SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Perini: “per Senigallia serve un piano strategico di sviluppo”

Il consigliere comunale: "decidere all'inizio di ogni anno le azioni da intraprendere nel breve e lungo periodo"

Turismo a Senigallia

La programmazione del  futuro della nostra città ruota attorno alla capacità di innovare e programmare. Per farlo occorre dotarsi di nuovi strumenti dinamici e partecipati. Altre città che condividono al nostra vocazione turistica come Rimini stanno adottando dei veri e propri piani strategici.


Si tratta di dare il via attraverso Commissioni – attività economiche e turismo – incontri e approfondimenti con associazioni e amministratori, ad un articolato processo tale da  definire, in modo condiviso e partecipato, la visione e le linee dello sviluppo, indicando al contempo all’inizio di ciascun anno le azioni da intraprendere nel breve, medio e lungo.

Il piano strategico di sviluppo dovrà avere come naturale strumento funzionale ad esso un complesso di norme urbanistiche  “orientate”  e  sulle  quali innestare le azioni per lo  sviluppo.
Si tratta di percorsi destinati  a coinvolgere ogni famiglia, ogni cittadino e soprattutto ogni impresa Senigalliese attraverso il metodo della partecipazione, allargando il discorso alla Provincia, alla Camera di Commercio, alle banche e agli esperti universitari del settore.

Come accaduto in Romagna, occorrerà creare un comitato promotore che coinvolga i vari soggetti e rediga al termine dei lavori un piano in grado di soddisfare le esigenze di un territorio che attraverso il turismo può e deve vincere la crisi.
Lo “step” ulteriore rispetto a quanto fatto dai vicini riminesi dovrà essere quello di coinvolgere le cittadine delle Valli di Misa e Nevola attraverso cui definire le linee guida di intervento a favore dello sviluppo del territorio e dell’economia.
Per questo occorre interessare da subito le competenti commissioni affinché l’Amministrazione dia il via al percorso.

Commenti
Solo un commento
Giovanni Gregoretti
Giovanni Gregoretti 2012-10-03 23:47:12
caro Perini dici cose condivisibili, ma vi sono problemi più estesi da risolvere prima di vedere un turismo un pò più florido. Mi riferisco alla presenza della crisi che sta travolgendo molte realtà economiche un pò in tutta Italia e la gente è costretta a soddisfare i bisogni primari prima di pensare a divertirsi. Se non migliora l'economia in generale presumo che di turisti ne vedremo molti di meno e con pochi soldi da spendere. A mio parere l'economia senigalliese non avrebbe dovuto orientarsi solo sul turismo, ma si dovevano mantenere anche le industrie ed anche le botteghe artigiane che offrivano lavoro, ma questo è un altro discorso.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno

Annuncio immobiliare: cercasi appartamento in affitto a Senigallia