SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Castelleone, la minoranza vota contro la variante al PRG

"E' solo un tentativo maldestro di cementificare un‘area destinata a bosco urbano"

1.180 Letture
commenti
Mario Cuicchi

Il gruppo Consiliare di “Insieme per Castelleone” ha votato contro alla “Variante parziale al Piano Regolatore Generale Comunale–Adozioni”, presentata nell’ultimo Consiglio Comunale, in quanto è stata individuata una zona, da destinare ad “attrezzature di interesse generali” per la realizzazione di una fantomatica “casa protetta per anziani”, su di un terreno in forte pendenza tra Via Roma e il prolungamento di Via Kennedy, adiacente alla lottizzazione residenziale “Cesarini”.Quello che non ci è piaciuto è che l’intera area è regolata dal vigente PRG come “zona non edificata a verde privato di rispetto” pertanto, volerla eliminare significa voler abbandonare l’idea di poter sviluppare un Parco Urbano in aggiunta al Parco Boschetto, come anche sostenuto nella relazione botanico-vegetazionale, allegata al PRG, redatta a suo tempo dal dott. Antonio Liguori.

Sul piano della localizzazione possiamo dire che l’area oggetto di variante si presenta in una zona in forte pendenza e quindi occorrerà sicuramente dei muri di sostegno nella realizzazione dei nuovi fabbricati dando un aspetto antropico più devastante.

Inoltre, gli indici del Piano previsti (altezza massima m. 10,50 e indice di fabbricabilità fondiaria di 3 mc/mq) produrrebbero una potenziale realizzazione di una nuova edificazione di ben 35.550 metri cubi, ben più dell’edificazione consentita nell’intera lottizzazione residenziale “Cesarini” che è prevista in mc. 34.530,46 (altezza massima m. 7,50 e indice di fabbricabilità territoriale di 0,75 mc/mq).

I Consiglieri di “Insieme per Castelleone”, hanno asserito di essere al paradosso, in quanto l’area oggetto della presente variante di 11.850 mq supererà in volume teorico edificabile la totalità della lottizzazione “Cesarini” che misura ben mq 46.058 e questo non è proprio tollerabile sia per la potenzialità edificatoria sia per la localizzazione di quella cubatura in quel sito.

Nella discussione avviatasi si è anche suggerito un’altra localizzazione per l’ipotetica struttura senza intaccare il carico urbanistico del PRG, prevedendo la zona intorno al Palazzetto dello Sport, della stessa specie (zona F1.2) e con una superficie maggiore (circa 4 ettari) di quella individuata dalla variante adottata.

Insomma, ci sembra un tentativo maldestro di voler cementificare un‘area destinata a Bosco urbano.

Alla luce delle motivazioni esposte consigliamo l’Amministrazione Comunale a voler recedere dalla decisione di procedere all’approvazione definitiva di questa variane al PRG perché sarebbe un altro scempio che sarebbe perpetrato nel nostro Comune.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura