SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Blu tra i 10 migliori writers al mondo: Italia se ne accorge 2 anni dopo, e Senigallia…

Quotidiani nazionali rilanciano notizia del 2011. La città dell'artista, invece, ha demolito le sue opere

Murale di Blu a Lisbona

Blu è un nome d’arte che ai più potrebbe dire poco o nulla, ma dietro quello pseudonimo si nasconde un talento di Senigallia a cui tante città del mondo hanno anche commissionato opere, pur di avere i suoi graffiti sui muri urbani. Sì: graffiti sui muri, perchè stiamo parlando di un writer.

Anzi, a dirla tutta stiamo parlando di un artista che il The Guardian (giornale britannico) ha inserito nel 2011 tra i dieci migliori writers del pianeta, accanto a personaggi del calibro di Keith Haring e Banksy. Notizia che, dopo oltre due anni, non dovrebbe più “far notizia”, ma che proprio in questi giorni vediamo rilanciare, francamente senza capirne il motivo, da diverse testate di livello nazionale, blog e portali d’arte. (Repubblica.it, Corriere.it, Insideart.eu, Bloglive.it)

Personaggio molto schivo e perennemente in giro per il mondo, Blu parla al pianeta solo attraverso le sue opere, sparse in molte parti d’Italia (soprattutto Bologna e, tra le altre, Roma, Sicilia, Sardegna, Grottaglie, Bari oltre al celebre palombaro su un silo del porto di Ancona) e all’estero: Spagna, Marocco, Grecia, Germania, Polonia, Francia, Austria, Norvegia, Portogallo, Palestina, fino a New York a buona parte del Sudamerica e alla California, dove la censura di una sua opera, prima commissionatagli, poi coperta dopo 24 ore fece discutere non poco. L’opera raffigurava infatti delle bare di soldati americani avvolte in biglietti da un dollaro.

Murale di Blu ad AnconaMurale di Blu (ora censurato) in CaliforniaMurale di Blu in Marocco

L’opera di Blu non è solo per molti versi geniale ed apprezzabile artisticamente: il writer senigalliese accompagna sempre ai suoi disegni anche un chiaro (spesso duro e critico) messaggio ideologico, non risparmiando le lobby, le alte sfere politiche, le multinazionali. Il graffito che gli è valso il riconoscimento del The Guardian, ad esempio, è a Lisbona e raffigura un uomo, coronato con i loghi dei giganti del petrolio, che si beve il mondo con una cannuccia.

Blu cerca di non comparire mai in pubblico, di non farsi fotografare e soprattutto di non rivelare il suo nome. Ma di lui sappiamo bene che (nonostante qualche giornale nazionale scriva che è bolognese) è di Senigallia e proprio qui, oltre che nel capoluogo emiliano, ha mosso i suoi primi passi e realizzato i suoi primi lavori all’inizio degli anni 2000. Lavori a cui in pochi (nessuno a livello istituzionale, a quanto ci risulta) hanno riservato l’importanza che meritavano, tant’è che ora a Senigallia resta quasi nulla della sua opera.

Murale di Blu (ora demolito) a Senigallia, ex-cantiere S.E.P.Murale di Blu (ora demolito) a Senigallia, ex-colonie ENELMurale di Blu (ora demolito) a Senigallia, ex-colonie ENEL

Infatti erano di Blu tutti i graffiti che avevano colorato e ricoperto le pareti dell’ex-Cantiere S.E.P. al porto, sulla darsena Nino Bixio, e delle ex-Colonie ENEL su lungomare Da Vinci, entrambi demoliti nel corso degli anni per far posto, rispettivamente, ad una ristrutturazione dell’area portuale e… ad una distesa di macerie ed erbacce, che nei piani originari dovevano essere un albergo, un residence e un ristorante, ma che dopo quattro anni sono rimasti solo un’ipotesi. E di Blu, secondo qualcuno (ma non abbiamo riscontro di questa informazione), sarebbero stati anche alcuni dei graffiti nel sottopasso di via Perilli, ripitturato e rigraffitato con l’intervento di un gruppo di volontari, prima, e con writers autorizzati dal Comune, poi.

Insomma, se alcune testate italiane sembrano essersi accorte del talento Blu due anni dopo degli inglesi del The Guardian, Senigallia sembra che se ne debba ancora accorgere

Commenti
Ci sono 22 commenti
Andrea Cognini 2013-12-15 19:25:40
Che ci vogliam fare... ancora chiusi agli anni '60
Marilena 2013-12-15 21:25:18
Che figura de......per il comune di Senigallia
Catlo 2013-12-15 21:53:55
Posso di la mia..... I muri sporcati di vernice mi fanno proprio schifo . E nn venitemi a dire che è arte. Qualsiasi costruzione va lasciata così come viene fatta e tinteggiata .
Anche se sporca del tempo che passa , sicuramente è meglio che sporcata con la vernice!!!
O. Manni
Paul Manoni 2013-12-15 22:20:30
Mi chiedo seriamente che cosa ci si potesse aspettare di diverso, in una città di bigotti che scrivono al Papa perché indignati dal volto di Ilona Stanler. Ma magari fossimo agli anni '60. Qui siamo ancora in pieno medioevo su certe cose, alcuni pensano ancora che i graffiti siano "scarabocchi", e che i writers siano "vandali" al pari dei teppistelli che disegnano peni o peggio, sui muri della città. E se Atene piange, Sparta non ride, perché nel capoluogo é anche peggio. Gli attacchi a quel murales, su quel silos del porto di Ancona, non si calcolano. Ricordo perfettamente come nel 2011, i soliti partituncoli filo clericali chiesero la censura di un murales per non irretire il Pontefice durante il CEN. L'arte é arte solo quando devono spostare quadri e tele di Madonne in giro per l'Italia a spese del contribuente. Quando si tratta di opere che non capiscono o che non fa comodo capire, sono invece tutti prontissimi a demolire o coprire con una colata di vernice bianca, tristissima quanto loro. Invito tutti i lettori, attraverso la rete, a fare una bella carrellata di immagini di Blu o di Bansky...Sforzatevi a capire i loro messaggi!
sticca 2013-12-16 00:29:22
Allora catlo perchè non lasci così anche le pareti di casa tua, invece di farle ritinteggiare quando sono sporche?
Catlo 2013-12-16 08:18:13
Sticca la mondezza a casa mia non c'è e nn ci sarà mai .un conto è ripristinare un conto è sporcare ...... Caro manoni , te me fai pena !!!
Andrea 2013-12-16 08:59:08
Sicuramente i disegni dei writers sono sottovalutati, ma lasciare in piedi costruzioni fatiscenti solo perchè ci sono le loro opere mi sembra troppo. Non recuperare degli edifici, per salvaguardare queste opere mi sembra esagerato. Magari potrebbero lasciare altri spazi a loro dedicati.
Stefano Malatini 2013-12-16 09:22:21
Quello che avevamo noi di Blu lo abbiamo distrutto...
Glauco Glaucoma 2013-12-16 10:03:36
Mio parere è che.. non è che se una cosa piae è arte e se non piace è mondezza...a me non piae affatto lo stile di questo artista ma tale secondo me rimane...un artista.. se nella storia le cose brutte fossere state considerate "mondezza" e distrutte...ora Parigi non avrebbe avuto la sua torre (hanno pure provato ad abbatterla con la dinamite da quanto era considerata brutta)....detto questo...gli edifici che ahnno demolito ....andavano demoliti punto!! uno di quelli è anche di un privato e di conseguenza era libero di demolirli! non ci vedo scandalo ne vergogna
Alessandro 2013-12-16 10:11:34
Che tristezza, nel nord Europa gli edifici con i pezzi di Bansky si rivalutano e li vendono al doppio, da noi li demoliscono...
Ah tra l'altro, per una volta spezziamo una lancia in favore dell'allora mezza canaja, che ospitava le opere migliori di Blu a Senigallia (ed è stato il set di parte del BELLISSIMO video sopra), putroppo la speculazione edilizia ha fatto demolire tutto. Complimenti a Blu (ce ne vorrebbero di senigalliesi così) e a chi lo ha "spinto" in città.
giulio 2013-12-16 13:01:07
@Paul Manoni. A me i "graffiti" fanno cagare. Salvo qualche eccezione, e solo su alcuni muri in particolari posti. Ho studiato, lavorato, viaggiato e letto tanto (mai abbastanza, naturalmente). Forse anche più di lei sig. Manoni. Purtroppo al seguito degli artisti vanno anche i balordi che ti imbrattano casa, ai quali nessuno fa pulire le loro opere a loro spese. Questi ultimi, purtroppo, sono sostenuti da quelli come lei.
Sara Magistrelli 2013-12-16 13:42:54
Sono anni che cerco, attraverso conoscenze che possono arrivare ai "piani alti" del comune di Senigallia, di sottolineare il talento (ormai pluririconosciuto) di BLU. Ma sembra che la cultura senigalliese abbia occhi e orecchie solo per fotografia e Madonne con bambino.
Dave 2013-12-16 13:55:17
Mah... non avrei mai osato paragonare Banksy o Thierry Guetta alle "imbiancate" del Mezza Canaia... solo dal video riesco a capire che il Mezza Canaia non era niente altro che lo sfondo della fantastica animazione che prende vita nel video.... disegna, riprende, ricopriva e disegna il prossimo fotogramma... complimenti: è "quella" l'opera d'arte, l'"installazione".
Pero' come dicevo, non riesco a paragonare "l'ultimo fotogramma" alle opere d'arte di Banksy e altri... grande regia, il tratto (PER ME) non ha niente di che (PER ME) - ma mica so' Sgarbi... ;-)
unknown 2013-12-16 13:57:50
Un po di colore nei casermoni di cemento armato non puo far altro che portare un po di allegria dentro le atmosfere cupe e degradate della citta moderna. Invito voi che criticate ad Interpretare I messaggi di denuncia sociale che Blu veicola nelle sue opere.. anche se credo che non servirebbea nulla. Povera mia patria.
Franco Giannini
Franco Giannini 2013-12-16 14:02:34
Fa piacere venire a conoscenza di come - nel mentre in Italia la "Cultura" langue, le opere museali giaciono dimenticate ad ammuffire negli scantinati, i muri della Pompei antica cadono nell'indifferenza generale, lo Stato non spenda una lira per sopperire a questo sfascio - invece a Senigallia si scoprano tanti intenditori d'arte, con in mano certezze che (anche se è brutto!)io onestamente invidio. Arte, non arte, bello o brutto mescolati assieme come fossero un tutt'uno. Secondo la mia profonda ignoranza, penso di ritenere, invece, che forse la definizione di bello e di brutto, siano sensazioni personalissime e comprensibili. Mentre invece ritengo (forse sbagliando ? può anche darsi!) che la definizione di Arte, spetti solo a chi dietro le sue spalle abbia maturato e possieda una Cultura di un Certo Livello. Poi uno, magari con la mia stessa ignoranza, può arrischiarsi anche in un giudizio sull'arte, ma, attenzione, alla Proietti come nella sua pubblicità del caffè "a me me piace" oppure "a me st'arte nun me piace". E qui si chiude il cerchio di nuovo sulla personalissima sensazione di ciò che è Bello o è Brutto.
Ingrao
Ingrao 2013-12-16 14:04:32
E si..caro pd , pdl , udc e città futura vi piace demolire spazzi e lasciare macerie grazie i cittadini vi sapranno rispondere con il NON voto
Gabriele Carbonari 2013-12-16 16:50:15
un paese che non si sposta da Michelangelo Leonardo e Raffaello e ci si riempie soprattutto e soltanto la bocca, per me non ha futuro
Franco 2013-12-16 16:57:58
Ingrao, se vuoi utilizzare un nome a te certo non consono, cerca almeno di esserne un pò all'altezza.... si doveva lasciare in piedi l'ex SEP????? Oppure le colonie, così sarebbero diventate come la Montedison di Montemarciao (ne sei al corrente cosa succede?)......
nowandzenlynn 2013-12-16 20:54:24
so what's new...in fact culture in senigallia seems to be in the hands of suspicious, backwards people who share the opinions of most of the above 'critics' anyway : the good old boys,ignorant old geezers without curriculums, big fish in a tiny puddle, who have been enabled to put their uninformed ideas about what art is or is not into practice, as if they mattered and what's worse, as if they knew what it's all about. some of us will just keep going to the tate modern to see blu and others to musinf or the duke's palace...
linda limoni 2013-12-17 03:51:29
Vi prego cancellate questa discussione, ci manca solo che m********i bussi alla porta di casa sua chiedendogli di dipingere un bagno pubblico. Scherzi a parte blu non può essere apprezzato qui da noi, e non lo deve essere. È l'unico modo che questa città ha per esportare ancora talenti, rimanere tale e quale. Complimenti a blu che non ha cavalcato il marketing dell arte, vederlo anni fa alla tate mi ha fatto sentire orgogliosa. PS: qualcosa di suo c'è ancora in città, ma non lo direste mai..
Esistenzialismo 2013-12-18 00:11:34
Ogni uno che se pensa ogni uno che se crede, ogni uno che parla blah blah in nome di qualche fede, e parla, la gente parla e consiglia cose che lei stessa sbaglia. la gran parte della gente parla come se conoscesse la verità assoluta, come se ogniuno sapesse cosa è giusto e cosa e sbagliato. Alcuni dei più intelligenti individui
Non possono leggere il linguaggio delle mummie egizie
Una mosca va sulla luna
E non possono trovare cibo per sfamare le pance degli affamati
Non prestano attenzione ai giovani
Perché non è che il futuro dipende da questo
Ma salvano gli animali negli zoo
Perché gli scimpanzè in salute fanno fare soldi
Questo è come i media ci distruggono
In TV l'immagine è
Selvaggia nei villaggi
Eppure gli scienziati non sono
Ancora in grado di spiegare le piramidi, huh
Gli evangelisti stanno vivendo sui video delle costole dei bambini
Stereotipare l'immagine delle immagini
E questo è ciò che l'immagine è!
Ogni singolo essere parla come se il mondo gli appartenesse o come se si tutto si conservasse, e si deve conservare in eterno. Ma una cosa forse l'ho capita nulla dura per sempre tranne i diamanti.. e una cosa l'ho appurata, dai diamanti non nasce niente dal letame nascono i fiori. forse magari ad alcuni ciò che ho scritto sembra delirante o forse lo è, ma In una società decadente, l'arte, se veritiera, deve anch'essa riflettere il declino. E, a meno che non voglia tradire la propria funzione sociale deve mostrare un mondo in grado di cambiare. E aiutare a cambiarlo, questo è quanto succede, questo è quello che fa un artista, agrappiamocci a questa parola, artista, artista, cosa vuol dire artista, chi è un artista? colui che incanta con le sue opere? colui che affascina con le sue creazioni? colui che fa parlare di se?.. io non lo so non mi è ben chiaro, ma se l'arte e soggettiva,come si può stabilire?
Se due persone guardano un opera, ad uno esprime un emozione ed a un altro non dice nulla, come si fa a decidere se è un opera d'arte? e bhu ancora non mi è chiaro, come non mi è chiaro perchè del ducotone usato per imbiancare i muri va bene, e del ducotone usato per creare forme sui muri non va bene. bhu mi sento confuso io non voi che leggete.
l'arte come il suono, è la terra di nessuno, forse è per questo che la vogliono distruggere, perchè non può avere un padrone ,e quindi non può essere controllata.
l'arte è come il vento, non può essere fermata, e non capiscono che gli fanno solo perdere tempo.
(pensa uomo pensa!).

- dedotto dell'essenza -
ame 2013-12-19 17:39:42
... credo che i graffiti siano nati proprio per agitare tutti quei benpensanti che si scandalizzano alla loro vista, queste violazioni del contesto, questa arte disprezzabile che conquista non solo la visibilità ma anche il grigio spazio urbano: non è la città che schiac cia l'arte ma l'arte che si riprende uno spazio anche illegale a volte... l'arte è la creazione consapevole di un artista e lo sa l'artista e a volte nemmeno lui ma non è certo il popolo bue che ha il compito di decidere se l'erba che divora è arte o è gramigna... così come non è la gente se decide se una rosa è una rosa...
la gente chiama arte anche la pubblicità e il disegno di moda degli abiti ma a me pare che siano qualcosa di molto diverso dall'arte...
D'accordo nel pensare che Blu è un artista che la città non merita e che è quasi logico e normale che le sue opere non ci siano più, a parte una come dice Linda e mi piacerebbe vedere dov'è...
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura