SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Senigallia, oltre alla Tarsu aumentano anche le polemiche

L'Assessore Paci: "Adeguamento necessario, cifre ferme da anni". Liverani: "Rabbia per servizio inadeguato"

Termoidraulica TMS
Rifiuti ad Ostra: la situazione in viale Matteotti

Dell’aumento della Tarsu (TAssa per lo smaltimento dei Rifiuti Solidi Urbani) se n’era già parlato a fine 2011 al momento di votare il bilancio di previsione 2012. Ma ora che stanno arrivando le prime lettere che “certificano” l’aumento del 6% assieme al bollettino per il pagamento, sono in molti i cittadini senigalliesi scontenti.

Perlomeno per chi non ha seguito la vicenda nei mesi scorsi, si è trattata di una vera e propria sorpresa che ha fatto scattare anche un po’ di rabbia.
L’adeguamento delle tariffe è stato pari al 6% per coprire i costi del servizio di raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti solidi urbani, in particolare quelli necessari per l’estensione del servizio di raccolta domiciliare (porta a porta) anche nell’area vasta“. Così recita il testo della comunicazione che in questi giorni sta raggiungendo tutti gli utenti.

Un aumento che rispetta la stima prevista dalla Giunta comunale (salvo conguagli e rimborsi) e che si giustifica – come ci spiega l’Assessore alle Finanze, Francesca Paci – con l’adeguamento ai costi di gestione fermi da diversi anni.
Il contratto con la ditta che ha in appalto il ritiro e il conferimento dei rifiuti in città e in area vasta, l’AIMERI, è scaduto nei mesi scorsi ed è stato prorogato fino a settembre. Poi ci sarà la nuova procedura pubblica e sappiamo che ci dovranno essere degli adeguamenti per i costi del servizio. In caso però di ribasso nell’esito della gara – aggiunge Paci – abbasseremo anche l’adeguamento a carico del cittadino“.

Quando ci proposero il passaggio al porta a porta – commenta il segretario della Fiamma Tricolore Marcello Liveranici dissero che si sarebbe risparmiato, ma finora così non è stato. Inoltre il cittadino paga per un servizio che negli ultimi due anni è diventato pessimo per non dire vergognoso. Ecco perchè la gente è arrabbiata: perché paga – sempre di più – per un servizio inadeguato“.

Commenti
Ci sono 10 commenti
Un povero tra i poveri (di politica) 2012-07-05 13:23:09
"ERA MEGLIO QUANDO ERA PEGGIO"
Mi ricordo quando ci hanno propinato la necessità di effettuare la raccolta differenziata, tutte belle intenzioni con prospettiva di risparmiare ed aiutare l'ambiente. Bene, ci siamo messi la spazzatura in casa, abbiamo creato a nostre spese aree condominiali dove mettere i bidoni del (Comune), sacchetti dell'umido che non ci sono quasi mai, la raccolta dei vari rifiuti che non funziona, lavaggio dei bidoni a nostre spese, bidoni che sono quasi tutti rotti e non vengono cambiati (come se fosse colpa nostra se vengono rotti da chi raccoglie i rifiuti), e la Paci ci dice che i prezzi sono fermi da anni, LE RICORDO CHE DOVEVANO DIMINUIRE, QUANTO CI E' COSTATA SINO AD ORA TUTTO QUESTO?. (memoria corta la Paci o necessità di far cassa visto che non sanno più dove mettere le mani i nostri Professori nominati Tecnici).
"ERA MEGLIO QUANDO ERA PEGGIO"
Franco Giannini
Franco Giannini 2012-07-05 17:15:57
"... Poi ci sarà la nuova procedura pubblica e sappiamo che ci dovranno essere degli adeguamenti per i costi del servizio. In caso però di ribasso nell’esito della gara abbasseremo anche l’adeguamento a carico del cittadino“. Non l'uso di un condizionale, ovvero ostentazione di massima certezza su ciò che si dice e si fa. Due sole le possibilità offerte. O così,...o così. Nelle fiabe alla fine arriva sempre il principe azzurro e tutto finisce, sempre, con un, ... e così vissero felici e contenti... Qua, quella raccontata dall'assessore, è una fiaba che di gà parlando di rifiuti puzza ad un miglio di distanza, ed ancor più se i miasmi esalano dal contenuto del virgolettato. Soprattutto quando leggo quel "In caso di ribasso" ed il suo seguito. Se tutto non fosse tanto tragico, farebbe solo scompisciare dalle risate. Ho parlato di tragico, perchè io vi leggo e presumo, ancora Sub-appalti, per strappare minori prezzi, che porteranno sfruttamento e peggiori servizi, con ancora una volta un CIR33 bel bello che in panciolle, riparato dalla calura estiva sotto l'ombra di una quercia secolare, dovrebbe osservare chi lavora al suo posto, salvo quando non colpito da qualche abbiocco estivo. Altro che abbasseremo anche l'adeguamento a carico del cittadino. Accetto la tassazione, perchè sono obbligato, anche se non la condivido, come non condivido sia il metodo di pagamento ed il doverci pagare anche la tassa del C/C postale, ma gradirei quanto meno che venisse usato un briciolo di buon senso e riflessione, prima di formulare "pensieri" alla "Fornero" che irritano più del cattivo odore degli stessi rifiuti ed offendono l'intelligenza dei cittadini.
isabel 2012-07-05 20:47:00
Perche funziona p. es. in Germania da piu di 40 anni (anche di piu!!) e qua ci sono sempre problemi e lamenti????
fabrizio 2012-07-05 21:38:01
oltre alla tarsu (tassa per lo smaltimento raccolta solidi urbani)il paqamento del bollettino di conto corrente postale costa euro 1.10 cad.
paolo 2012-07-06 09:57:10
Giannini non prevedo un abbassamento alla nuova gara perchè basti vedere come è andata con la vecchia gara fatta 5 anni fa (e secondo me poteva anche andare peggio). Per come è concepita la raccolta differenziata il risparmio del recupero dei materiali è surclassato dall'aumento del servizio capillare come il Porta a Porta integrale specie esteso nell'area vasta. Inoltre si sono raddoppiati i costi di smaltimento nella discarica, ogni pezzo di terra in più occupato con tutto quello che comorta per evitare danni all'ambiente costa in maniera esponenziale. Quì rispondo a Isabel, in Germania hanno i termovalorizzatori quindi non ci sono spazi occupati e da mantenere, ci ricavano pure energia tanto è vero che si prendono i rifiuti anche nostri in primis dalla Campania. La mia idea è quella di eliminare la raccolta capillare della carta, vetro, plastica/metalli domiciliare facendo portare su isole questo materiale riducendo di 3/5 il servizio. In questi mesi ho scoperto inoltre, e di questo ho informato Liverani ed altri esponenti politici locali oltre che il CIR33, pare che esista un sistema migliore del termovalorizzatore e della differenziata e cioè un COMPLESSO ECOLOGICO POLIVALENTE in grado di separare meccanicamente i materiali ed a freddo estrarne carburante, acqua, materiale inerte per le costruzioni ecc... e a costo zero a patto che si porti lì il materiale per trenta anni (tempo necessario per la ditta a recuperare e guadagnare sul costo dell'impianto). Inoltre accettano anche materiale da discarica e percolato facendo si che si possano svuotare le stesso ridando spazio ad altro....direi fantastico e spero a chi più esperto di me possa verificarne la fattibilità (sperando che questa cosa non si affossi per far spazio ad altri interessi che di solito sono di pochi e non creano posti di lavoro). Queste sono le mie idee e ribadisco se vogliamo risparmiare subito togliere il Porta a Porta integrale...non ce lo possiamo permettere.
giacomo 2012-07-06 11:39:23
anno 2003 - euro 84
anni 2004/2005 - euro 258
anni 2006/2007 - euro 279
anno 2008 - euro 285
anno 2009 - euro 288
anni 2010/2011 - euro 293
anno 2012 - euro 311
ora mi spieghi l'assessore cosa intende per costi di gestione fermi da diversi anni !!!?
BlackCat
Dionisio 2012-07-06 13:18:19
Molto molto male. Quando ho visto l'aumento mi sono arrabbiato come una bestia. A fronte di un servizio sempre più scadente (nella mia zona a volte l'organico resta fuori per giorni prima di essere ritirato) aumentano i costi. Tutto al contrario. Complimenti.
La prossima volta le gare d'appalto fatele con criteri di meritocratici e non solo economici, almeno a fronte di una spesa considerevole si ha un servizio altrettanto considerevole. Così non ci siamo proprio. Uno schifo.
paolo 2012-07-07 10:00:45
Scusa Giacomo quanti metri di locale fai riferimento e lo sai quanto interviene il comune sulla tua tassa ? Perchè come ben saprete che con la TARSU voi non pagate l'intera quota ma una buona parte il Comune. Pertanto è bene che vi informiate e capire quanto effettivamente è la vostra parte. Questo perchè al passaggio a TIA (tariffa) sarà tutto a vostro carico e quindi se il comune ad esempio interviene per un 30% questo poi ricadrà sulle vostre spalle. Pertanto spingete ora per capire meglio e pretendere soluzioni all'Amministrazione più economiche rispetto allo stato attuale. Attendo tue info.
Bucaniere 2012-07-07 14:49:54
@Paolo : è dal 2000 ( 12 anni fa ), prima della raccolta differenziata, che a Senigallia la Tarsu è coperta per circa il 100% dai contribuenti.
paolo 2012-07-09 12:19:14
Bene Bucaniere, allora la sorpresa in bolletta con la nuova gara di appalto di Settembre sarà meno pesante. Comunque ho notato che quando si parla di togliere le tre tipologie dal porta a porta per portarle nelle isole e risparmiare nessuno si esprime dandomi ragione....forse volete la comodità e non pagarla come dovrebbe e ripeto fino ad oggi non avete pagato come dovrebbe il servizio attuale. In cinque anni tre ditte si sono occupate della raccolta. Fare il Porta a Porta integrale distrugge i mezzi dalle innumerevoli fermate e partenze fatte anche con celerità per terminare il giro ed il mezzo si guasta. Aprite gli occhi e diamoci da fare se vogliamo risparmiare o meglio OTTIMIZZARE i costi della raccolta differenziata.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno