SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Di nuovo visibili le strisce pedonali sullo Stradone Misa a Senigallia

Dopo l'investimento costato la vita a un uomo, ripristinata (forse) la sicurezza all'incrocio con via Metauro

2.381 Letture
commenti
Scorcelletti - Laboratorio analisi, ambulatori specialistici, a Senigallia dal 1977
L'attraversamento sulle strisce pedonali lungo lo Stradone Misa a Senigallia

Riverniciate le strisce pedonali sullo stradone Misa. L’attraversamento all’altezza di via Metauro, dove lo scorso 4 febbraio vennero investite due persone in un incidente divenuto poi mortale per una di loro, è stato ridisegnato lunedì 4 aprile.

A due mesi dall’investimento da parte di un ragazzo su un ciclomotore del 77enne Guido Perissi e della moglie, il segnale a terra che evidenzia la possibilità di pedoni sulla carreggiata è stato dunque reso nuovamente visibile, al pari dell’attraversamento nei pressi di Ponte Zavatti.

L'attraversamento sulle strisce pedonali lungo lo Stradone Misa a SenigalliaProprio a seguito del grave incidente avvenuto nel tardo pomeriggio del 4 febbraio, si erano scatenate forti polemiche sullo stato di manutenzione di quello e di altri attraversamenti pedonali di Senigallia. Non solo i residenti della zona, ma anche diversi esponenti politici erano scesi in strada per manifestare la contrarietà verso l’azione amministrativa per il cattivo stato delle strisce, praticamente invisibili durante le ore serali. Tra le richieste, oltre al rifacimento delle zebre, vi era anche l’installazione di segnali luminosi lampeggianti e di un dosso artificiale per far sì che i mezzi in transito fossero costretti a rallentare nelle vicinanze dell’incrocio.

L'attraversamento sulle strisce pedonali lungo lo Stradone Misa a SenigalliaCosa che, purtroppo, non sempre avviene nonostante le strisce siano visibili, come evidenziato dalla foto a fianco. C’è sempre il rischio di essere investiti: molti (non tutti) automobilisti, piuttosto che far attraversare la strada ai pedoni (che hanno anche la precedenza), preferiscono scansarli, invadendo spesso l’altra corsia e costringendoli a mettersi quasi in mezzo alla strada prima che qualcuno dotato di buon senso, si fermi. Questione di educazione civica, prima che stradale.

Caricamento mappa in corso...
Commenti
Ci sono 3 commenti
octagon 2016-04-05 11:28:02
Non commento altrimenti direi delle cattiverie, per rispetto della persona defunta. RIP.
marameo 2016-04-05 12:05:54
Come al solito, ci vuole il morto per fare quello che andrebbe fatto regolarmente

c'è da tagliare l'erba in parecchi incroci (vedi zona ind.le Borgo Bicchia)..... aspettiamo il morto pure lì?
leofax 2016-04-05 17:16:59
Nel palo dell'illuminazione li vicino, basterebbe cambiare il portalampade come è stato fatto poco più giù all'ingresso dell'associazione "Noi Insieme" e se non ricordo male, il nostro Sindaco, ha partecipato al festeggiamento di una coppia di sposi che ha raggiunto notevoli anni di matrimonio. Credo, anche nel rispetto del defunto Dottor Perissi, di rendere quel passaggio pedonale più sicuro.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno