SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Circo Moira Orfei vs Senigallia: il TAR dà ragione ai circensi

Il comune aveva rifiutato l'autorizzazione agli artisti itineranti perché usano animali nel loro show

6.367 Letture
12 commenti
Gli animali durante uno spettacolo circense

La diatriba tra il Comune di Senigallia ed il Circo Moira Orfei finisce di fronte ai giudici del TAR che, dal canto loro, sembrano dare ragione su tutta la linea, ai circensi.

Il TAR di Ancona infatti, ha accolto il ricorso presentato dal Circo Moira Orfei che si era visto rifiutare l’autorizzazione di esibirsi nel Comune di Senigallia, con motivazione: ‘divieto agli spettacoli con animali‘. Per i loro spettacoli infatti, i circensi si avvalgono dell’utilizzo di tigri, leoni, elefanti, cammelli e zebre.

Il comune aveva negato l’autorizzazione al circo, richiamandosi al regolamento comunale sulla “tutela degli animali” vigente dal 2009. Il Tar, ha ribaltato questo divieto a favore degli artisti itineranti, stabilendo nel dettaglio che “come ritenuto da una condivisibile giurisprudenza (ex plurimis, TAR Bologna, II, n. 470/2012), l’esercizio da parte dei Comuni del potere regolamentare in materia di vigilanza igienico-sanitaria o di tutela degli animali non può mai portare al divieto di svolgimento di attività che sono consentite in base a specifiche disposizioni di legge. Ciò sia per un problema di gerarchia delle fonti di produzione normativa (essendo il regolamento cedevole rispetto alle fonti primarie), sia perché l’ordinamento costituzionale (art. 120 Cost.) vieta agli enti territoriali di porre ostacoli alla libera circolazione delle persone e delle cose e di limitare l’esercizio del diritto al lavoro in qualsiasi parte del territorio nazionale“.

Precisa ancora il TAR: “In subiecta materia, la corretta attuazione del precetto di cui all’art. 41 Cost., per la parte di competenza dei Comuni, consiste nell’adottare norme regolamentari che prevedano specifici adempimenti a carico dei gestori dei circhi e di altri spettacoli analoghi, funzionali a tutelare la dignità e la salute degli animali impiegati negli spettacoli, ma che siano proporzionati allo scopo e che non costituiscano surrettizi divieti all’esercizio di un’attività economica prevista e riconosciuta da specifiche norme statali“.

Il TAR rileva nel regolamento del Comune di Senigallia anche “una sorta di preconcetta ostilità nei riguardi dell’attività circense“: “Non si comprende perché il divieto posto dalla norma non si applica alle gare ippiche svolte in luoghi autorizzati (quando costituisce dato di comune esperienza che proprio nel settore dell’ippica si registrano numerosi abusi a danno degli animali, quali ad esempio pratiche di doping anche nelle corse che si svolgono negli ippodromi autorizzati) e alle esposizioni agricolo-zootecniche (in occasione delle quali molto spesso gli animali sono costretti a permanere molte ore in gabbie di ridotte dimensioni e a subire analoghi stress). La verità è che nessuna attività che preveda l’impiego di animali è in sé “buona” o “cattiva”, la differenza essendo legata al rispetto che l’esercente l’attività ha per l’animale, per cui l’unica via per tutelare gli animali è imporre una serie di obblighi e divieti funzionali a tutelare la loro salute e il loro benessere e controllare il rispetto di tali prescrizioni“.

Commenti
Ci sono 12 commenti
Rachele 2013-04-08 14:01:04
E' chiaro che se leggi antiche difese da lobbies difendono questo genere di spettacolo non vuol dire che in sè lo spettacolo vada perpetrato. Troppa gente con sa cosa si nasconde dietro il circo con animali. E non vuole saperlo. Dice:"Sa. il bambino ci vuole andare!". Ma non perdiamo tempo a spiegare al bambino che ogni essere vivente è nato per non essere lo schiavo di nessuno. Fago e così il bimbo non fa le bizze.
Dicevano che non si potevano fermare i bancarellari di animali e invece... Forse è solo una questione di tempo per il circo.
"Verrà il giorno in cui si giudicherà dell'uccisione di un animale come di quella di un uomo", disse il tale Leonardo da Vinci tanti secoli fa. E prima o poi verrà quel giorno anche per farli vivere secendo le loro caratteristiche etologiche.
La verità scomoda di questi circensi è che non vogliono riconvertirsi agli spettacoli di sole persone perchè farebbero troppa fatica. Meglio sfruttare animali. Infatti ci sono famiglie circensi che fanno guerra a quelli di loro che sostengono il circo senza animali. Perchè? E continuiamo a finanziare uno spettacolo che DA SOLO non si alimenta più perchè perde progressivamente consensi (http://www.enpa.it/it/uffici/DossierCirco.pdf). Ma perchè se la mia ditta non vende più abbastanza devo chiudere e loro devono prendere i nostri soldi come sovvenzioni? Un invito ai genitori. Anche in questo campo bisogna educare i nostri bambini: al rispetto delle esigenze degli altri. Di tutti.
http://www.agireora.org/circhi/
http://www.agireoraedizioni.org/materiali/bambini-animali-circhi-zoo-low.pdf
gio 2013-04-08 16:52:09
Che tristezza perdere così il più grande spettacolo del mondo
I circensi amano gli animali
Li considerano come esseri umani e questa e na cosa risacchiuta
Parliamo poi degli animali quando poi li alleviamo e li trattiamo come bestie semplicemente per sfamare i nostri appetiti
Come è il caso degli agnelli a pasqua
I circensi co.e i cacciatori amano gli animali
Michele 2013-04-08 17:09:56
A parte il fatto del maltrattamento verso gli animali mi chiedo chi ancora nel 2013 si diverte a vedere una Tigre che salta in un cerchio. Basta boicottare , se non vi piace o pensate che non sia giusto fate come me, non ci andate e spiegate il perchè ai vostri figli.
@gio non ho capito bene cosa intendi, un conto è usare degli animali per sfamarsi come succede in natura dove predatore mangia preda da milioni di anni un altro e utilizzare gli animali per divertirsi facendogli fare cose ridicole o sparandogli.
Rachele 2013-04-08 18:14:07
Sì vabbè, Giò, e io sono la regina d'Inghilterra.
Provo una grande tristezza nel leggere commenti di nessuno spessore, scritti solo per provocare (spero) perchè se chi scrive crede veramente a ciò che scrive non si informa e non sa proprio nulla della questione. E anche questo è risaputo.
Fatti un giro per campagne per vedere come certi cacciatori tengono i loro cani. Poi ne riparliamo.
Su una cosa hai ragione. La coerenza deve indurre tutti a non mangiare carne o alimenti di origine animale.
E anche quel giorno verrà.
gio 2013-04-08 21:59:15
@rachele
se tu sei coerente non dovresti toccare assolutamente cibo di origine animale.
vedo molta gente che sono in teoria amanti di animali e poi a pranzo o cena si ingozzano di carne di animali provenienti poi da allevamenti dove gli animali stanno in gabbie , mangiano solo e mangiano (quella è la loro vita purtroppo , non hanno movimento , e non scappano mai da li; poi raggiunto il peso qualcuno li mmazza.

vedo tanta gente amante degli animali che li tiene chiusi in un appartamento di meno di 100 mq tutto il giorno. Pensate ad un cane o ad un gatto chiuso dentro caso ; l'unico momento di libertà che hanno è quando il proprietario li porta fuori di casa per i loro bisogni.
i mie cani ed il mio gatto stanno fuori di casa, hanno il loro spazio coperto qualcosa come iun garage ed anche di inverno i mie cani si fanno 1.30 ore di camminata, non ci riesco tutti i giorni , ma un giorno si ed uno no , e sono felici di questo...
,,,
Claudia 2013-04-08 22:03:59
Vergogna!!! É cosí che insegnamo l'amore ed il rispetto ai bambini? Nel 2013 ancora crediamo alle favole di una vecchia incerata e truccata? Gli animali nel circo soffrono, muoiono e sono sottoposti a stress, provazioni e comunque ad una sottomissione che, volenti o nolenti, è innaturale. Restituite questi poveri animali, inseiteli in qualche parco facendoli vivere sereni i loro ultimi anni...e poi chiudete anche quelle strutture inutili...l'unico vero circo, l'unico vero spettacolo è quello del cirque du soleil.....cari circensi, non lamentatevi tanto, esercitatevi di più e il vero spettacolo fatelo voi senza animali. Anche le vostre tasche ne gioverebbero........
pie 2013-04-08 22:06:40
Condivido con michele!! Boiccottiamo certi spettacoli e spieghiamo ai nostr figli xche'
Ostrense 2013-04-08 23:03:14
Ok, diventiamo tutti vegetariani
quindi aumenterebbe il consumo di verdura, frutta e vegetali in genere, oltre al latte, alle uova, e altre cosette.
Innanzitutto, per aumentare la necessaria produzione di latte ci sarà bisogno di più mucche da latte. E le mucche da latte, prima di cominciare a produrne devono partorire almeno un vitello.... Quindi aumenteranni i vitelli, e se nessuno se li mangia prima o poi qualcuno dovrà provvedere....... E a quel punto chi ci penserà? Senza considerare che comunque le mucche e i vitelli dovranno mangiare, quindi servirà terreno per produrre il loro cibo, sottraendolo un'altra volta alla produzione di ortaggi, verdure e frumento, così come accade ora.
E queto solo per soddisfare la maggiore richiesta di latte.......
Poi ci sarebbe da parlare delle galline ovaiole, ma mi sono stancato.
Viva la ciccia (consumata moderatamente) e il circo con gli animali, e al diavolo il politically correct. Molti dei bambini di cui parlate non avranno mai l'occasione di vedere animali simili dal "vero". Se voi siete felici di farglieli vedere in TV illudendoli che nella savana o nella giungla campano come desiderano, nascondendo loro che tra qualche anno saranno estinti, fatti vostri. Ma perché impedire a chi non la pensa come voi di portare i propri figli al circo con gli animali?
Antonio Scorsone 2013-04-09 01:20:10
Io,invece sono contento che il Tar,di Senigallia,ha dato ragione alla Nostra Regina,Moira Orfei-Animalisti,guardate quello che succede,nelle foreste africane-Ci sono,ancora i cacciatori,che uccidono gli elefanti-Questi,animali nei circhi,lavorano come degli artisti e ricevono gli applausi,dal publico-Grandi e piccini-Un saluto,da Ravenna.
roberto 2013-04-09 20:43:23
RISPETTO PER GLI ANIMALI E RISPETTO PER LE PERSONE!
OLIVIA 2013-04-10 16:25:44
BASTA CON GLI ANIMALI UMILIATI NEI CIRCHI AI NOSTRI BAMBINI MOSTRIAMOLI NEI LIBRI E NEI FILMATI!!!
Yuri 2013-04-16 04:01:08
Sono davvero senza parole e rimango esterrefatto ogni qual volta mi trovo a leggere commenti negativi sul circo con gli animali e ogni qual volta assisto a manifestazioni di animalisti davanti ai circhi italiani! L'ipocrisia che queste persone dimostrano è, sono convinto, l'insegnamento peggiore che gli adulti possano trasmettere ai bambini! Il circo è arte assoluta che l'uomo ha perfezionato attraverso i secoli! L'amore e il rispetto per gli animali nei circhi italiani è ammirevole! I cosiddetti animalisti dovrebbero trascorrere una giornata con Moira Orfei o qualsiasi altra famiglia circense per vedere la passione, la fatica e il sudore anche nell'accudire gli animali. Io mi preoccuperei di più se fossi in loro, per essere più coerenti con la loro auto-qualifica dei cavalli dopati agli ippodromi, degli animali da macello che arrivano sulle nostre tavole, dalla detenzione delle mucche da latte o delle galline da uova, dei cani addestrati per i combattimenti, del commercio illegale di razze rare o protette, degli animali da laboratorio, della vivisezione, della caccia, del bracconaggio, degli abbandoni estivi, del sovraffollamento dei canili, degli zoo (alcuni) e potrei continuare! Saranno forse in pace con la loro coscienza andando a manifestare e impedire loro di lavorare, contro la nostra costituzione, davanti ai circhi italiani ma quando tornano a casa e si mettono a tavole con una bella bistecca o anche solo con una frittata o semplicemente bevendo un bicchiere di latte, con le loro pellicce nell'armadio e il portafogli di pelle in tasca, saranno poi consapevoli del vero dolore e della morte a cui contribuiscono a portate a milioni di animali? Fin dagli inizi della storia l'uomo e l'animale hanno convissuto: nelle fattorie (quelle vere), nei salotti da compagnia e nello spettacolo dove proprio uomo e animale si confrontano e convivono civilmente! L'umiliazione la provo io verso i miei simili ignoranti e ipocriti che per comprarsi un posto in paradiso accusano chi non conoscono di orrori che loro commettono ogni giorno per davvero!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno