SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

“Punto franco a Senigallia, per ripartire dal territorio con nuovo modello di crescita”

Il movimento Vivi Senigallia plaude alla proposta avanzata dai Senatori Amati, Magistrelli, Filippi e Chiti

1.185 Letture
commenti
Imprese, mercato del lavoro, crisi economica

E’ notizia di giovedì scorso, 13 settembre, che sarà presentato un disegno di legge sull’istituzione dei “punti franchi” ad Ancona e Livorno nei porti, retro porti e aree dedicate. Questo disegno di legge, presentato dai senatori Amati, Magistrelli, Filippi e Chiti, va nella direzione auspicata da tempo da Vivi Senigallia.

Infatti, con tale progetto, si cerca di ottenere una visione ancora più integrata del territorio in previsione di uno sviluppo che abbia basi solide, chiare e soprattutto sostenibili.

Elencare i vantaggi che porterebbe l’istituzione di un punto franco nell’area artigianale di Senigallia sarebbe un compito arduo, visto le innumerevoli agevolazioni previste in queste aree. Basti pensare alle esenzioni sui diritti di confine, dazi doganali, prelievi agricoli, sovrimposte di confine, IVA e tutta la parte che riguarda le imposte sul reddito delle persone fisiche e giuridiche. Inoltre, a ciò andrà aggiunta un’aumentata capacità di attrarre capitali e investimenti nell’area.

Possiamo affermare con certezza che, nell’ottica di una crisi che sta mordendo sempre di più l’Unione Europea, l’Italia e le Marche nella propria interezza, una misura simile andrebbe sicuramente a favore della crescita e dell’occupazione di un territorio che, per proprie peculiarità, si basa su un’economia turistica e non industriale.

Le regioni Toscana e Marche, d’altro canto, godono di una sensibile peculiarità manifatturiera legata ad un tessuto imprenditoriale composto da piccole e micro imprese, e prevedere dei punti franchi nella nostra regione potrà essere di aiuto a tutti gli imprenditori che vorranno costituire, agevolare e sostenere delle vere e proprie “reti”.

Pertanto, con grande e vivo sostegno, non possiamo che applaudire all’iniziativa dei senatori Amati, Magistrelli, Filippi e Chiti. Ripartire dai territori per costruire un nuovo modello di crescita: è questo che sosteniamo con forza e continueremo a farlo, forti della fiducia che i cittadini ci hanno concesso nel 2010.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura