SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Gestionet

Attentato incendiario a Senigallia: fermato dalla Polizia un 56enne

Svolta a tempo di record nelle indagini sul rogo in via del Molinello. Ustioni sul corpo hanno tradito l'uomo

4.595 Letture
commenti
L'incendio sviluppatosi dopo l'esplosione ha reso inagibile il palazzo

E’ stata confermata la notizia di un fermo di polizia disposto nei confronti di un uomo per quanto riguarda l‘incendio appiccato al condominio di via del Molinello nella notte tra lunedì 26 e martedì 27 novembre.

Si  conoscono solo le iniziali del 56enne F.D., fermato dalla Polizia di Senigallia e della Squadra mobile di Ancona nella zona di Pesaro, ma a quanto si apprende, nel rintracciarlo, sarebbe stato fondamentale sfruttare proprio le affermazioni che lui stesso ha scritto nel biglietto lasciato nelle cassette delle lettere e le dichiarazioni rilasciate agli inquirenti dalla vittima principale di questo attentato, Nives Bigelli.

Il 56enne sarebbe stato tradito dalle evidenti ustioni sul suo corpo, che sarebbero l’effetto delle fiamme accese da lui stesso davanti all’appartamento della donna e nei garage del condominio. Sono frammentarie e non confermate ufficialmente le  informazioni secondo cui ci sarebbero anche delle immagini filmate registrate da telecamere la notte dell’attentato, e quelle che vedono totalmente ribadita la pista passionale. Ci sarebbe infatti una relazione appena troncata, che legava F.D. e la Bigelli. Infine le fotografie della donna, stampate sui volantini pieni di insulti rivolti a lei, all’ex-marito e ad un’amica, sarebbero state in possesso solamente del 56enne, oltre che di lei stessa.

Al momento non abbiamo altri dettagli da fornire se non che le indagini sono state svolte con rapidità e che a distanza di un giorno dall’accaduto (già mercoledì 28 il cerchio era stato drasticamente ristretto) si è giunti all’individuazione di F.D. e al suo fermo.

E’  attesa per il 30 novembre la convalida del fermo da parte del Giudice per le indagini preliminari.

Commenti
Ci sono 6 commenti
rocco 2012-11-29 14:23:57
Chissà che cosa ha fatto questa persona per averne portata un altra a fare un gesto del genere.
O. Manni
Paul Manoni 2012-11-29 15:36:20
Non è che ci volesse Sherlock Homes, o la Sig.ra Fletcher, per torvare il responsabile di questo gesto intimidatorio e criminale. Si poteva ben intuire che un confronto tra ciò che ha scritto il colpevole nelle sue intimidazioni, e la vittima delle stesse, avrebbe portato subito gli inquirenti sulla pista giusta. Adesso sarei curioso di sapere quale sarà il capo d'accusa.
Melgaco 2012-11-29 17:18:07
Col tuo modo di ragionare giustificheresti ogni tipo di crimine
Tom 2012-11-29 22:41:42
Hai ragione Paul, vediamo se la legge italiana come al solito fa finta di nulla. Non gli daranno una pacca sulla spalla e via?
Ci starebbe bene invece, una bella condanna per tentata strage!!
Gigi2012 2012-11-30 06:43:55
Rocco ma che sei intontito?
Adesso la colpa é della vittima e dei suoi condomini?
Ma (....omissis...) te ee quella (...omissis...) di F.D. di 56 anni!!!!!
In galera a vita lo devono mandare, makedetto psicopatico!
rocco 2012-11-30 11:35:37
Carissimo gigi ho cercato di pensare cosa deve aver fatto per portare una persona a compiere un atto del genere ,non ho dato sicuramente colpe ne alla donna ne ai condomini (leggi rintontito)
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno