SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Netservice - Assistenza tecnica hardware, software, reti LAN

Ostra, Fiamma Tricolore: “Non c’è più tempo da perdere”

"I sacrifici vengono utilizzati solo per pagare gli interessi sul debito pubblico e non per il rilancio"

Soldi, euro, banconote, monete

La situazione economica Italiana sta precipitando a vista d’occhio di giorno in giorno ed è giunta l’ora di dire basta ad una politica scellerata che continua a divorare quel poco che è rimasto ai cittadini Italiani. L’Europa ha fallito! L’euro ha fallito!

Ci avevano detto che l’euro ci avrebbe salvato dal baratro. Dopo 10 anni di euro noi cittadini siamo tutti più poveri. Anche lo Stato Italiano è più povero per colpa di una politica che ha permesso la svendita delle migliori aziende pubbliche ai privati.

Il rigore e la pressione fiscale ritenuti necessari per risanare il bilancio e per la ripresa economica non ha ottenuto nessun risultato sperato se non quello negativo di aver provocato numerosi suicidi da parte di piccoli imprenditori completamenti abbandonati e che in alcuni casi vantavano crediti non riscuotibili dallo stesso Stato.

I vostri sacrifici vengono utilizzati solo per pagare gli interessi sul debito pubblico e non per il rilancio dell’economia. È un’emorragia che, se continua ad essere gestita in questo modo, non potrà che portarci nel baratro! Cittadini svegliatevi!

 

Con la ratifica dei Trattati di Lisbona, avvenuta nel 2009 e votata all’unanimità dalla Camera e dal Senato, non contiamo più niente! Il nostro Parlamento, che ci dovrebbe rappresentare attraverso il nostro voto, non è più sovrano e dipende dalle volontà della Commissione Europea. Il Presidente del Consiglio Mario Monti ha più volte dichiarato che l’Italia sta eseguendo i compiti dati dall’Europa. Uno stato sovrano non deve ricevere compiti da nessuno! L’art. 1 della Costituzione Italiana recita così: «L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione».

Oltre l’80% delle leggi italiane sono ratifiche di direttive europee, che in molti casi penalizzano la nostra economia. I nostri parlamentari non rappresentano più gli interessi degli italiani, bensì quelli dei burocrati europei favorendo esclusivamente l’elite finanziaria che sempre più schiaccia il ceto medio della popolazione. L’Europa è rappresentata da stati colonizzatori e stati colonizzati. Siamo tornati indietro di secoli e non ce ne vogliamo rendere conto.

NELL’INTERESSE DELL’ITALIA ORA NON È IL MOMENTO DI LOTTARE PER UNA IDEOLOGIA PARTITICA! UNIAMO LE FORZE E LOTTIAMO INSIEME PER RIAPPROPRIARCI DELLA SOVRANITÀ DELLO STATO, ALTRIMENTI CONTINUEREMO A NON CONTARE NIENTE!

Commenti
Solo un commento
giuseppe 2012-06-16 17:06:20
io semplice cittadino ignorante in materia finanziaria ed economica dal primo giorno che uscito questo schifo di euro dal bancomat mi sono sentito povero più passavano giorni mesi anni e più povero sono diventato hanno messo l italia e l europa nella miseria più nera torniamo alla nostra moneta tutti i paesi europei e vediamo cosa succede ormai più poveri di cosi si muore speriamo che la grecia sia un trampolino di lancio .
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura