SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Alluvione di Senigallia, istituito un comitato: “capire verità e responsabilità”

Raduna residenti del piano regolatore, Borgo Molino, via Po, Borgo Bicchia, Cannella, Marazzana

Alcuni aderenti al Comitato “Alluvione Senigallia Maggio 2014”

Un comitato per radunare tutte le persone coinvolte dall’alluvione del 3 maggio 2014, che miri ad accertare le cause dell’esondazione ed eventuali responsabilità, collaborare con la magistratura e costituirsi parte civile in eventuali procedimenti penali.

Sono questi i motivi e gli obiettivi principali del Comitato Alluvione Senigallia Maggio 2014” che i residenti di alcune zone allagate (piano regolatore, Borgo Molino, via Po, Borgo Bicchia, Cannella, Marazzana) hanno insieme costituito (quasi 150 i contatti finora) per cercare risposte ad un evento che ha causato enormi problemi alla città e ingenti danni ai residenti (per cui dovranno esservi dei risarcimenti) e per trovare le soluzioni idonee in modo che non si ripeta in futuro un evento simile.
Un comitato che non mette di mezzo la politica, che non vuole puntare il dito contro nessuno ma solo cercare di scoprire ciò che è veramente successo per muoversi a tutela dei cittadini colpiti dall’alluvione.

Con sede a Senigallia (lungomare Marconi 32), il comitato “Alluvione Senigallia Maggio 2014” si sta già muovendo nella raccolta di documenti, testimonianze accertate, fotografie, video e quant’altro possa servire nella ricostruzione dell’accaduto per collaborare con gli organi inquirenti e ristabilire la verità dei fatti, non solo quella che emersa dai media, nazionali e locali.

La presentazione è avvenuta mercoledì 28 maggio all’hotel Le Querce di Senigallia, la struttura che attualmente sta ospitando decine di sfollati rimasti senza casa: “Siamo qui per non dimenticare i senigalliesi alluvionati rimasti senza casa. E’ giusto che la città riprenda i suoi ritmi, che la stagione estiva e turistica parta senza problemi – ha affermato il legale del comitato, Corrado Canafoglia, responsabile nazionale ambiente dell’Unione Nazionale Consumatori – ma non intendiamo accettare questo clima di ‘normalizzazione’ come se nulla fosse successo. Vogliamo la verità, lontani da un diffuso atteggiamento di caccia alle streghe che gira in città“.

Alcuni aderenti al Comitato “Alluvione Senigallia Maggio 2014” assieme al legale Corrado CanafogliaDobbiamo unire le forze – ha affermato uno degli alluvionati aderenti al comitato, Giuliano Quattrocchi, rimasto senza casa dopo che l’acqua ha invaso la sua abitazione in via Pergolesiper cercare una soluzione, da soli non andiamo da nessuna parte“.
Al comitato si sono avvicinati anche i membri di altre formazioni simili, come i residenti della Cannella e Marazzana, che dal 2011 hanno dato vita al Comitato Alluvionati Misa. “Noi siamo stati colpiti nel 1991, nel ’94, nel ’96, poi nel 2011 e infine nel 2014, e ogni volta l’acqua raggiungeva altezze sempre maggiori – ha dichiarato Matteo Montesi. Qualcosa nelle riparazioni effettuate non ha funzionato, forse più di qualcosa dato che aree pericolose, come abbiamo più volte denunciato, sono saltate almeno quattro volte negli ultimi 20 anni“.

L’iniziativa (ad eccezione di alcuni costi per perizie, protocolli e documentazioni tecniche, è gratuita grazie all’Unione Nazionale Consumatori che da anni segue queste battaglie ambientali) servirà anche per costituire un tavolo tecnico con gli enti preposti – Comune, Provincia, Autorità di Bacino, Regione e Protezione Civile – sia per accedere ai documenti (in base alla Convenzione di Aarhus), sia per intraprendere strade condivise per risolvere problemi attuali ed evitarne i futuri.

A tal proposito, chiunque fosse interessato a collaborare o aderire al Comitato Alluvione Senigallia maggio 2014”, può farlo scrivendo all’indirizzo email: alluvionesenigallia2014@gmail.com

Commenti
Solo un commento
maria garbini 2014-05-29 10:26:23
Comitato “Alluvione Senigallia maggio 2014” = Cammellieri-compagnucci-travestiti????? .......
"non puntano il dito sui politici locali" ....., così RENZINO farà ottenere, tramite l'eroico-sindaco-santo-subito qualche ELEMOSINA che sarà solo per chi non avrà avuto: "lievissimi" dubbi sulle capacità di giudizio umano e politico di quel straripante 50% di votanti senigalliesi!....
suddita-610- non doma.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS