SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Navalmeccanico, via allo sgombero dei pescherecci da Senigallia

Fino al 2013 l'area sarà un parcheggio per auto, poi per barche e materiale da pesca

3.557 Letture
commenti
Ex cantiere Navalmeccanico a Senigallia

Nuova variazione al progetto sul futuro assetto del porto di Senigallia. Dopo aver bocciato l’idea di ampliare la darsena turistica, troppo onerosa, lo spazio dell’ex Navalmeccanico sarà destinato al rimessaggio di materiali da pesca e all’ormeggio delle barche.

Ma tale progetto (che vedrà la luce nell’estate del 2013, secondo i programmi) sarà preceduto dallo sgombero dei cinque pescherecci – fermi ormai da 26 anni e mai varati – e dal riutilizzo provvisorio del Navalmeccanico come parcheggio per lungomare e centro storico.

Nei giorni scorsi è stato trovato un accordo con la ditta Lepore srl, proprietaria dei pescherecci, per lo sgombero che dovrebbe essere realizzato entro il mese di marzo. In tal modo, la zona sarà libera per l’imminente stagione estiva.
La stessa ditta ha intenzione di chiudere immediatamente la pratica, così da recuperare i 300.000 euro versati come fideiussione.

Prima della rimozione, sarà effettuato un procedimento di controllo del fondo del porto, attraverso il quale saranno condotte via le cinque imbarcazioni.
Al carotaggio seguirà un’operazione di escavo; i fanghi prelevati saranno riposti in una palizzata temporanea, realizzata all’interno della darsena.

Con la liberazione dell’area ex Navalmeccanico, il Comune di Senigallia otterrà un’area che sarà destinata all’ormeggio a terra delle imbarcazioni, dopo la rinuncia al suo utilizzo come darsena turistica – progetto, quest’ultimo, che avrebbe implicato un investimento troppo oneroso.
Per quanto riguarda la parte riservata alle attrezzature da pesca, si è deciso di confermarla per tale scopo.

Inoltre, è stato predisposto un progetto che sarà presentato in Regione per accedere al Fondo Europeo per la Pesca (Fep): esso prevede la realizzazione di capannoni per sistenmare il materiale dei pescatori (tuttora collocati nelle vecchie abitazioni nel piazzale Bixio. Abitazioni che sono però inglobate nel progetto di realizzazione del Borgo “Le Torri” nell’area dell’ex Sacelit).

Ma tutto ciò potrà vedere la luce solo nell’estate nel 2013.
Prima di allora, quando sarà sgomberata dai cinque pescherecci, l’area ex Navalmeccanico sarà adibita a parcheggio provvisorio a servizio sia dei due lungomare che del centro storico.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS