SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Caso Cameruccio, vicinanza anche dal consigliere Canestrari

Il consiglio comunale di Senigallia scosso da un "gesto vile messo in atto da una maggioranza vigliacca"

2.148 Letture
commenti
Alan Canestrari

Esprimo tutta la mia solidarietà per il vile ed oltraggioso gesto, di cui è stato destinatario l’amico Gabriele. La maggioranza consiliare si è “sporcata” di un gesto codardo ed ignobile, che nasconde il terrore dell’avversario. Parlo proprio di una maggioranza consiliare che giustifica le lotte intestine del PD emiliano accusato di reati gravissimi, e che, inoltre, giustifica lo stesso Renzi, che i questi giorni è stato attaccato per dei reati ben più gravi!
Esistono “ambienti di varia natura” pronti a distruggere, calunniare e sabotare invece che costruire nel comune interesse della comunità locale e nazionale! E in questi ambienti, prendiamo atto che “primeggia” senza vergogna la maggioranza che ci governa.

Detto questo, non si possono dimenticare i 20 anni di Gabriele al servizio della città e della comunità; Gabriele è senz’altro un amministratore pubblico, seppur di opposizione e di minoranza, che ha rappresentato e rappresenta la storia di un impegno esemplare e coerente, contribuendo con la sua attività politica ed istituzionale a portare nelle Istituzioni la voce di tanti cittadini, anche e soprattutto quelli che non si sono mai riconosciuti in questa maggioranza, che da cinquant’anni governa la città.

Con orgoglio e amicizia, rivendico di essere vicino a Gabriele, e quello che questa mattina ho visto sui quotidiani on line, con cosi tanta “spietatezza e freddezza” nei confronti di Gabriele tanto da ricordare i regimi comunisti del passato, è da condannare e da censurare sia nella forma che nella sostanza. Gabriele non ha rubato, non è reo confesso di un omicidio, ma, per la maggioranza consiliare, sicuramente, questo episodio è uno strumento di lotta politica degno dei regimi.

Che sia stato gesto per metter paura agli avversari? Che sia stato un gesto per far capire a tutti chi “comanda” a Senigallia? Che sia un gesto, quello del comunicata stampa, per intimorire tutti? Onestamente, non saprei cosa pensare. Sono consapevole solamente di una cosa: questa maggioranza di sinistra dice, a parole, di essere democratica e civile, ma nei fatti è vigliacca e senza vergogna.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura