SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Tutto Guida 2015

Scrutatori elezioni comunali e regionali a Senigallia: dichiarazioni entro il 20 aprile

Preferenza per disoccupati ed inoccupati al momento del sorteggio

Votazioni, voto, elezioni, amministrative, scheda elettorale, urne

Come già avvenuto lo scorso anno in occasione delle elezioni per il  Parlamento europeo, anche per le elezioni comunali e regionali che si terranno il prossimo 31 maggio 2015, con eventuale ballottaggio per l’elezione del Sindaco prevista per il 14 giugno 2015, la nomina degli scrutatori, sia titolari che di riserva, avverrà prioritariamente con il criterio del sorteggio tra coloro che sono iscritti nell’apposito albo comunale e presso il Centro per l’Impiego con lo status di disoccupati o inoccupati.


Qualora il numero di coloro che dichiarino di essere in possesso di tali requisiti risulti insufficiente a ricoprire i posti disponibili, si effettuerà un ulteriore sorteggio tra tutti gli iscritti all’albo degli scrutatori.

Gli interessati dovranno sottoscrivere, sotto la propria responsabilità, una istanza/dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, da far pervenire all’ufficio elettorale comunale, nella quale manifestano la loro disponibilità a ricoprire l’incarico e dichiarano di essere iscritti all’albo degli scrutatori e al centro per l’impiego in quanto disoccupati o inoccupati.

I richiedenti dovranno utilizzare obbligatoriamente la modulistica scaricabile nel sito del Comune (sezione Notizie Utili) e disponibile presso l’ufficio elettorale.

La scadenza per la presentazione delle dichiarazioni è fissata per lunedì 20 aprile 2015 e verranno considerate prodotte in tempo utile solamente quelle che perverranno entro e non oltre tale data (non farà fede la data del timbro postale).

Commenti
Solo un commento
un povero tra i poveri (di politica) 2015-04-15 14:52:37
"POI FATEGLI FARE UN CORSO" Giusto scegliere gli scrutatori tra i disoccupati o iscritti nelle liste di collocamento al lavoro. Non solo gli scrutatori ma anche i presidenti di seggio dovrebbero essere cambiati ogni elezione e non rimanere sempre gli stessi per decenni. Se si va a controllare i presidenti di seggio sono tutti schierati e guarda caso quasi tutti verso un partito. Perchè? Poi si scopre che qualche presidente di seggio, che da decenni esercita presso un seggio, non sa che esiste anche il voto disgiunto, esplica il servizio come meglio crede, anche sbagliando, e andando contro direttive elettorali facendo entrare, oltre i tavoli e transenne, persone non del seggio e guarda caso sempre dello stesso partito che con la scusa di portare caffè si avvicinano alle schede elettorali, ancora in bianco, aperte sul tavolo. Alla fine del voto aprendo i contenitori delle schede votate rovesciano tutto sul tavolo e tutti gli scrutatori si affrettano a riordinare e raccogliere tutte quelle cadute in terra. Alcuni presidenti a cui era stato fatto notare che non si poteva fare si sono arrabbiati ed hanno risposto che era decenni che era presidente di seggio in quel seggio ed aveva sempre fatto in quel modo e se avevano lamentele potevano rivolgersi alla Procura. Assurdo....... Durante lo sfoglio, quasi alla fine, assistevo all'annullamento di una scheda elettorale dove veniva indicato un candidato sindaco di un certo partito con apposta la croce sul simbolo e poi veniva indicato, in altra lista, solo il nominativo del candidato rappresentante della giunta riportando solo nome e cognome del candidato. Un rappresentante di partito presente fece presente al presidente che invece la scheda elettorale era idonea e non doveva essere annullata in quanto vi era il voto disgiunto e che quello era un regolare voto disgiunto. Il presidente rimase impietrito e poi rispose "già quest'anno c'è il voto disgiunto allora la scheda è regolare". A quel punto il rappresentante di lista chiese al presidente di esaminare tutte le schede elettorali annullate per verificare se ve ne erano altre come quella con voto disgiunto che stava per essere annullata. La risposta del presidente fu che già erano state conteggiate e che sarebbe stato impossibile visto che erano alla fine dello scrutinio e loro dovevano andare a casa. Assurdo..... I PRESIDENTI E GLI SCRUTATORI DOVREBBERO FARE UN CORSO indetto dall'ufficio elettorale del Comune per meglio conoscere le regole del sistema elettorale visto che poi sono loro i custodi della democrazia. Le persone palesemente schierate non possono fare ne il presidente di seggio, che ha notevoli responsabilità in seno al seggio, ne gli scrutatori. Basta una giornata per spiegargli le regole ed i doveri di queste persone per non incorrere in responsabilità penali non si tratta di fargli fare qualche cosa in due giorni per fargli un regalino o beneficenza. FATEGLI FARE UN CORSO.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura