SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Senigallia: la Fiamma Tricolore raccoglie 256 firme per abbassare l’Imu

Marcello Liverani: "un grande risultato in sole quattro ore"

Marcello Liverani

Un sincero ringraziamento a tutti coloro che sono venuti a firmare la petizione per chiedere al Sindaco di Senigallia, Maurizio Mangialardi, di abbassare l’aliquota IMU sulla prima casa allo 0,2%, di rimettere le detrazioni come prevede la Legge e come due Comuni in Italia hanno già fatto: Polistena e Potenza Picena.

Un grazie di cuore a quanti sono venuti a firmare, a parlare e a conoscerci. C’è stato sicuramente un piacevole interesse per la questione proposta: al di là del proprio credo politico sono contento che hanno firmato anche persone lontanissime dai nostri ideali.

Quattro ore di banchetto a P.zza Roma e 256 firme!

Con un semplice gesto, i senigalliesi ci hanno tranquillamente fatto capire che vogliono avere sull’abitazione principale e sui beni immobili che non producono reddito, l’aliquota IMU al minimo.

Perché? Il 21 dicembre scorso con squilli di trombe e rullo di tamburi, Mangialardi si vantava di essere uno dei primi sindaci della regione Marche ad approvare il bilancio preventivo 2012.

Documento che pur aumentando Irpef, Tarsu e introducendo la tassa di soggiorno non prevedeva l’IMU. Supertassa che infatti veniva approvata in Parlamento con una maggioranza bulgara (PD-PDL-UDC) nei giorni seguenti (GU n.300 del 27 dicembre 2011 – Suppl. Ordinario n. 276).

E, nonostante le perplessità della Sig.ra Allegrezza e del consigliere Magi Galluzzi, nella seduta del 29 marzo scorso venivano approvate le aliquote allo 0,4% per l’abitazione principale e 0,79% per i beni strumentali.

Che cosa voglio dire? Che le entrate dovute all’IMU, per il Comune di Senigallia rappresentano un extra-gettito, cioè molti soldi in più rispetto al bilancio approvato a dicembre.

Ed allora, perché non stabilire, come prevede la legge le aliquote al minimo (rispettivamente 0,2% e 0,1%)?

Perché invece dei soli 50 euro, non utilizzare tutte le detrazioni in modo tale che l’80% dei piccoli proprietari, i piccoli commercianti, gli artigiani, le attività legate all’agricoltura, le famiglie monoreddito, le giovani coppie che pagano il mutuo, i pensionati possano ritenersi esenti? Perché facciamo pagare questa crisi finanziaria voluta dalle banche (e dai suoi ex-dipendenti) al ceto produttivo e alle fasce più deboli della popolazione?

La Fiamma Tricolore, visto il successo della petizione, nei prossimi giorni trasformerà le firme raccolte in azione politica, con un’iniziativa rivolta sempre a favore dei cittadini e del bene comune ovviamente.

Cercheremo di mettere in seria difficoltà questa amministrazione completamente sorda ai veri problemi dei suoi cittadini.

Cercheremo in ogni modo possibile e legale di far capire la differenza che intercorre tra chi veramente ha a cuore la città, a chi la abita, a chi sempre con maggiore difficoltà arriva a fine mese e chi invece si riempie la bocca di bei paroloni, ma alla resa dei conti non “produce” nulla che possa veramente portare un minimo aiuto.

Ci proveremo dicevamo, ben sapendo che sarà difficile avere una risposta positiva da questa Giunta che ci vede come il “fumo negli occhi”, ma sarà proprio la mancanza di risposte e azioni che “inchioderà” il Sindaco Mangialardi davanti all’evidente e continua dimostrazione che i cittadini vorrebbero essere rispettati, vorrebbero vedere delle politiche in loro favore e non sentire solamente tante belle parole alle quali non segue mai nessuna azione positiva.

Il Movimento Sociale di Senigallia, per questo ringrazia tutti, anche quei tre ragazzi che sono venuti al banchetto per strappare il nostro materiale propagandistico, urlando parole non proprio consone e offensive nei nostri confronti. Ma questo per noi vuole dire solamente una cosa, anzi ci incoraggia ad andare avanti e a rafforzare la nostra azione. La Fiamma Tricolore c’è, esiste e lotta seriamente per i problemi reali, e questo evidentemente dà molto fastidio a chi è abituato a vivere nell’anarchia non rispettando il prossimo, e agendo nell’illegalità. Grazie anche a loro!

Invitiamo tutti i cittadini a seguirci. Sull’IMU non finisce qui !

Commenti
Ci sono 17 commenti
paolo 2012-05-01 01:09:40
Mi spiega come si fa ad applicare l'aliquota del 2% quando il minimo è del 4% ? In attesa. Saluti
Bucaniere 2012-05-01 13:15:11
@ paolo : I Comuni potevano, e possono ancora, ridurre l'IMU sulla prima casa al 2 per mille.
Senigallia però ha applicato l'aliquota nazionale invece che ridurla, come avrebbe potuto e potrebbe ancora fare.
Claudio 2012-05-01 14:35:00
Ciao Liverani, anche se nei giorni scorsi siamo stati in disaccordo su certi argomenti, questa azione l'approvo pienamente. Mi sembri un pò Grillo, anzi anche meglio di Grillo, perché oltre a parlare, fai anche qualcosa di concreto. Non so se possono servire a qualcosa quelle 256 firme, ma almeno ci hai provato.
Marcello Liverani
Marcello Liverani 2012-05-01 20:02:55
No, lo 0,4% non è il minimo, perchè la legge è precisa è chiara. Ogni Comune può portarla allo 0,2% quella sulla prima casa. E a nulla valgono i pianti del nostro caro Sindaco che, purtroppo non racconta le cose come stanno. Lei ha letto bene il mio Comunicato? Come mai non si domanda del perchè non l'abbiano messa allo 0,2%?
L'aliquota, o meglio tutte le aliquote perfettamente spiegate le potrà vedere nella GU n.300 del 27 dicembre 2011 – Suppl. Ordinario n. 276
Ed esattamente nell'articolo 13 commi da 1 a 20

I commi 7 ed 8 così recitano:

7. L'aliquota e' ridotta allo 0,4 per cento per l'abitazione principale e per le relative pertinenze. I comuni possono modificare, in aumento o in diminuzione, la suddetta aliquota sino a 0,2 punti percentuali.

8. L'aliquota e' ridotta allo 0,2 per cento per i fabbricati rurali ad uso strumentale di cui all'articolo 9, comma 3-bis, del decreto-legge 30 dicembre 1993, n. 557, convertito, con modificazioni, dalla legge 26 febbraio 1994, n. 133. I comuni possono ridurre la suddetta aliquota fino allo 0,1 per cento.

Vuole firmare anche Lei la nostra Petizione ora?
Marcello Liverani
Marcello Liverani 2012-05-02 09:10:22
Ciao Bucaniere...esatto, i Comuni avrebbero potuto applicare l'aliquota al minimo, ma non lo hanno fatto, tranne due Comuni. Proviamo a vedere se ci riusciamo anche a Senigallia, perchè non è finita con la raccolta firme la nostra azione, prestissimo ce ne saranno altre e un pochino più pesanti...seguiteci.
La petizione comunque si può ancora firmare anche online.
Marcello Liverani
Marcello Liverani 2012-05-02 09:12:39
Ciao Claudio....è normalissimo essere in disaccordo a volte, sarebbe assurdo pensarla sempre tutti alla stessa maniera, ma su questi temi di interesse nazionale, non dovrebbe esserci nessuna divisione ideologica o politica, qui si parla di levare soldi ai cittadini tutti, neri, rossi, gialli o verdi che siano...invece la realtà è diversa.
Se vuoi puoi ancora firmare la petizione in quanto ora è anche online.
SERENELLA 2012-05-02 09:30:14
Non sono potuta venire a firmare, c'è un'altra possibilità ?
paolo 2012-05-02 12:11:53
Grazie Marcello per l'info, ho scaricato il testo completo della G.U. 300 ed in effetti è scritto quanto sostieni. Ora esprimo un mio parere: il cittadino ovviamente quando si trova di fronte ad una spesa cerca ovviamente di risparmiare e di pagare il meno possibile e quindi chi non firmerebbe una cosa del genere. Ora il problema dove sta..l'Amministrazione Comunale deve far quadrare i conti e dall'I.M.U. nel suo complesso deve raggranellare un importo minimo di soldi pertanto se dovesse decidere di ridurre allo 0,2 % per avere lo stesso bilancio deve aumentare dalla seconda casa in su (quindi attività artigiane, aziende ecc) e magari su queste si trova già con l'aliquota massima e di più non può andare. Come la mettiamo ? Quindi sarebbe meglio prima capire a che cifra il Comune deve arrivare e vedere se c'è margine per ridurre la prima casa altrimenti ed aggiungo purtroppo non la si può ridurre. Quindi (io non sono venuto e forse l'ha spiegato) sarebbe meglio che prima pubblicasse una tabella delle percentuali IMU che il Comune ha pensato di usare per arrivare ad un certo incasso e da lì semmai ragionare se abbassare o meno l'aliquota per la prima casa al minimo. Vorrei che si uscisse fuori dal vecchio sistema di fare politica dicendo ai cittadini quello che si vogliono far sentire dire e quindi prendere di sicuro approvazioni ma vorrei invece che lei, visto che è molto preparato, desse la ricetta per arrivare a questo fatidico 0,2 %. Non faccio esempi perchè penso l'abbiate capito, il problema non è ridurre sulla prima casa è ridurre la cifra di cui ha bisogno il Comune da questa I.M.U. cercando di OTTIMIZZARE al massimo la spesa. Concludo poi che tutti i lettori quando si parla di pagare di meno tutti pronti con vari commenti ma quando ho detto che si può spendere molto meno per la raccolta differenziata con un minimo impegno del cittadino nessuno che ha risposto "si condivido". Tutti siamo bravi a parlare però poi ci piace che ci vengano a prendere a casa TUTTA l'immondizia per esempio. Marcello visto che ha poi una bella grinta, perchè non inizia, e quì l'appoggio volentieri, a dire che i partiti ci ridiano indietro i rimborsi elettorali presi in eccesso (come detto in altri articoli da 0,5 euro si sono presi 10 euro); probabilmente con questi soldi indietro i Comuni si potranno permettere di portare l'aliquota allo 0,2 oppure addirittura abbonarla. Per non dire di altri sperperi. Quindi non facciamoci la guerra fra poveri mentre tutti i partiti sono lì a guardare mentre ci azzanniamo.
Marcello Liverani
Marcello Liverani 2012-05-02 15:56:49
Si Serenella, c'è ora la possibilità di firmare online a questo indirizzo: http://www.facebook.com/l.php?u=http%3A%2F%2Fwww.petizionionline.it%2Fpetizione%2Ffirma-per-abbassare-le-aliquote-imu-a-senigallia%2F6914&h=2AQGzX99ZAQElqpf9jiuFx1y_3n5bSa-z8kdiyp8cNveleA
Marcello Liverani
Marcello Liverani 2012-05-02 16:13:28
Ti rispondo punto per punto Paolo....
Se rileggi il mio comunicato capirai che tutti i soldi che entreranno per tutte le aliquote dell'IMU, per il Comune di Senigallia rappresentano un extra-gettito, cioè molti soldi in più rispetto al bilancio approvato a dicembre. Perchè a dicembre, quando Mangialardi approva il bilancio, non si sapeva nulla sull'IMU, quindi questo fantomatico bilancio è stato chiuso con i conti fatti senza l'IMU. Ed allora, perché non stabilire, come prevede la legge le aliquote al minimo (rispettivamente 0,2% e 0,1%)? Perché invece dei soli 50 euro, non utilizzare tutte le detrazioni in modo tale che l’80% dei piccoli proprietari, i piccoli commercianti, gli artigiani, le attività legate all’agricoltura, le famiglie monoreddito, le giovani coppie che pagano il mutuo, i pensionati possano ritenersi esenti? E questo vale per tutte le aliquote, perchè se con il bilancio chiuso a dicembre sei in attivo, come hanno scritto e detto, è obbligatorio non massacrare i cittadini, e su queste cose non c'è colore politico che tenga caro Paolo. Pagare di meno o poco fa comodo a me come a te, al rosso come al nero, al giallo come al verde, sbaglio forse?
Quindi ecco spiegata la tua prima domanda, per il Comune queste sono entrate extra non previste! Ma ovviamente dal Comune ti fanno sapere solo quello che a loro fa comodo, io invece la racconto esattamente com'è, per filo e per segno. E come vedi io esco dal solito modo di fare politico perchè posso tranquillamente parlare senza prova di smentita. Per quanto riguarda la raccolta differenziata io condivido quanto da te scritto, lo condivido e lo sottoscrivo. Ma anche qui ci saranno delle belle sorprese, perchè presto uscirò con delle grosse novità anche sulla differenziata, cose che i cittadini non sanno e che nessuno fa loro sapere. Le dirò io, anche su questo tema, lanciando anche qualche proposta che farà saltare dalla sedia qualche "parolaio" seduto in Comune, perchè il sistema per risparmiare ESISTE e il sistema per superare il 60% della raccolta differenziata ESISTE, ma se continuiamo ad eleggere chi ben poco capisce di queste cose, si andrà sempre peggio. Ma le cose cambiano a volte, perchè ora ci sono io che parlo (non mi sto vantando) con dati alla mano e prove provate. Vedremo cosa accadrà e cosa diranno non appena metterò in piazza un bel polverone sulla raccolta differenziata...ne vedrai delle belle anche su questo argomento! Per quanto riguarda il rimborso dato ai partiti, ti dico che IO HO FIRMATO l'iniziativa dell'IDV che vuole abolire questo privilegio, perchè anche questa è una battaglia di tutti e senza colore politico. Vogliamo fare anche una raccolta firme su questo argomento? Non ho nessunissimo problema a farlo, ma proprio nessuno, da luglio possiamo farla partire. Ti dico da luglio perchè maggio e giugno lo avrò impegnato su tre belle battaglie contro questa giunta, la prima è quella dell'IMU, la seconda te l'ho detta ed è quella sulla raccolta differenziata, e la terza...la scoprirete con calma...adoro calare le carte una per volta, e le mie carte sono come "mazzate" per chi racconta le cose all'incontrario di come sono.
paolo 2012-05-02 23:21:04
Premetto che parlo con dati alla mano e con la mia ragione logica quindi senza sostenere o andare contro nessuno ma seguo un mio filo logico su dati concreti (vissuti e non raccontati mi creda).
Primo punto: tutti i Comuni dopo che è stata abolita l'ICI hanno ottenuto per quasi pari importo soldi dallo Stato e per questo che il Comune di Senigallia (ma sarebbe meglio che te lo dicessero loro) hanno chiuso il bilancio prevedendo gli stessi soldi che sarebbero arrivati dallo Stato. Con l'arrivo dell'IMU questi soldi non ci saranno più ovviamente ed il Comune dovrà vedersela con questa tassa. La differenza poi rispetto all'ICI (di questo ne abbiamo già parlato e condiviso) è che ad esclusione della prima casa di residenza il resto dei prelievi vengono condivisi con lo Stato fino ad un 50 %. Quindi, per i lettori, se il Comune per la vostra seconda casa vi prende 100 euro, 50 va allo Stato ed al Comune ne rimangono 50. Se il Comune volesse più soldi gli conviene tenere, sempre ad esclusione della prima casa, percentuali alte perchè la parte dello Stato rimane sempre del 3,8 %. Pertanto quello che volevo dire è che se si toglie la parte "buona" come la prima casa bisogna alzare di molto il restante per riottenere gli stessi soldi che a suo tempo erano calcolati per l'intero incasso a favore del Comune. Ho visto già dei calcoli ed ho constatato che con l'aliquota media del 4,5% (non nel Comune di Senigallia) il cittadino pagherebbe la stessa cifra dell'ultimo anno in cui c'era l'ICI (da verificare ma credo abbastanza vicini alla realtà). Raccolta differenziata: anche io so molte cose perchè da tre anni le sto seguendo prendendo informazioni ma ci sono cose che non possono essere dette ed altre si. Quelle che non possono essere dette non sono illegali ma se vengono dette creerebbe seri problemi a chi fa raccolta ,al selezionatore ed all'ambiente e non credo che sia il caso. Ci sono invece altre cose che vanno dette invece per migliorare più che il servizio il costo del sistema a favore dell'ambiente, del cittadino e della qualità del differenziato (spero che avrai letto le mie opinioni su Vivere Senigallia, mi chiamo 55727223) con un minimo impegno del cittadino. Pertanto quando lei esporrà su questo argomento sarò molto attento e curioso e confido nella sua serietà e responsabilità di quanto affermerà.
Finanziamento ai Partiti: il problema non è come dice l'IDV bloccare i finanziamenti di cui io e Lei (almeno in un nostro precedente commento) non eravamo d'accordo perchè favorirebbe solo chi ha i soldi e non le idee; ma riavere indietro l'eccesso avuto negli anni e garantire per il futuro che vengano elargiti i soli soldi spesi per la campagna elettorale. Troppo comodo ora dire basta, noi cittadini rivogliamo i soldi indietro. C'è differenza fra 0,5 euro il costo medio ad elettore contro i 10 euro invece avuti. Quanti soldi ha la Margherita in cassa per non accorgersi di aver perso 25 Milioni di euro? Non è possibile che i partiti abbiano tutti quei soldi lasciando i cittadini (come stiamo facendo) a "mordersi a vicenda come cani rabbiosi" perchè non ce la fanno più ad andare avanti ma sopratutto non vedono futuro. Se sbagli a pagare le tasse o ne paghi meno il fisco rivuole fino all'ultimo centesimo con gli interessi i suoi soldi. Bene ,anche noi cittadini rivogliamo il maltolto ed ovviamente da oggi in avanti le cose dovranno cambiare ma RIVOGLIO I SOLDI e vedrete che risolveremo diverse cosucce.
Marcello Liverani
Marcello Liverani 2012-05-03 14:42:57
Bene Paolo, mi piacciono queste tue domande/osservazioni perchè mi danno modo di dire la mia in maniera semplice e tranquilla, e forse scomoda per qualcuno. Parliamo della questione IMU....quello che tu scrivi sulle percentuali di destinazioni è giustissimo, ma, dico io, proprio perchè l'IMU è diversa dall'ICI, per quale motivo tu Comune mi chiudi un bilancio prima di sapere bene la definizione totale di questa tassa? Se tu Comune prevedi di introitare la stessa cifra, allora non sai proprio lavorare, perchè il "prevedere" non sta ne in cielo ne in terra. Io i conti della mia famiglia li faccio sulla realtà, non su quello che "prevedo", perchè se calcolo male vado in rosso. Quindi, sempre per il sottoscritto, è stata fatta una stupidaggine nel voler approvare il bilancio in tempi sbagliati. Poi, essendo un momento critico e particolare, e sapendo io benissimo come avvengono le spese in un Comune, le aliquote le avrei messe tutte al minimo proprio per andare incontro ai cittadini. Oppure, e qui voglio essere abbastanza buono, metto al minimo quella sulla prima casa senza se e senza ma. Perchè una casa è un diritto per tutti. Perchè sulla prima casa già gravano i mutui e perchè, per concezione, la prima casa per me non si tocca! A nulla valgono quindi i discorsi economici, io metto il minimo di aliquota e poi vado a tagliare dove posso tagliare. Ma non taglio la Festa della Befana, che costa 4 spiccioli, a discapito dei bambini come invece ha fatto l'Assessore Cursi a gennaio. Ma ti pare logico questo? Il problema è che non sanno e non vogliono tagliare le spese perchè la casta ci sguazza dentro alla grande, vuoi un esempio? C'è forse un bisogno primario per invitare alla Terrazza Marconi 40 persona la sera dei fuochi in agosto? Indovina chi ha pagato la cena? Argomento differenziata...Ti lancio una proposta Paola, perchè non ci incontriamo prima che io inizi una battaglia sulla differenziata e ci scambiamo le informazioni? Io non ho problema a scrivere la verità, anche se è scomoda per qualcuno, anche se di mezzo ci sono cose illegali. Io non ho nulla da nascondere, quindi posso parlare tranquillamente perchè so che quello che dico è facilmente provabile. Ci vogliamo incontrare? Finanziamento ai partiti...sono d'accordissimo con te su tutta la linea, cosa posso aggiungere di più? Sarà impossibile farci ridare i soldi che hanno volutamente e deliberatamente rubato, ma ci si può sempre provare...vogliamo indire un Referendum? Io ci sono, paure e problemi non ne ho, quindi do la mia piena disponibilità. Magari si riuscisse a riprendere quanto ci hanno preso, sicuramente si coprirebbe una bella fetta di debito. Chiaramente non basta non finanziare più, come giustamente dici, ma quella era la motivazione del referendum e io intanto l'ho firmato, poi se vogliamo continuiamo pure con il passato. Bene, ho finito...mi scuserai, ma come vedi io ti do del "tu" e ti prego di darmelo anche tu, non amo le cose formali, specialmente su queste tematiche importanti per tutti. Possiamo parlarci tranquillamente in via amichevole. Un saluto.
paolo 2012-05-03 19:19:15
Grazie accetto volentieri questa confidenza. Ho voluto precisare per meglio far capire al cittadino che l'IMU non è un surplus ma un sostituto di quanto il Comune percepiva prima del suo arrivo. In merito ai tempi che questa Amministrazione ha scelto per chiudere il bilancio beh sicuramente non ci ha azzeccato a questo punto e credo che dovrà fare azioni correttive o come lo chiamano in gergo "variazioni di bilancio" ma quì mi fermo...volevo solo puntualizzare.
Per avere aliquote basse sull'IMU bisogna razionalizzare al massimo le spese tanto è vero che proprio oggi i media nazionali hanno informato che è possibile "denunciare" sperperi delle pubbliche amministrazioni. Marcello io fossi in te prima di proporre, come ovviamente chiedono tutti, di abbassare le aliquote proverei a fare una mossa diversa ed innovativa (questo intendo per nuova politica) e cioè ad "entrare" nel Comune e verificare come hanno amministrato e magari dando soluzioni alternative con dati concreti per dimostrare il "mal governo" (compreso la differenziata). Da lì poi dire che con altro tipo di amministrazione si sarebbe potuto scegliere lo scaglione basso per la prima casa ecc.... Non è facile ma credo che questo sia la strada giusta per giustificare questa tua battaglia.
Purtroppo quando la coperta è corta e magari perchè è stata lavata male (ecco perchè bisogna scoprirlo) i soldi da qualche parte devono uscire non c'è nulla da fare purtroppo. Però questo concetto che sono costretto mio malgrado a fare, deriva non dal fatto che i nostri soldi sono andati in infrastrutture e servizi essenziali ma sprecati a partire dallo stato centrale con tutta la macchina politica intorno. Intendiamoci non sono un antipolitico, anzi, ma sono per una politica nuova nel pieno rispetto del cittadino magari ben pagata in base al merito....sprechi no. Avrai capito che sono un tipo concreto, i soldi se mancano devono uscire ed oggi con un pareggio di bilancio al 2013 purtroppo non solo l'IMU è diventata una ingiustizia finchè qualcuno non si alza il mattino e prende i soldi dove sono (ovviamente in primis quelli presi disonestamente compreso la marea di guadagni in nero che per decenni hanno contribuito a consumare l'Italia che lavora e paga le tasse). Un saluto.
Marcello Liverani
Marcello Liverani 2012-05-03 21:19:01
Nessun problema a darti ragione su tutta la linea, ci mancherebbe. C'è solo una cosa, tra quelle che hai scritto, che è impossibile fare al momento, "entrare" nel Comune. Per entrarci, come lo intendo io, ci dovrei stare dentro da eletto, e allora ti assicuro e ti do la parola mia, che saprei benissimo come fare per far uscire fuori tutti gli scheletri che ci sono, e sono sicuramente in numero esagerato. Non solo sarebbe facile scoperchiare il vecchio e consumato metodo della politica di sempre, ma anche porvi rimedio, perchè a volte sembrano cose assurde ma assurde non sono. Ti assicuro che ho una bella esperienza in materia. Tanto per fare il famoso esempio, sei al corrente di quanti dipendenti abbia il Comune di Senigallia? Se ti dico che un Comune come Senigallia potrebbe risparmiare un buon, e forse di più, 30% se attuasse tagli sugli sprechi e al famoso carrozzone italico di privilegi, mi credi? Un saluto.
paolo 2012-05-04 12:17:02
Ci credo eccome, quindi va rivisto tutto il sistema. Per "entrarci" intendevo che si possono scaricare da internet tutte le delibere importanti sia di giunta che di consiglio dove vengono riportati decisioni e costi oltre al fatto che puoi avere il bilancio in mano quando vuoi in quanto come cittadino ne hai diritto.
Da lì scrivere la tua opinione su certe scelte e se queste tue opinioni sono condivise da molte persone credo che questo sia il miglior modo CONCRETO di farsi pubblicità.
P.S. : Per i prossimi banchetti aggiungi anche la rivisitazione dei giardini Catalani, non si possono vedere quei vecchietti seduti sulle panchine al sole e guardare verso la strada quando bastava fare dei viottoli all'interno del giardino e coppie di panchine al suo interno. Ombra e frescura dell'erba che lo circonda. Chi si va a mettere seduto sull'erba sporcandosi i pantaloni e la macchia non va via.....lì veramente non c'hanno azzeccato.
Non c'è bisogno neanche di spendere molto in quanto i viottoli e le piazzole li possono fare con pietra autobloccante più le panchine...allora sì che faremmo felici sia le famiglie con bambini ed anziani.
Scusa è fuori argomento ma non ne potevo più, lo dovevo dire a persone che si danno da fare. Io comunque non sono di Senigallia ma non posso vedere uno spreco di verde non utilizzato. Saluti.
Marcello Liverani
Marcello Liverani 2012-05-04 19:50:01
Ciao Paolo...per i giardini Catalani ho preso posizione due volte con due comunicati. Ho criticato appunto il modo del rifacimento, e non il rifacimento perchè giustamente andavano rifatti, ma secondo me li hanno rifatti malissimo. In uno dei miei due comunicati chiesi al Sindaco se con tutto quel bel praticello verde avesse intenzione di farci allenare la Vigor Senigallia, perchè solo a loro può servire così come è ora. Nessun vilaetto e quindi mamme incavolate che prima passeggiavano con i bimbi e le carrozzine dentro e ora non più; anziani al sole a contare le auto che passano, fontana "svampata" e non se ne conoscono i motivi...ma questo è quanto. Sono state raccolte anche più di 500 firme, ma, paradosso della situazione, il Sindaco neanche ha ricevuto l'associazione che le ha raccolte, quindi che ne parliamo a fare? Il bello è che dicono a me di essere fascista, loro invece che fanno e dispongono ogni rifacimento senza sentire nessuno no eh!!! Per quanto riguarda la prima parte del tuo messaggio, non è sbagliato neanche questa volta quello che scrivi, ma per esperienza, avendoci lavorato per 31 anni, so benissimo che tutto ciò che è online, quindi visibile a tutti, è sempre perfettamente in ordine. I problemi sono ben altri, ma devi stare "dentro" per mascherarli, perchè se stai dentro allora capisci come si procede sugli appalti e su tante altre cose. Per esempio...perchè prendere un architetto di Bologna per fare il famoso "Piano Cervellati"? Possibile mai che nessun architetto senigalliese era disponibile? Per forza a Bologna bisognava prenderlo? E che ne sapeva lui di Senigallia? O forse è stato preso perchè "amico di amici"? Di queste cose ne sono accadute a centinaia dei due mandati della Luana Angeloni, chiamata "la zarina" qui, e ora il buon Mangialardi sta continuando l'opera, perchè prima era Assessore a...vediamo se indovini dove? ;-) Saluti
paolo 2012-05-07 10:39:39
Come detto in un mio precedente commento, oggi più che mai si possono denunciare nel vero senso della parola tutte quelle situazioni di spreco e di eventuali amicizie. Ovviamente va fatto con una minima prova, e se le indagini andranno a buon fine, qualcuno dovrà pagare "nel vero senso della parola" con enorme felicità dei cittadini. OGGI NON C'E' PIU' SPAZIO PER LO SPORCO in qualsiasi direzione (per me non ci sarebbe dovuto essere neanche prima) pertanto chi sa deve parlare ma sopratutto AGIRE. Lo Stato lo chiede, segnalare e denunciare le anomalie delle Amministrazioni. Buon lavoro. Saluti.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno