SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Montemarciano: era già ai domiciliari, nuovo provvedimento restrittivo

Beneventano del '55 deve scontare 5 anni per usura e tentata estorsione

1.220 Letture
commenti
Le "gazzelle" in uscita dalla Caserma dei Carabinieri di Senigallia

Ancora provvedimento restrittivo per Giovanni Ciriello, il beneventano – classe 1955 – già detenuto agli arresti domiciliari. La Procura Generale presso la Corte d’Appello di Perugia ha emesso il 25 febbraio un ordine di esecuzione per l’espiazione della pena detentiva ai domiciliari per l’uomo riconosciuto colpevole dei reati di usura e tentata estorsione continuati.

I fatti risalgono al periodo compreso tra novembre 2009 e marzo 2010 a Fabriano. Per le accuse sopra citate era stato condannato a una pena di 5 anni, 7 mesi e 21 giorni, da estinguere ai domiciliari presso l’abitazione di Montemarciano, sentenza emessa dalla Corte di Appello di Ancona il 2 marzo 2012 in riforma della sentenza emessa dal Tribunale di Ancona del 30 marzo 2011.

I Carabinieri della Stazione di Montemarciano hanno proceduto alla notifica dell’atto al pregiudicato nella mattinata del 26 febbraio 2014.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura