SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Senigallia, l’UAAR replica a Perini sulla accuse di discriminazione

"Il trattamento ai Manifesti UAAR sono le prove delle discriminazioni"

2.188 Letture
commenti
'Dieci milioni di italiani vivono bene senza Dio'

Relativamente agli atti vandalici perpetuati a danno della campagna pubblicitaria dell’UAAR, anche nelle giornate di ieri, nelle città di Ancona, Osimo e Senigallia, ed in riferimento all’intervento del Consigliere comunale di Senigallia appartenente all’UDC, Maurizio Perini, ci vediamo costretti ad intervenire ancora per rispondere alle sue affermazioni.

Punto primo, dai nostri poster non si capisce dove il Perini possa aver rilevato una provocazione, a danno di chiunque. Si tratta di una campagna pubblicitaria di un’associazione di non-credenti, rivolta esclusivamente ai tanti non-credenti del nostro paese, che vivono bene senza quella “D”.

Anche sul fatto che “nessun cattolico si sia mai permesso di denigrare, offendere o discriminare” i non-credenti, o comunque chi non la pensa come i fedeli cattolici, si avrebbe di che ridire. E lo potremmo fare attraverso una copiosa lista di casi, e di fatti supportati non solo dalla Storia, ma anche dalle cronache quotidiane dei nostri giorni. Si vedano, come piccolo esempio, le frasi offensive dell’Emerito Vescovo di Senigallia Odo Fusi Pecci, sugli omosessuali e su chi si batte per i loro Diritti, rilasciate nel pieno del clima da “spirito di amore cattolico”, che caratterizza il Natale.

Dunque continuare a farsi beffe dell’intelligenza dei cittadini italiani, asserendo che i rappresentanti di “D” in terra, non siano ingerenti proprio sulla realtà giuridica di questo paese, o peggio ancora, ignorare volutamente le contraddizioni evidenti nella Carta Costituzionale del nostro paese, che concede privilegi ai fedeli di una sola religione (la solita) attraverso il Concordato, rendendo praticamente ridicola la piena attuazione del Principio di Uguaglianza fissato con l’Art. 3, è davvero il punto più basso che taluni faziosi politici come il Perini potessero raggiungere.

Le leggi che sono state approvate su divorzio ed interruzione di gravidanza, sono state approvate con il consenso degli stessi cittadini “cattolici”. Segnale che dovrebbe far riflettere sul numero di “cattolici” veri, fedeli alla dottrina di questo paese.

Nulla di tutto il resto che viene asserito nell’intervento a mezzo stampa di Perini, per minimizzare gli atti vandalici reiteratisi a più riprese a danno dei poster UAAR, da un’indiscutibile mano fondamentalista cattolico-cristiana, può trovare un qualche fondamento. Ne l’Europa pluralista perché “giudaico-cristiana”, ne l’affermazione, per l’appunto senza prove, dell’uomo ad immagine e somiglianza di “D”.

Ad ogni modo, per  dimostrare al nostro Consigliere comunale dell’UDC, in cosa si concretizzino le discriminazioni che i non-credenti atei ed agnostici subiscono nel 2013, nella sorridente provincia marchigiana di Ancona, abbiamo ritenuto opportuno allegare a questa nostra risposta, alcune foto scattate ai nostri poster e manifesti. In questo caso,il simbolo del “sacro cuore di Gesù”, proprio della resistenza cristiana della Vandea (e di numerose associazioni fondamentaliste ed integraliste cattoliche), smentiscono categoricamente le affermazioni di Perini.

La speranza è che una volta per tutte, Perini si ravveda di certe sue opinioni non condivisibili, si informi meglio, e più di tutto, da buon rappresentante politico, cominci a condannare certi gesti violenti anziché sminuirli. Minimizzare, o non dissociarsi completamente da taluni comportamenti violenti ed azioni discriminatorie, ne facilita una futura ed ulteriore loro reiterazione.

Commenti
Ci sono 9 commenti
Cornelio 2013-06-27 09:22:31
Lasciate stare Perini! Cerca i voti come il tartufo!
L'intervento di ieri era a dir poco ridicolo e può essere che qualche tartufo che gli crede l'ha pure trovato... ;-)
Movimento Razionalista It. 2013-06-27 11:20:04
La miglior risposta per i Perini e per i talebani buonistoidi e qualunquistoidi è un tornado anti clericale e anti berlusconiano alle prossime elezioni, spazziamo via senza se e senza ma certi partiti medievalisti e certi personaggi che pasteggiano sulla superstizione e sul qualunquismo ipocrita e inutile.
David Stirling 2013-06-27 11:41:00
Ahah! Creazionisti contro Evoluzionisti!!! Ma è ormai noto che l'Universo è stato Creato dal Prodigioso Spaghetto Volante, che con i suoi tentacoli pappardellosi guida l'Evoluzione a suo piacimento... E' così da sempre, dall'Alba dei Tempi, da quel Big Bang che fu provocato dal Mostro di Spaghetti Volante dopo una notte di bagordi.
Convertitevi al FlyingSpaghettiMonsterism: abbiamo bassi standard morali, ogni venerdi' è festa religiosa (e festeggiamo il lato ludico-culinario di tutte le festività di tutte le altre religioni), e in paradiso ci aspetta un Vulcano di Birra e una Fabbrica di Spogliarelliste (o Spogliarellisti, per le donne - per i gay ci stiamo attrezzando ma sono i benvenuti, non facciamo discriminazioni, noi)!
Cittadina Senigalliese 2013-06-27 13:46:23
Con tutto quello che sta succedendo in italia, la grandissima crisi che ci sta schiacciando tutti, la gente che non ha più soldi nemmeno per comprarsi il cibo ecc....ecc.....stiamo a parlare di queste emerite stronzate? e contiuare a investire soldi in pubblicità e articoli sui giornali...ma non vi vergognate? nessuno ha più una coscienza....e non aggiungo altro per non essere offensiva...visto che sono superiore e non mi metto al pari di certa gente!!!
O. Manni
Paul Manoni 2013-06-27 15:28:50
@Cittadina senigalliese, aggiungi pure tutto ciò che vuoi. Sii anche offensiva, se lo ritieni opportuno. Ma quando avrai finito di lamentarti con l'UAAR, per un comunicato stampa di risposta ad un politico rappresentante delle Istituzioni, ti renderai conto che per "le cose importanti" come la crisi, la scarsità di soldi e via dicendo, devi andarti a lamentare proprio da chi ti rappresenta a livello politico. L'UAAR è un'associazione con uno statuto e degli scopi ben precisi, che esulano dall'occuparsi della crisi finanziaria. Quindi a doversi vergognare, dovrebbe essere chi, anzichè occuparsi dei problemi dell'Italia che si prefigge si risolvere, si occupa dei nostri primi cartelloni affissi dal 1984 (!). Ma c'è di più...Per quanto possa essere mai costata all'UAAR (che si AUTOFINANZIA!), questa campagna pubblicitaria, ti invito cortesemente ad informarti quanto ci costa la sola religiona Cattolica, s questo dettagliatissimo sito: www.icostidellachiesa.it
un corsetto di grammatica 2013-06-27 18:37:04
Con tutto il rispetto, faccio fatica a comprendere il commento di cittadina senigalliese. Che c'entra la crisi finanziaria, il fatto che ci siano famiglie che non possono comprarsi da mangiare e via discorrendo con i cartelloni dell' UAAR? Anche perche', tra l'altro, smettere di spendere soldi in pubblicita' e articoli sui giornali (come intendo suggerisca di fare la commentatrice) costituirebbe una ulteriore misura repressiva dell'economia.
O. Manni
Paul Manoni 2013-06-27 18:58:05
@un corsetto di grammatica, noi dell'UAAR facciamo la colletta pure per fotocopiare i volantini delle nostre iniziative. Figurati se ci sia mai passato per l'anticamera del cervello di pagare per degli articoli di giornale (!). Se vogliono, i giornali ci pubblicano ciò che spediamo loro a livello di comunicati stampa. Altrimenti "ciccia" e ce ne facciamo una ragione. Per questo motivo abbiamo quasi del tutto smesso di spedire comunicati stampa ai quotidiani (che tanto non ci pubblicano), e ci limitiamo ai soli siti di notizie on line. Peraltro, senza essere troppo maliziosi, due dei tre quotidiani locali appartengono ad un parente stretto del Segretario dell'UDC...Figurati se passerebbe mai per l'anticamera del loro di cervello, di pubblicarci qualcosa. :D
Rachele 2013-06-27 22:19:20
Sono credente, in quel Dio di più o meno tutte le religioni rivelate, anche se molto a modo mio. E' vero, Dio, quello della Genesi non si vede, ma ho fede che ci sia. Ma la mia famiglia non è cattolica e così io, che adesso ho 40 anni, da bambina mi ritrovavo di fronte al crocefisso a scuola coi miei compagni che facevano il segno della croce e io no. Ero l'unica di tutta la scuola. La maestra abbozzava ma si vedeva lontano un chilometro che l'idea che io e la mia famiglia non fossimo cattolici le dava fastidio, come le dava fastidio doversi inventare qualche altra cosa per me da farmi fare al posto del lavoretto per Natale. Forse è per questo che non riesco nè a comprendere il pensiero di UAAr, nè di chi si "offende" PER IL Pensiero di UAAr: la fede, o la mancanza di fede secondo me non si sventolano, nè si appendono sui muri delle strade, non sono oggetti da rèclame.
O. Manni
Paul Manoni 2013-06-29 03:47:27
@Rachele, a prescindere che un Ateo ha una fede come un'uomo calvo ha un'acconciatura, ma vorrei farti solo notare che l'UAAR non ha sventolato nessuna "fede". Si tratta di una pubblicità di un'associazione di non-credenti, rivolta ai tanti non-credenti di questo paese. Quattro sono i messaggi di questo manifesto che motivano le loro affissioni: atei e agnostici sono tanti, vivono generalmente bene, spesso sono discriminati (a partire dalla stessa legislazione), e in questo caso c’è chi è al loro fianco per aiutarli.
Un credente tipo "Perini" che si offende per quei poster, dovrebbe seriamente chiedersi come mai, tanti atei o agnostici in Italia, non si offendono di fronte a poster religiosi, dove c'è scritto "Dio esiste" o "Gesù è risorto" o altri manifesti a sfondo simile. O quantomeno chiedersi come mai, nonostante le tonnellate di manifesti a sfondo religioso che vediamo intorno a noi, nessuno di questi sia mai stato vandalizzato ripetutamente da non-credenti in quanto tali, o da soci UAAR. Un'ultima cosa...Il trattamento che ti veniva riservato a scuola, dalla maestra infastidita perchè non facevi parte del "gregge", è la prova conclamata che nel nostro paese, esistono discriminazioni nei confronti di chi non è cattolico. Pensa, l'UAAR nacque nel 1984, e fu fondata da alcuni Professori che contestavano l'inserimento dell'Insegnamento della Religione Cattolica (IRC) nel Concordato, come materia scolastica nelle scuole pubbliche. Fondarono questa associazione proprio per difendere i Diritti degli alunni che non si avvalevano dell'IRC.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura