SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

“L’ospedale di Senigallia diventerà un grande poliambulatorio”

Una delibera cancella terapia intensiva cardiologia, dove erano da fine maggio sospese le installazioni di pacemaker

13.207 Letture
11 commenti
Scena Aperta 2017 - Rassegna teatro dialettale - Marzocca di Senigallia - dal 30/06 al 04/08
L'ospedale di Senigallia

Dopo la delibera assunta in prossimità della notte di capodanno che avviava lo smantellamento di oculistica (e dopo la destrutturazione di otorino e laboratorio analisi), è arrivata puntuale la delibera che cancella in un colpo solo la terapia intensiva cardiologica dopo, peraltro, la sospensione degli interventi di applicazione dei pacemaker. Resterà ovviamente, per volere politico, a Jesi e Fabriano.

Decisioni apparentemente incomprensibili (da un punto di vista di politica sanitaria) ma chiare da un punto di vista di politica partitica. Nello scacchiere del Partito Democratico, l’Ospedale di Senigallia è da tempo una pedina sacrificabile e vendibile alla ragion partitica. Dal 30 maggio scorso a Senigallia (località che serve un bacino di utenza ben più importante di altre realtà beneficiate da benevole scelte di partito) non funziona più nemmeno il delicato servizio di applicazione dei pacemaker (che vantava oltre 100 interventi all’anno).

Una notizia che avrebbe dovuto far saltare dalla sedia municipale il sindaco e che invece è passata inosservata. I pazienti vengono dirottati ad Ancona o Pesaro. In reparto vi è una macchina radiologica rotta e non è mai stata sostituita. Erano avvisaglie già gravissime dell’ennesima decisione che fa sparire con un tratto di penna l’unità intensiva il cui lavoro è stato sempre preziosissimo e particolarmente strategico in un ospedale che serve anche una vasta area interna e un’utenza turistica importante in estate. Domani mattina (giovedì 6, Ndr) sembra che sia stata disposta una visita d’urgenza dei direttori della sanità proprio al reparto di cardiologia. Facile prevedere che faranno capolino anche alcuni politici, veri arbitri dello scacchiere sanitario.

In tutto questo, il presidente della Commissione sanità del Comune di Senigallia Margherita Angeletti si guarda bene dal convocare la commissione richiesta d’urgenza dai sottoscritti consiglieri comunali sullo smantellamento di oculistica ma, più in generale, sullo smantellamento progressivo di tutto l’ospedale che sta diventando solo un grande poliambulatorio. Sembra che i direttori Marini e Bevilacqua non abbiano ancora dato la disponibilità. Come se dovesse dipendere da loro la calendarizzazione di un impegno istituzionale. Giova sottolineare che chi ricopre cariche pubbliche e percepisce denaro pubblico ha l’onere di mettersi a disposizione degli enti locali e di dare conto ai rappresentanti dei cittadini di scelte così invasive e idonee a cambiare la vita stessa dei cittadini.

Sarebbe più onesto raccontare la verità, tutta e subito, invece di attendere i capodanni e le calure estive per smontare pezzo dopo pezzo una struttura che era un gioiello marchigiano e che gli uomini del Partito Democratico hanno deciso di declassare in un grande e semplice poliambulatorio.

 

Roberto ParadisiUnione Civica
Luigi RebecchiniUnione Civica
Alan CanestrariForza Italia

Commenti
Ci sono 11 commenti
leofax 2017-07-05 20:00:57
E' notizia di qualche ora fa, che La grande Senigallia, regina del turismo marchigiano, piena di eccellenze, con una delibera regionale, perderà il reparto di cardiologia, compresa la terapia intensiva a favore degli ospedali di Jesi e Fabriano. Rimarrà poco più di un semplice ambulatorio.
Perciò cari infartuati, compreso il sottoscritto, se non farete/mo a raggiungere Torrette, Jesi o Fabriano, ci aspetta la collina delle Grazie. Ma mi chiedo: Abbiamo un Sindaco che è anche presidente regionale Anci, un Dottor Volpini, consigliere regionale, possibile che di fronte ad una tale situazione se ne stiano zitti? Non basta vedere tutti i giorni, le morti di giovani ed anziani per infarto? A parte la nostra città che è la seconda per abitanti della provincia di Ancona ed in estate aumenta considerevolmente la popolazione, non sono motivi più che sufficenti per mantenere questa vera eccellenza composta da medici e paramedici ? Come diceva un vecchio imbonitore della tv negli anni 90, quando vendeva mobili piemontesi: "Provare per Credere" ma questo è riferito ai nostri politici locali:
Leonardo Maria Conti
octagon 2017-07-05 20:11:21
Attendiamo ora fiduciosi i comunicati di futura, gd, perino che racconteranno la loro. senigagliesi! Conviene andare al mare invece di andar a votare? Bene ora andrete in collina d'ora in poi e pregate che il core ve regga sempre!
danielag 2017-07-05 20:16:06
Speriamo bene...
cocaletta 2017-07-05 23:21:22
però abbiamo fatto il pienone!!!!con Gabbani 22.000 presenze!!!!!!!!!
octagon 2017-07-06 00:06:05
Adesso che ricordo! Fu proprio il vostro sindaco ad inaugurare in fretta e furia il nuovo monoblocco! Ora lui lo chiude, che fa ora ricuce la fascia allora tagliata?
octagon 2017-07-06 00:06:21
http://www.senigallianotizie.it/1327332427/pd-senigallia-la-chiusura-di-cardiologia-allospedale-sarebbe-sconcertante
BlackCat
BlackCat 2017-07-06 09:01:40
Che schifo gente... Paghiamo il 60 e passa % del nostro lavoro in TASSE e non abbiamo nemmeno una sanità decente che ci tuteli. Robe da colpo di Stato. Servirebbe un nuovo piazzale Loreto per chi ha ridotto il nostro paese in questo stato.
caterpillar
caterpillar 2017-07-06 09:04:15
@ cocaletta: si Gabbani e Irene Grandi all'alba. L'importante è non pensare, lavorare, spendere e morire. Sia mai che la gente si sveglia. Dategli due riflettori e un cantate discreto e sorrideranno come ebeti di fronte al baratro.
fra77 2017-07-06 11:55:01
Sanità pubblica allo sbando. Da dx a sx la sanità è stata sempre depotenziata,ora ancora di più.
La strada verso la totale privatizzazione (in abbondanza c'è già) è lanciata,questione di tempo.
Quello che mi fa schifo è che la popolazione che non è fornita di denaro soffrira sempre più.
Penso che in un paese civile la sanità pubblica dovrebbe essere il fiore all'occhiello,anche perché è stata pagata cara x anni con le tasse.
Purtroppo è un utopia,ed è x questo che a qualsiasi livello politico dirigenziale etc etc ci vorrebbe discontinuità.
La continuità dirigenziale e politica fa danni,perché li si instaura un meccanismo malsano.
La discontinuità a livello politico, però, è una decisione che devono prendere gli elettori,altrimenti inutile,tutto inutile.
Mario2 2017-07-06 15:36:56
Non mi sembra vero ma questa volta la penso esattamente come fra77, la colpa è vostra e il conto arriva sempre, spero solo che a forza di sbatterci i denti prima o poi lo capirete, anche se non sono molto fiducioso, sono 20 anni che vi fregano con le stesse promesse e poi vi trombano.
danielastufa 2017-07-06 20:22:51
tranquilli !!!niente paura!avevano solo scherzato .,stamani ,riferisce il giornalista Stortini ,in una riunione plenaria con tutti i grandi capi si è rassicurata la popolazione che nulla cambierà ,parola di Mangialardi ,Volpini ,Marini e Bevilacqua
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura