SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

L’on. Lara Ricciatti: “Dopo attentati Parigi, non è in discussione Schengen. Stop traffico armi”

Carlo Girolametti (La Città Futura): "Senigallia ha gli anticorpi per una convivenza pacifica e per respingere gli aizzatori"

1.868 Letture
commenti
Scorcelletti - Laboratorio analisi, ambulatori specialistici, a Senigallia dal 1977
Nausicaa Fileri, Lara Ricciatti, Massimiliano Giacchella, Carlo Girolametti

Si doveva parlare di una mozione che La Città Futura avanzerà nel prossimo Consiglio Comunale di Senigallia sul tema dell’interruzione volontaria della gravidanza, ma il programma è stato stravolto dalla contingenza delle notizie di cronaca che provenivano da Parigi, oltretutto con due concittadini coinvolti negli attentati.

Così la conferenza stampa di sabato 14 novembre presso la sede de La Città Futura, in via Gherardi, a cui hanno preso parte l’on. Lara Ricciatti, deputata di SEL, l’assessore alla Sanità di Senigallia Carlo Girolametti, la consigliera Nausicaa Fileri e il coordinatore del movimento Massimiliano Giacchella, è stata l’occasione per rilasciare delle dichiarazioni davvero a caldo sugli attentati di Parigi.

Assieme alla ferma condanna degli atti terroristici e alla solidarietà alla Francia e alle famiglie delle vittime, è stata sottolineata da Lara Ricciatti, e da tutti, la necessità di rispondere alla spirale del terrore senza piegarsi all’istinto dell’odio che genera nuovo terrore e ingiustizie. “Il terrorismo non si combatte con la ritorsione, ma con la giustizia ha detto Lara Ricciatti.

Lara RicciattiLa deputata di SEL ha richiamato tutti sulla necessità di rispondere ad un vile attacco nel cuore dell’Europa senza dare fuoco alle polveri, come fa chi si scaglia contro il fenomeno dell’immigrazione. “C’è bisogno di agire contro l’insediarsi dei gruppi terroristici – ha affermato la Ricciatti – , in un clima nazionale di unione tra maggioranza e opposizione, senza cedere al ricatto della paura. La validità del trattato di Schengen non è in discussione: quello che andrebbe fermato è il traffico di armi che dall’Occidente e anche dall’Italia vanno a rifornire e fare business con i terroristi. Ci rendiamo conto che le nostre posizioni sono difficili da trasmettere in momenti come questi, ma la linea non cambia”.

Le fa eco Carlo Girolametti, che parla del bisogno di mantenere la normalità della nostra vita quotidiana e di vigilare per portare una convivenza civile e pacifica. Senigallia ha dato prova, in occasione come la recente Festa dei Popoli e attivando protocolli come quello che consente ai richiedenti asilo di svolgere lavori di pubblica utilità, di avere gli anticorpi per respingere gli aizzatori che invitano ad azioni violente.”

Commenti
Ci sono 2 commenti
Mario2 2015-11-15 09:25:54
Bravi avete capito tutto, fate un altro dl anti terrorismo che va a colpire i cacciatori invece che i terroristi veri. Ma in quale pianeta vivete? Non avete visto che in Israele gli attentati li fanno anche senza armi? Prendono la gente a coltellate o li investono, cosa farete vieterete anche il coltello da bistecca e l'auto privata?
Bucaniere 2015-11-15 15:10:25
"...respingere gli aizzatori che invitano ad azioni violente," Ci si riferisce a chi ha cercato di impedire ed interrompere il comizio elettorale di Salvini in Piazza Roma ? E' un autocritica dell'Assessore e dei consiglieri comunali senigalliesi per i loro comportamenti ? Non sembra, mi sa che loro
gli "anticorpi" non li hanno...
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno

Annuncio immobiliare: cercasi appartamento in affitto a Senigallia





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura