SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Pagliari: “sulla mia candidatura a Sindaco di Senigallia molto rumore per nulla”

Il giornalista precisa: "non ho bocciato il progetto Paradisi-Rebecchini, ma me stesso"

3.652 Letture
commenti
Luca Pagliari

Per evitare fraintendimenti, mi sembra doveroso precisare alcune cose in merito alla mia decisione di non accettare la candidatura a Sindaco.

Rinunciando a questa lusinghiera proposta, non ho bocciato il progetto Paradisi-Rebecchini, ho bocciato me stesso. Come già scritto, non ho competenze specifiche, ho poco tempo a disposizione e non penso proprio di possedere i requisiti necessari per muovermi in questo microcosmo.

La mia stima nei confronti di Roberto Paradisi era e resta altissima. Lo considero da sempre un attento “controllore civico”. Una persona onesta e coraggiosa, virtù sempre meno presenti nella nostra società. Personalmente l’idea che Paradisi e Rebecchini abbiano pensato a un progetto comune, al di là di vecchie e polverose ideologie, mi sembra un ragionevole passo che mette accanto persone e non emanazioni di un partito. Per quanto mi riguarda, non ho il minimo interesse a ricoprire incarichi di alcun tipo e non conosco  la logica degli accordi trasversali. Sono distante anni luce da queste forme di pensiero.

Continuo però a sperare che Senigallia possa avere un futuro politico dominato da un clima  più sereno.

Giocando su un vecchio pensiero di Andreotti, penso che questa filosofia bellica, questa logica del “tutti contro tutti” logori sia maggioranza che opposizione. Da 20 anni il mio giornalismo è rivolto a temi molto caldi; legalità, ambiente, droga, sicurezza stradale, cyberbullismo ed altro ancora. Lavoro sulla prevenzione, ho progetti con Rai, radio nazionali, Ministeri, Polizia di Stato, Regioni, Provincie e tanti altri enti pubblici e privati. A Cagliari, tre giorni fa, a conclusione del mio format sul bullismo online, alcuni ragazzi hanno trovato il coraggio di denunciare alla Polizia Postale di essere vittime di episodi di cyberbullismo. Queste sono le soddisfazioni che rendono bello il mio lavoro. Per questi motivi sarò sempre a disposizione della mia città (senza chiedere un centesimo e senza una divisa politica. Meglio precisarlo per evitare illazioni di ogni genere) per realizzare progetti di prevenzione che riguardano le tematiche giovanili.  Detto ciò, spero di aver chiarito definitivamente la mia posizione.

Come avrebbe detto il grande William Shakespeare “Molto rumore per nulla”.

 

da Luca Pagliari

Commenti
Ci sono 2 commenti
melgaco 2015-02-28 18:58:16
Direi che, a questo punto, la capziosa strumentalizzazione di quanto accaduto fatta da Mangialardi risulta smascherata
Franco Giannini
Franco Giannini 2015-03-02 12:30:36
Leggo solo ora quanto scrive Pagliari e credo che sia onesto da parte mia chiedergli scusa pubblicamente, perchè avevo frainteso le decisioni da lui prese ed avevo pensato, che il suo fosse un pianto greco da voltagabbana politico sulla spalla di un "amico". Mi sembrava strano, in quanto l'avevo conosciuto (seppur non personalmente!) in altra occasione in cui emergeva il suo senso civico, ma si sa che a volte la politica fa dimenticare certi valori facendo emergere al suo posto lati meno positivi. Sono felice di poter dire però :" Invece mi sbagliavo!".
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Emergenza Coronavirus

Coronavirus: tutte le notizie
Scarica nuova autocertificazione




Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura