SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Cicconi Massi: “Maggiori controlli delle forze di polizia per la sicurezza”

"La situazione dell'ordine pubblico di Senigallia sta diventando sempre più preoccupante"

1.878 Letture
commenti
Centro Il Maestrale
Alessandro Cicconi Massi

La situazione dell’ordine pubblico nella nostra città sta diventando sempre più preoccupante.  A causa della crisi, che si sta facendo sempre più grave, è esponenziale l’aumento del disagio sociale che diviene sempre più allarmante e tra le conseguenze che tale situazione sta portando, c’è sicuramente quella di un aumento della criminalità.

Non parliamo di grandi eventi, ma della micro criminalità, che però sta portando all’esasperazione i cittadini.
Privati cittadini e soprattutto operatori economici stanno vivendo con sempre maggiore difficoltà questa situazione.
In primo luogo è opportuno ricordare l’encomiabile lavoro svolto dalle forze dell’ordine, che ogni giorno sono impegnate nel territorio, per la tutela dell’incolumità dei cittadini.

Ma i tagli alla spesa pubblica stanno riducendo ancora di più questa possibilità: è noto infatti che le forze di polizia nel territorio hanno sempre meno risorse per assolvere alle loro funzioni.

Per questo motivo chiederò al Sindaco di relazionare in commissione affari istituzionali sulla questione dell’ordine pubblico.  In primo luogo è necessario che le forze di polizia municipale, vengano chiamate a presidiare ancora di più di quanto oggi fanno, il nostro territorio.

Sappiamo che i tagli al bilancio comunale, riducono ancora di più tale possibilità, ma ai cittadini serve rassicurazione e quindi basterebbe aumentare la presenza dei vigili urbani nelle strade, non con la solita finalità di elevare sanzioni per violazione del codice della strada, ma con l’intento di aumentare la sicurezza dei cittadini, ciò in particolare alle ore di chiusura delle attività commerciale.

In questo senso sarà necessario che l’amministrazione si coordini nel migliore dei modi con le altre forze dell’ordine: Polizia e Carabinieri.

Altra opportunità di cui la nostra città potrebbe beneficiare è quella della presenza del Reparto Mobile della Polizia.
Forze di Polizia che operano su tutto il territorio nazionale, ma che proprio per il fatto che si sono stabilizzate a Senigallia, potrebbero compartecipare alla tutela della sicurezza cittadina.

E’ per questo che proporrò al Sindaco di aprire un confronto con Prefettura e Questura, chiedendo che alcune unità del Reparto Mobile, d’istanza a Senigallia, possano essere affiancate alle attuali forze di polizia presenti sul territorio comunale, così da rafforzare la presenza a difesa dei cittadini.

Altra opzione da non trascurare, potrebbe essere quella di organizzare dei gruppi di cittadini volontari, che nelle ore più sensibili, possano presidiare il territorio, evidentemente senza armi di alcun genere, ma solo con l’intento di segnalare alle forze dell’ordine eventuali anomalie o fenomeni di micro criminalità ed in ogni caso per garantire maggiore sicurezza nelle strade della città.

Commenti
Ci sono 8 commenti
mario rossi 2013-01-24 19:03:18
"bisogna intensificare i controlli" la solita frasetta senza valore come dire "buongiorno"!
O. Manni
Paul Manoni 2013-01-24 22:01:04
L'idea di farsi dare un aiutino dal Reparto Mobile, a mio avviso é ottima, sebbene non so fino a che punto possa essere realizzata concretamente. Quella delle "ronde" di cittadini volontari, é un'idiozia...Risparmiatevela.
miramare 104 2013-01-25 00:21:22
Temo che anche la situazione della lingua italiana nelle nostra città stia diventando sempre più preoccupante (vedi incipit). Il Signor Cicconi Massi è proprio sicuro che il reparto mobile sia "d'istanza" a Senigallia? Magari non sarebbe male presentare una “istanza” per avere la certezza che il suddetto reparto mobile resti “di stanza” a Senigallia.
alessandro cicconi massi 2013-01-25 08:46:53
MIRAMARE legga il vocabolario: si può scrivere in tutti e due i modi....ogni tanto apro il vocabolario e prima di scrivere castronerie mi documento....buona giornata.
Rachele 2013-01-25 09:31:24
Ricordo che vari tagli alle forze dell'ordine sono stati fatti dal suo "capo" berlusconi, così che il figlio della mia amica poliziotto si deve pagare i pantaloni di ricambio e altri in giro per l'italia non hanno i soldi per la benzina. E sempre il suo capo dichiara, venemdo poi smentito, che gli hanno ridotto la scorta per metetrlo in pericolo nelle piazze. Gradirei che cicconi evitasse esternazioni populistiche, per favore.
Alessandro Cicconi Massi 2013-01-25 11:26:14
Cara Rachele, vorrei ricordarle che io non ho alcun "capo". Al massimo per tanti anni ho fatto parte di un partito, guidato da Berlusconi che è stato per anni primo ministro del nostro paese. Propio perchè non condivido da tempo le politiche del centro destra italiano e del suo leader, ho lasciato il PDL, criticando le scelte e gli errori commessi. Non so se le mie sono proposte populstiche, credo però siano di buon senso.
miramare 104 2013-01-25 23:37:52
Touché! Ma perché ha risposto con tanta supponenza al mio commento che voleva essere solo simpaticamente ironico? E quindi ho preso il mio buon Zingarelli e ho cercato “istanza”. Una cosa risulta evidente: non si può scrivere in tutti due i modi, come lei sostiene (ma poi... quali sarebbero i due modi? Per lei “stanza” e “istanza” hanno forse lo stesso significato?). “Istanza” (secondo lo Zingarelli) significa “insistenza nel domandare, argomento, richiesta, veemenza, aspirazione” e altro ancora; in nessuna delle sue molteplici accezioni la parola “istanza” fa riferimento alla presenza di un corpo militare (o simili) in una determinata località. E se vorrà consultare il sito dell’Accademia della Crusca vedrà quali sono gli usi che della parola “istanza” vengono fatti. Allora, Signor Cicconi Massi, l’ho seguito bene il suo consiglio di “leggere il vocabolario”? Ma quale è, piuttosto, il vocabolario che lei è uso consultare? Mi piacerebbe conoscerne l’autore. Le concedo comunque che come ultima accezione della parola “stanza” lo Zingarelli riporta anche “+Istanza”: quel + che precede indica però che si tratta di termine “arcaico e disusato”, non quindi una parola appropriata in un comunicato stampa dell’anno di grazia 2013. Le auguro un felice fine settimana
un corsetto di grammatica 2013-01-26 18:53:18
Una di due: o lo Zingarelli e' un dizionario comunista o "leggere il dizionario", come suggerisce di fare il Nostro nel suo goliardico commento, e' altra cosa da "saper leggere il dizionario".
Attendiamo lumi!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS