SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Alluvione e opposizioni: Mangialardi si toglie i sassolini dalle scarpe

"In diversi raccontano il pezzo di verità che fa comodo. E qualcuno si 'inventa' sindaco dalla sera alla mattina"

4.164 Letture
commenti
Maurizio Mangialardi

E’ partito dalla conferenza stampa con la quale Dario Romano ha ufficializzato il suo passaggio al PD, il sindaco Maurizio Mangialardi, per imboccare un discorso che lo ha portato all’attacco su alcuni temi che lo avevano visto finora spettatore, pur se chiamato in causa.

Il primo cittadino ha dapprima ribadito che non entrerà nel clima della campagna elettorale fino ai canonici 30 giorni precedenti le elezioni: “Sarò esclusivamente il sindaco di Senigallia fino alla fine del mio mandato, ovvero un mese prima del voto. Da lì in poi sarò formalmente il candidato sindaco per la prossima legislatura”.

Ma è impossibile per Mangialardi non incorrere nell’argomento delle liste che stanno man mano ufficializzando la propria corsa verso la primavera 2015: “Vivi Senigallia, da cui Dario Romano esce per approdare al PD, è stato un contenitore di cittadini e idee importante per la mia maggioranza e sarà profondamente rinnovata per le prossime elezioni, ma una lista civica da sola non può governare una città: può dare appoggio a una struttura politica come può essere un partito. Vedo nascere liste che rinnegano i partiti, con all’interno personaggi che si ‘inventano’ sindaci dalla sera alla mattina, senza alcuna comprovata competenza”.

“Alcuni di questi personaggi – incalza Mangialardi – addirittura rinnegano anche il loro passato politico, pur di presentarsi senza l’appoggio di alcun partito, ma mi auguro che le persone non dimentichino ciò che hanno rappresentato fino a prima di buttarsi in questa avventura pre-elettorale. Io non lo dimentico.

Allo stesso modo Mangialardi fa capire che non dimenticherà di sicuro tutte le accuse che gli sono state mosse dopo l’alluvione, per la gestione dell’emergenza e per la modifica del PAI (Piano di Assetto Idrogeologico) tanto discussa.

“Seguo tutte le vicende legate all’alluvione, vedo gente che racconta la sua verità, un pezzo di verità che gli fa comodo, ma che non è tutta la verità. Perchè è vero che esiste una modifica del PAI con la mia firma, che vedo passare su tante slide che vengono mostrate, ma quello che non si dice è che quella firma è stata apposta su mandato del Consiglio Comunale.”

“In quel Consiglio Comunale, che non ratificò una decisione già presa, ma approvò le osservazioni al PAI, dandomi mandato di firmarle, in quanto Assessore all’Urbanistica, ci fu un solo voto contrario di Maurizio Belligoni (PRC). Il resto furono favorevoli o non ci furono perchè alcuni consiglieri uscirono dall’aula. Perchè chi siedeva sui banchi dell’opposizione (e alcuni vi siedono ancora oggi) non votò contro?“.

Commenti
Ci sono 9 commenti
Gnagnolo
Gnagnolo 2014-11-30 21:21:10
Ammesso che sia andata come la racconta il Sindaco, penso che un assessore, se non è d'accordo nel merito con il mandato del consiglio comunale, si può anche dimettere. Non è che deve firmare per forza tutto quello che gli si dà mandato di firmare.
E poi, questa chiamata in "correità politica" dell'opposizione mi ricorda, fatte le debite differenze, il discorso autoassolutorio di Craxi nel '93 alla Camera: tutti responsabili, dunque nessun responsabile.
Lassie
Lassie 2014-11-30 21:39:30
Ottimo! In settimana risponderemo con dovizia di particolari alle favolette che l'attuale Sindaco racconta per cercare di tenere le terga su quella poltrona...lui entrerà in campagna elettorale gli ultimi 30 giorni, noi invece no...
mik76
mik76 2014-11-30 22:51:32
Cari giornalisti xchè non fate una bella intervesta al sindaco chiedendo delle casse di espansione del Misa finanziate d'urgenza dalla CE e bloccate dai compagni...chiedetegli dei verdi (ancora qualcuno tra le file del sindaco) e dei ricorsi al TAR persi. Chiedetegli dei patti di stabilitá e soprattutto chiedete quanti milioni di metri cubi d'acqua hanno investito Senigallia e quanti ne avrebbero potuti contenere quelle casse....fatevi due conti e mi raccomando continuate a votare la mediocritá.
fredvargas
fredvargas 2014-11-30 22:55:21
Non solo approvo in pieno il commento del sig. Gnagnolo, ma aggiungo che trovo la difesa del sindaco quanto meno fuori luogo. L'incarico politico, in questo caso di assessore, prevede delle responsabilità, come in qualunque altra sede, che spalmare sugli altri non servirà a niente. Sarebbe interessante, invece, conoscere la motivazione politica dei suoi atti. Se non mi sbaglio, è lì per questo.
Indiana Pips
Indiana Pips 2014-12-01 02:31:28
Povero Sindaco...e la lacrimuccia non ci scappa come fece l'Assessore Campanile che si fece un selfie in auto con la lacrima? Ma quando conoscerete la vergogna? Mai ovviamente. Invece di levarsi i sassolini pensasse alle montagne di disastri che Senigallia ha subito grazie alla loro amministrazione! Non so se certe dichiarazioni fanno più rabbia o pena, ma forse è la seconda a vincere. Piccoli uomini in posti dove non dovrebbero stare...aprile però si avvicina. Attenzione alle slavine...
Bucaniere 2014-12-01 03:14:26
...e perché chi siedeva sui banchi della maggioranza che sosteneva l'Assessore votò a favore della sua proposta ? Perché è certo che i voti della maggioranza sono sempre più che sufficienti...
bonzino 2014-12-01 11:39:46
Che delusione. Dov'è finita quella sicurezza mostrata nel corso di questi ultimi anni? Forse ha capito che il tempo delle favole è finito? Forse sa che la sua rielezione non è poi così scontata? Certo che incolpare gli altri per qualcosa che ha proposto e sostenuto, anche se obtorto collo come dice, non gli fa certamente onore e se un politico perde anche questa identità morale non può pretendere che gli altri lo seguano. Ho l'impressione che la sua parabola politica e quella del suo partito, che hanno incantato Senigallia per oltre 50 anni, sia giunta al termine.
Alberto Diambra 2014-12-01 15:39:48
Troppe PAROLE nessuno che si prenda la briga di andare a spulciare le innumerevoli denunce ed esposti ed interpellanze comunali. presentati all'Amm.ne Comunale di Senigallia sullo stato del fiume Misa e delle condizioni dei già residenti della ZONA PEEP MISA che tuttora devono convivere con acqua e fango nelle loro abitazioni non appena il livello del Misa si alza di poco! E le risposte del Signor Sindaco veramente risibili e,si sono visti i RISULTATI.
un povero tra i poveri (di politica) 2014-12-01 19:11:04
"SENZA NESSUNA COMPETENZA" Queste sono le sue parole (Vedo nascere liste che rinnegano i partiti, con all’interno personaggi che si ‘inventano’ sindaci dalla sera alla mattina, senza alcuna comprovata competenza) mentre lei invece è troppo competente comprovato?????. La sua competenza mi ha fatto paura nel 2010, sin da prima delle elezioni, nonostante palesassi le mie paure non mi ha creduto nessuno. Spero che in molti abbiano capito la sua eccellenza e/o preparazione in questi 5 anni. Sappiamo tutti cosa aspettarci dalla sua competenza comprovata. I miei migliori voti augurali............
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura