SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Bioltre - Negozio di prodotti naturali, bio, senza glutine, vegani - Senigallia (AN)

I Carabinieri di Senigallia arrestano uno spacciatore 29enne

L’uomo riforniva di cocaina la piazza senigalliese

5.411 Letture
Un commento
arresto, carabinieri, manette, 112

I Carabinieri del Nucleo Operativo di Senigallia hanno localizzato ed arrestato B.N., tunisino 29enne, ricercato dal 14 luglio scorso poiché colpito da ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Ancona in quanto gravemente indiziato del reato di detenzione illecita, commercio, vendita e cessione di sostanze stupefacenti.

Il 29enne, a seguito di un mirato servizio di osservazione info-investigativa, è stato localizzato e bloccato in via lungomare a Marotta.
Nel provvedimento cautelare, il GIP ha contestato al tunisino sei episodi di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti tutti accertati a Senigallia dal 6 febbraio al 3 marzo 2016.

Dalle indagini è emerso che il 29enne si riforniva di hashish dall’altro connazionale arrestato il 14 luglio. Proprio alla luce dei dati acquisiti attraverso le indagini sul primo tunisino, il 6 febbraio scorso, i Carabinieri del Nucleo Operativo hanno eseguito una perquisizione domiciliare nella camera 404 di un residence all’altezza del lungomare Dante Alighieri occupata dal tunisino e dalla sua compagna.

Durante il sopralluogo nella stanza d’albergo vennero rinvenuti alcuni grammi di cocaina e marijuana. Nel corso della perquisizione vennero inoltre sequestrati 470 euro in banconote di piccolo taglio e due telefoni cellulari in uso all’indagato.

Analizzando la rubrica telefonica degli apparecchi cellulari gli investigatori hanno focalizzato l’attenzione su alcuni nominativi, noti per essere assuntori di sostanze stupefacenti. Quattro di essi sono stati sentiti circa i rapporti che intrattenevano col tunisino ed hanno confermato di aver acquistato cocaina dal medesimo in diverse occasioni, specificando le modalità di scambio droga – denaro e riconoscendo lo spacciatore dalla visione di un album fotografico.

E’ emerso che il tunisino veniva contattato tramite SMS; gli incontri avvenivano in genere sul lungomare nord e sud di Senigallia oppure nelle strade adiacenti. Gli acquirenti arrivavano all’appuntamento in auto, il tunisino saliva sul veicolo che ripartiva il tempo strettamente necessario ad effettuare lo scambio, poi il pusher veniva fatto scendere. La cocaina portata addosso dal tunisino veniva spacciata in “palline” di plastica termosaldata da 0,5 grammi al prezzo di 50 euro l’una. Alcuni assuntori hanno riferito di aver acquistato droga dal tunisino sin dal mese di settembre 2015.

L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato trasferito nel carcere di Montacuto a disposizione della A.G. L’interrogatorio di garanzia è in programma martedì 2 agosto.

Commenti
Solo un commento
iz6qzm 2016-08-02 16:19:59
Una volta tanto una notizia che non sia cronaca nera o rosa. Grazie
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura