SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

I Giovani Democratici dicono Sì alla fusione di Senigallia e Morro d’Alba

"Solo vantaggi e nessun difetto nel processo che porterà risorse senza perdere autonomia"

La fusione tra Senigallia e Morro d'Alba secondo i Giovani Democratici

I Giovani Democratici di Senigallia e della Vallesina accolgono con entusiasmo, nella convinzione che possa essere un’importante occasione di crescita e di sviluppo per il nostro territorio, la fusione tra i comuni di Senigallia e di Morro d’Alba.

I Giovani Democratici ritengono questa un’opportunità da non perdere; i detrattori della fusione vedono in essa un procedimento di inglobalizzazione nel quale sarà il comune di più grande a trarre tutti i benefici possibili, a discapito del più piccolo che vedrà invece sottrarsi la propria identità… Non è così. Contrariamente a questa visione i vantaggi saranno evidenti per entrambe le realtà.

Questo percorso porterà all’aumento dell’efficienza della pubblica amministrazione grazie alle sinergie dei servizi erogati insieme, oltre all’aggiunta di nuovo personale in quanto i comuni che nascono da procedimenti di fusione potranno ricoprire interamente tutti i posti che si renderanno vaganti a seguito di pensionamenti, passando da un turn-over del 25% ad uno del 100% (per capire, se prima per assumere un unico impiegato nella pubblica amministrazione ne occorrevano quattro che andassero in pensione, ora il ricambio sarà automatico ad ogni pensionamento).
Inoltre il procedimento permetterà di aggiungere al bilancio comune dei due comuni (quindi non solo di Senigallia a discapito di Morro d’Alba) le risorse che arriveranno grazie alla fusione per incorporazione (fino a 2 milioni di euro per 10 anni) che verranno equamente suddivise tra le rispettive comunità.

Per Morro d’Alba la fusione rappresenta il fondamentale strumento per non arrendersi al lento ed inesorabile declino di un comune progressivamente privato dei fondi, ma di averne molti da spendere in servizi alla persona ed in opere pubbliche.

Uno dei punti su cui spingono i sostenitori del NO è la perdita d’identità e d’autonomia della popolazione di Morro d’Alba, che diventerebbe per Senigallia una semplice frazione… Questo non è vero: se come ci auguriamo vincerà il SI al referendum Morro d’Alba diventerà un municipio, mantenendo la propria autonomia all’interno del comune di Senigallia con le proprie funzioni sul territorio, un proprio Gonfalone, un Pro Sindaco ed i propri rappresentanti eletti in Consiglio.

In conclusione i Giovani Democratici di Senigallia e della Vallesina (nel cui circolo ricade anche il comune di Morro d’Alba) ritengono la fusione tra i due comuni un’occasione importante, individuando solo vantaggi e nessun difetto, ed invitano dunque tutti i cittadini di entrambi i comuni a recarsi alle urne e votare Sì, per favorire la crescita del nostro territorio.
Il referendum si svolgerà domenica 23 ottobre dalle ore 7.00 alle ore 23.00: per votare dovrete recarvi alla vostra sezione elettorale con un documento d’identità e la tessera elettorale valida.

 

Michele Carotti – Segretario GD Senigallia
Arrigo Bellelli – Segretario GD Vallesina

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura