SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Fusione tra Ripe, Monterado e Castel Colonna: il 92,7% sceglie il “si”

Risultato plebiscitario quello al referendum del 19 e 20 maggio. I DATI

4.564 Letture
commenti
Monterado-Ripe-Castelcolonna unite in Trecastelli

Un plebiscito. Il risultato del voto sulla fusione dei tre comuni della Valmisa – Castel Colonna, Monterado e Ripe – è un forte, chiaro e netto “Si” al nuovo ente comunale che raccoglierà una popolazione di oltre 8.000 abitanti. Dalle urne è emerso che ben il 92,7% dei votanti ha espresso parere favorevole alla fusione e alla creazione del nuovo super-comune.

In totale più del 49% degli aventi diritto al voto (6.153 in totale) ha partecipato alla consultazione referendaria. Un dato per certi versi atteso quello di lunedì 20 maggio, che ha visto crescere il flusso alle urne dei 3.021 elettori nonostante il primo dato sulla consultazione (quello di domenica 19) non fosse dei più incoraggianti. E invece, alla chiusura dei seggi, avvenuta alle ore 15 di lunedì, si è avuta la certezza che praticamente la metà degli elettori ha scelto di votare.

Qualche dato sul referendum. Il comune dove si è registrata la maggiore affluenza alle urne è stato Castel Colonna (il 52,2%), segue staccato di poco Ripe (51,6%), mentre quello con la minore partecipazione è stato Monterado (il 42,7%).
A Ripe hanno votato in 1778 cittadini: 1698 hanno scelto il “si” e 75 il “no”. In pratica il 95,5% era favorevole alla fusione e lo ha ribadito nell’urna.
Castel Colonna ha visto 476 votanti di cui 439 per il “si” (92,2%) e 36 per il “no”, mentre a Monterado, su 767 votanti, i “si” sono risultati essere 662 (86,3%) contro 101 “no”.
In totale sono stati 2.799 i “si” (il 92,7% dei votanti ma il 93% se rapportati ai voti validi), 212 i “no”, 7 le schede bianche, 3 quelle nulle

Soddisfazione tra i promotori del referendum e i cittadini le cui amministrazioni hanno iniziato un iter che porterà alla creazione di un nuovo ente con notevoli vantaggi in termini di contributi, gestione unificata e risparmio economico.
Il vicesindaco di Monterado Cristian Mazzoni punta l’accento non solo sulla novità della scelta, unica per le Marche, ma anche sul fatto che se dalle liste elettorali (in cui erano comprese molte persone che si trovano all’estero) venisse sottratta quella porzione di elettori all’estero, la percentuale di quanti si sono recati alle urne sarebbe ancora maggiore, probabilmente sfiorando il 60%.

Ancora incertezza sull’indicazione del nome del nuovo municipio: il sondaggio, a titolo puramente indicativo, darebbe tra le ipotesi più gettonate quello di “Tre Castelli” o “Tre Colli“, anche se ancora si dovrà attendere che l’iter faccia il suo corso in Regione prima di ottenere un verdetto significativo per la scelta della nomenclatura.

Commenti
Ci sono 7 commenti
stefano 2013-05-20 23:03:03
Insomma, a quanto si legge non vota nemmeno il 50% degli aventi diritto. Nonostante la grancassa suonata da amministratori, politici, rappresentanti di categoria (imprenditori,artigiani). Verrebbe da dire che la voglia di ( a freddo?) dei tre comuni non è che fosse ai primi posti dei "desiderata" dei cittadini.
Va a finire che il vilipeso "campanilismo" è maggioranza rispetto ai voli pindarici del modernismo.
E poi quell' argomentare sugli elettori all'estero è proprio terra a terra.
Laura 2013-05-21 09:38:23
Qui non si tratta di campanilismo. Si tratta di una scelta, anzi di una possibilità di scelta che è stata data.Un 49% complessivi su tre comuni, con picchi del 52% ritengo sia un buon risultato. Mi chiederei piuttosto quali sono le motivazioni di chi non è andato a votare, astenendosi cosa dimostra? Non certo il disaccordo ma piuttosto forse un nocivo disinteresse. Parlerei piuttosto di responsabilità e non di campanilismo, che è bell e morto. Se a pesare su un referendum del genere fosse stato il campanilismo allora avrebbe vinto il no. la gente si sarebbe mobilitata. Non e' accaduto. le nostre comunita' han dato prova di intelligenza e sensibilita'. Ora è giusto che i cittadini pretendano un percorso trasparente e proficuo da tutti i punti di vista, non esclusivamente economico. Non mancheranno, sono certa, ulteriori occasioni di confronto con le amministrazioni.
stefano 2013-05-21 11:07:12
Beh! se possibilità era , mi pare che sia stata non bene accettata. Se responsabilità era allora anche questa è bel e morta al campanilismo. Un referendum che non raggiunge ,nonostante i toni da fanfara della vigilia e nonostante gli sponsor "di peso", il 50% (patetico buttarla sui picchi del 52%!!) dovrebbe far pensare. Un tempo si sarebbe detto che il referendum non ha raggiunto il quorum . Ma tant'è, viviamo tempi indecifrabili e dalle fumose normative.
Comunque, buona fortuna.
Luca 2013-05-21 12:26:15
la gente che non vota non dovrebbe poi lamentarsi però ...
magari può lasciare scheda bianca, nulla ecc..
io toglierei proprio il quorum! chi non gliene frega niente non dovrebbe influenzare la votazione
Laura 2013-05-21 16:03:43
Quorum non è indice di democrazia. Neanche il si è garanzia di una scelta giusta. Ma chi voleva che la propria idea valesse e andato a votare, per il si o per il no. Patetico mi sembra il tentativo di far passare l' astensionismo un fallimento. Anche questa una scelta, rispettabile fino a che non incide su tutti.
Laura 2013-05-21 16:06:14
Fallimento di questo referendum intendo... Non in generale.
stefano 2013-05-21 17:37:51
Vedo che il discorso prende una piega da ping pong , e non mi piace ( e nemmeno volevo che diventasse tale).
Tra l'altro non ho usato nemmeno la parola fallimento e non mi piace che mi venga messa a viva forza in bocca. La democrazia ,fino a prova contraria e in particolare nei referendum, prevede la partecipazione e non la partecipazione che è anche essa , a meno che non sia dettata da puro menefreghismo, una forma di esprimere la propria opinione. Quello che volevo dire , e lo ripeto, è come un referendum altamente sponsorizzato abbia poi visto una ,vogliamo dirla così, non "eccelsa partecipazione".
E qui chiudo davvero rinnovando ancora l'augurio di una buona fortuna. Bonne chance .
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura