SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

SEL Senigallia invita l’Amministrazione ad aderire alla “Rete dei Comuni per i Beni Comuni”

Casagrande: "Il Comune promuova azienda pubblica per la gestione dell’acqua"

1.074 Letture
commenti
Forum dei Beni Comuni a Napoli

Sabato 28 gennaio è stata inaugurata a Napoli “La Rete dei Comuni per i Beni Comuni”.  Si è trattato di un incontro organizzato dal Sindaco De Magistris e dal suo Assessore ai Beni Comuni ed alla Democrazia Partecipata Alberto Lucarelli ed a cui hanno preso parte Nichi Vendola Governatore della Puglia, il Sindaco di Bari Emiliano, il Sindaco di Cagliari Zedda ed altre centinaia di amministratori locali, oltre a Movimenti Associazioni e Professori universitari; hanno anche aderito, ma assenti per impegni istituzionali il Sindaco di Milano Pisapia il Sindaco di Venezia Orsoni ed il presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti.

Dall’ Assemblea di Napoli è uscita una carta da consegnare al Capo della Stato ed al Governo i cui punti essenziali sinteticamente sono :

1. In primo luogo l’ attuazione della volontà referendaria espressa dal voto di 27 milioni di Italiani per cui i Comuni devono impegnarsi attraverso patti federativi a gestire l’ acqua attraverso un modello pubblico partecipato come fatto a Napoli con la costituzione della Azienda ABC “Acqua Bene Comune”, superando le SPA a capitale pubblico.

2. L’ eliminazione dalla tariffa del 7%, relativo alla remunerazione del capitale; per uscire dalla logica del profitto.

3. L’ invito ai Comuni ad adottare piani energetici orientati ad un utilizzo più razionale delle risorse soprattutto per l’ energia sostenibile.

4. Uscire dal circuito spesso affaristico di inceneritori e discariche , ma dimostrare che la gestione dei rifiuti possa fondarsi sulla politica del Riciclaggio e del Recupero.

5. Una tutela dell’ aria e della qualità della vita nelle città attraverso la predisposizione di ampie Ztl ed una riforma della mobilità urbana per valorizzare centri storici, piazze, giardini

6. Definire “il Territorio Bene Comune“, quindi arrestare il consumo del suolo e contrapporsi a qualsiasi condono.

7. Favorire reti di distribuzione locale di prodotti biologici per operare una sinergia fra le città e le campagne.

8. Creare laboratori permanenti di consultazionedei cittadini dando loro la possibilità di elaborare ed incidere concretamente sulle grandi scelte operanti nella Città, rafforzando strumenti di democrazia diretta quali i referendum abrogativi, consultivi e propositivi.

9. Favorire politiche inclusive sul versante della rappresentanza aprendosi alla partecipazione dei migranti e dei minorenni (ad esempio facendoli partecipare ai referendum consultivi) e ponendo il problema politico della doppia cittadinanza e dello ius soli per tutti.

10. Favorire politiche culturali agendo attraverso reali istituzioni culturali e non come strumenti politici o finanziari.

11. Da subito i Comuni potrebbero modificare i loro statuti per introdurre la dizione di “Bene Comune”, in maniera non solo “simbolica”, ma come strumento capace di influenzare le politiche pubbliche locali.

Da Napoli è dunque emerso un diverso modello di welfare e di gestione dei servizi, che può rappresentare anche un diverso modello di sviluppo e di uscita dalla crisi. Nuove idee di cui ha anche tanto bisogno il CentroSinistra.

Noi crediamo che l’ Amministrazione Comunale di Senigallia sia in gran parte in regola con queste indicazioni emerse da Napoli, e che anche il Sindaco Mangialardi ed i suoi Collaboratori possano tranquillamente aderire a questa rete di Amministratori locali che si è creata nella città partenopea.

Ed in merito ad una delle questione più rilevanti emerse a Napoli, la gestione della acqua, il Comune di Senigallia in qualità di uno dei soci principali della Società pubblica che gestisce i servizi idrici nel nostro territorio possa essere il promotore della costituzione di una Azienda pubblica speciale consortile per la gestione dell’ acqua come bene comune senza fini di lucro e senza ingiustificati aumenti delle tariffe.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno

Annuncio immobiliare: cercasi appartamento in affitto a Senigallia





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura