tempo la nostra città, grazie ai tanti eventi ospitati, vive pienamente la sua vocazione turistica, accogliendo tantissimi visitatori anche oltre la stagione estiva. Un intervento dunque importante per la città e, in particolare, per le attività economiche, in grado di coniugare un numero adeguato di parcheggi con il decoro urbano e un accettabile livello di comfort ambientale”.

Caricamento mappa in corso...
Commenti
Ci sono 11 commenti
centr100
centr100 2017-09-27 15:14:21
Le sostituirai come hai fatto in piazza Garibaldi, vero? Lo dicevi anche quella volta.
arcimboldo 2017-09-27 18:01:17
Alberi piantumati altrove? E dove di grazia, in Piazza Roma? Vedrete che fra poco toglierà i parcheggi in Piazza Simocelli demolendo le piante esistenti. E' solo una questione di tempo. Sta chiudendo la città di Senigallia pensando così di far contenti i suoi "ricchi" amici che pensano ad aumentare il valore dei loro appartamenti in vendita. D'altronde si sta edificando solo nel Centro Storico di Senigallia. Lungo viale Leopardi, ex Arena Italia, Via Baroccio. Chissà quando toccherà il cambio di destinazione d'uso del Politeama Rossini che risulta un bel biglietto da visita per Senigallia. Che fine farà quel meraviglioso edificio in adiacenza alle mura storiche di Senigallia e che si vede in tutta la sua maestosa bruttezza da via Costa? Per capirci mi riferisco all'edificio che amo chiamare "piccionaia" edificato in via Rodi. E come va avanti la questione Lanari con annessi e connessi? Signor Sindaco la invito ad adottare la politica del buon padre di famiglia. Se ci sono i soldi si fa l'intervento altrimenti lo si rimanda. Mi sembra che di esempi in questi anni ce ne siano stati parecchi anzi troppi. E di appartamenti non venduti e non affittati ce ne sono a iosa. Per non parlare dell'Hotel Marche. Forse si prospetta anche in questo caso un cambio di destinazione d'uso da albergo ad appartamenti? Mi chiedo: Cui prodest?
leofax 2017-09-27 19:35:07
Sindaco, per favore, la scusa di tre piante rispetto alle altre 65 non regge per trasformare una pineta in un'altra piazza Garibaldi di cemento e bitume. Di verde ne abbiamo tanto poco e quel poco lo eliminiamo! Possibile che gli scienziati presenti in Comune, non sono riusciti a capire che nell'attuale parcheggio davanti ai giardini Morandi, si poteva costruire un parcheggio multipiano ma non con soli due piani ma molti di più.Tra l'altro, per chi non fosse informato, come Lei Sindaco, dette strutture si possono anche smontare per particolari eventi sulla piazza. E' solo questione di volontà politica e non di proclami. A scanso di equivoci mi firmo per esteso.
Leonardo Maria Conti
octagon 2017-09-27 22:54:05
i danni le piante vengono procurati perché non si effettuano manutenzioni, come per fogne, tombini, strade, zebre, scuole, semafori, marciapiedi, pontile rotonda, porto, misa, rotatorie, argini...le piante non producono mai danni, è l'uomo con la sua incompetenza nel gestirlo che li crea. Per fortuna manca poco....vedrete che volo fate tutti quanti!
Nemo
Nemo 2017-09-28 00:23:22
Continuano a prendere per i fondelli i cittadini pensando che siano tutti scemi e possano credere a delle relazioni commissionate ad arte... Tra qualche mese si accorgeranno, toccando con mano, cosa pensa di loro l'Italiano....cisarà da ridere!
gallieno 2017-09-28 00:46:17
Infatti, in piazza Garibaldi si sarebbe dovuto tassativamente prevedere l'installazione di una Fontana; senza il verde, l'arsura la rende meno vivibile nei mesi estivi ( stagione turistica ! ) ed una Fontana avrebbe portato almeno un po' di frescura ... sull'area verde di viale Bonopera, si può benissimo riqualificare ( come biglietto da visita della Città ) senza cementificarla in toto, tanto più che è veramente fattibile l'idea qui sopra riportata di un adeguamento a multipiano del parcheggio in piazzale Morandi per alleviare il cronico problema dei parcheggi senza sacrificare quel poco di Verde pubblico rimasto...
Glauco G. 2017-09-28 09:57:57
Concordo a pieno per l’eliminazioni di questa “bellissima” pineta (bivacco di tossici, extracomunitari e qualche volta utile WC per uomini e cani oltre che parcheggio di bici rubate). Concordo per l’eliminazione di alberi che a mio avviso sono purtroppo inutili in questo contesto cittadino a favore di parcheggi che a mio avviso sono utilissimi visto che parliamo di STAZIONE FERROVIARIA IN CITTA’ e non di un bosco immerso nelle verdi colline. Scandalo per la cementificazione? Addio ossigeno per 60 alberi? Pensiamo veramente a questo? Se ben ricordo, in zona saline sono stati già piantanti numerosi alberi a compensazione dei lavori dell’autostrada. Se ben ricordo parliamo di circa 2.000 alberi già piantati. 65 tolti e circa 2.000 piantati. A me il conto sembra già così in positivo (ovviamente provoco in questo caso). Non sono un sognatore come molti protettori del verde urbano ma vorrei chiedere a tutti questi “ambietalisti della domenica” quante critiche e quante lotte avranno fatto quando hanno tolto gli alberi e la natura per lasciare spazio alle loro abitazioni. Avete protestato? Avete pianto come state facendo ora? Oppure visto che si parla di vostre proprietà stiete stati zitti zitti? (vi risparmio la risposta perchè penso proprio già di sapere come vi sarete comportati). Il progresso privato è sempre gisutificato mentre quello pubblico gode di regole infinite che tentano di impedire ogni cambiamento? Facciamo così. Oggi, come sempre accade in questa città, piangiamo l’estinsione della natura (stano poi pianger la natura che intasa tutti i tombini della città...ma questi alberi ci sono oppure sono sapriti dalla ccità? decidiamoci) ma a lavori finiti, dopo qualche mese o forse dopo qualche anno...tutti a godersi il nuovo parcheggio..ipocriti!!
henry
Dirty Rotten Imbeciles 2017-09-28 10:29:27
....rassegnate le dimissioni ed evitatevi la brutta figura. Questa gente va allontanata dal posto di lavoro (vabbè lavoro) perché manifesta assoluta impreparazione e non solo in cio' che dice, ma ancor di più nei fatti, nemmeno alle domande piu' semplici sanno dare risposta. Tagliate pure tutto, ma chi se ne frega, tanto avete "politicamente parlando" i giorni contati, presto avvieremo la "Liberazione di Senigallia", che quella del 4 Agosto del 1944 in confronto, e' stata na "passeggiata de salute".....
fra77 2017-09-28 10:36:51
A me dispiace venga tolto il verde alla stazione,ma la risposta dell'amministrazione è da ritenersi convincente e secondo me i rilievi delle varie pericolosità giusta.
Ricordo che RFI è proprietaria di parte dell'area.
Concordo con @Glauco G senza aggiungere altro.
Mario2 2017-09-28 14:40:52
E’ già il degrado, questo fenomeno naturale imprevedibile e impossibile da contrastare come le alluvioni. Sembra che al tagliatore folle gli è tornato il prurito alle mani, secondo me il bosco, che sarà tale tra 20 anni forse, l’ha voluto solo perchè potrebbero non esserci più alberi da tagliare in futuro, con la mossa del bosco basterà lasciarlo in degrado tra merda di cane e tossici per avere la scusa di tagliare tutto e costruirci un altro bel palazzone di cemento.
octagon 2017-09-28 15:31:09
città futura poteva fare la loro festa lì sotto, comunque l'area è più pulita di qualsiasi altro parco/giardino della città, quelli che rimangono...
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno

Annuncio immobiliare: cercasi appartamento in affitto a Senigallia