SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Ristorante Vecchio Ranch

Violenza e alcol: la polizia sequestra diverse armi nel senigalliese

Fucili e pistole sequestrati ad un 50enne di Monterado e un 74enne di Marzocca

5.297 Letture
commenti
Polizia di Senigallia, sequestro di armi: fucili, carabine e pistole

La Polizia di Senigallia intensifica i controlli sul territorio in merito alla detenzione di armi e al possesso dei requisiti per il porto d’armi. L’attività ha condotto gli agenti al sequestro di un considereveole numero di armi da caccia e non solo a persone che, per vari problemi, non erano più in grado di garantire l’incolumità di familiari o cittadini.

Accertamenti che la Squadra di Polizia Amministrativa del Commissariato P.S. di Senigallia ha posto in essere dopo alcuni comportamenti gravi da parte di persone già in possesso del porto d’armi.

In particolare, gli agenti hanno proceduto al sequestro di ben 15 fucili, 2 carabine e 3 pistole nei confronti di un 50enne di Monterado: quest’ultimo, in preda all’alcool, si era reso protagonista prima di una lite all’interno di un night club della zona e poi di minacce di morte e frasi ingiuriose verso i poliziotti intervenuti a placare gli animi.
Venuti meno i requisiti di legge per la detenzione delle armi, la Polizia Amministrativa ha proceduto al ritiro immediato.

Altro sequestro è avvenuto invece a Marzocca di Senigallia, dove un 74enne, colpito da gravi problemi di salute, teneva comportamenti particolarmente aggressivi e violenti all’interno del proprio nucleo familiare. Al fine di evitare peggiori conseguenze per l’incolumità dei parenti e di altre persone circostanti, si è proceduto all’immediato sequestro, cui conseguirà l’emissione del decreto di divieto di detenzione delle armi.

Altri controlli a tutela della collettività, promette la Polizia, avverranno regolarmente nei prossimi mesi.

Commenti
Ci sono 4 commenti
Michele 2013-05-25 16:28:47
Sarà, ma secondo me qui c'è qualcosa che non quadra, sono il primo a dire che certi soggetti non possono detenere armi ma sarà veramente la tutela della collettività che spinge al disarmo forzato? Gli ultimi fatti hanno dimostrato chiaramente cosa può fare un pazzo con un piccone o una mannaia, non serve un arma da fuoco ma un cervello malato per compiere certi atti. Cosa faranno la prossima volta un bliz in tutte le macellerie per sequestrare le mannaie? O nei cantieri per sequestrare i picconi? Abbiamo nn governo non eletto dal popolo, controllo totale delle finanze, popolazione ridotta alla fame, disarmo forzato dei cittadini,vuoi vedere che in questo baratro di cui parlano tanto ci siamo già finiti e prima di dircelo se ne guardano bene.
simona 2013-05-25 18:14:57
Si Michele hai ragione.. ma io sono rimasta al vedere sta foto. tutte queste armi per 2 persone ? e con le pistole che ci devono fare ?
Michele 2013-05-25 21:32:29
Simona capisco che certe cose soprattutto se poco conosciute possano incutere timore, soprattutto con i giornalisti che più che riportare le notizia fanno terrorismo. Io sono assolutamente contro la caccia ma esiste anche il tiro sportivo che non ha niente a che vedere con gli omicidi ne la violenza ma si tratta semplicemente di uno sport, viene praticato in ambienti idonei e non da fastidio a nessuno. Ora come ho detto prima se l'individuo è pericoloso DEVONO evitare che questo abbia delle armi tuttavia il fucile è solo uno strumento, un arco o una balestra li compri in qualsiasi caccia e pesca senza nessuna visita ne controllo eppure sono letali come un amra da fuoco, fai più danni con una bombola del gas in un condominio che con una pistola per intenderci. In questo paese si tende a rispettare solo quello che ci fa comodo senza pensare che magari altre cose possono stare a cuore ad altre persone.
O. Manni
Paul Manoni 2013-05-26 15:57:11
Il discorso fila @Michele, ma tutta quella roba non è stata sequestrata "random" a normali cittadini che possiedono armi, ma a due specifici soggetti che sono stati coinvolti in situazioni più che rilevanti, al fine della detenzione di un'arma. Il primo "genio", ubriaco, attacca brighe in un night club, e minaccia di morte gli stessi agenti di Polizia (!). Il secondo "fenomeno" si dava alla pazza gioia con la violenza domestica. Di solito i cittadini si lamentano perchè le autorità di PS, "arrivano sempre dopo" che qualcuno ci lascia la pelle, o che vengono consumate violenze nei confronti di donne in ambiente domestico. Adesso ci lamentiamo se intervengono PRIMA che tutto questo accada??? Suvvia, è mai possibile che non siate mai contenti??? P.S: Non sono i giornalisti che fanno "terrorismo", quando le armi vengono sistemate su un tavolino della Polizia di Stato. I giornalisti fanno il loro lavoro e basta...Almeno in questo caso.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura