SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Netservice - Soluzioni web di qualità

Senigallia, sopralluogo sul fiume Misa: i lavori partiranno lunedì 28 novembre

Finora piccoli interventi contro le tane: il fosso del Sambuco non sarà ancora riparato - FOTO

2.263 Letture
commenti

Situazione di portelle e fossi a Vallone di SenigalliaSi è svolto venerdì 25 novembre al Vallone di Senigallia un sopralluogo dei tecnici incaricati dalla Provincia per verificare le condizioni del fosso del Sambuco, del fosso Baviera, delle portelle e delle tane degli animali nascoste sotto la vegetazione. Una situazione di criticità che l’ente anconetano sembra finalmente deciso a voler risolvere (ma non in breve tempo) prima che le condizioni atmosferiche riportino la zona al 2 marzo 2011.

Situazione di portelle e fossi a Vallone di SenigalliaCon questo nuovo sopralluogo, fatto dai tecnici della ditta incaricata – attualmente impegnata con gli argini del fiume Cesano – la squadra ha vagliato le situazioni che necessitano di un intervento urgente. Sopralluogo che ha interessato anche l’argine destro della sponda a monte di Borgo Bicchia che rischia di venire giù alla prima piena.

Situazione di portelle e fossi a Vallone di SenigalliaDa lunedì 28 novembre – secondo l’ing. Massimo Sbriscia – le ruspe e gli operai entreranno in azione per liberare le portelle sepolte dalla folta vegetazione; a breve giro anche le imprese agricole incaricate dalla Provincia si adopereranno per chiudere le tane degli animali che destano pericolo per gli argini del fiume e sulle quali i residenti da tempo chiedono interventi concreti.

Situazione di portelle e fossi a Vallone di SenigalliaUnico problema – e non di poco conto – è la situazione del fosso del Sambuco, che – denunciano i residenti – è rimasto esattamente come a marzo 2011 quando si registrò la piena del fiume e il cedimento dell’argine. Cedimento che si verificò in passato nello stesso punto anche durante le piene del ’76, del ’91 e del ’94. Insomma quasi una costante che i residenti, riunitisi tempo fa sotto il "Comitato Misa", avevano denunciato al Comune, alla Provincia, alla Protezione Civile, ai Vigili del Fuoco e, infine, alla Prefettura.

Situazione di portelle e fossi a Vallone di Senigallia"I pochi interventi realizzati– ci spiega Stefano Mencarelli, residente in zona – sono stati fatti nei posti sbagliati perchè il vero problema è il fosso del Sambuco: non è mai stato fatto nulla perchè venisse risolta questa situazione che evidentemente non si vuole risolvere. Già perchè questa è una vera e propria valvola di sfogo per evitare che Senigallia venga indondata".

Situazione di portelle e fossi a Vallone di SenigalliaIn quella zona, residenziale, è infatti prevista la vasca di espansione che dovrebbe evitare che la piena si riversi sulla città. "Ma hanno fatto male i conti, – continua ad accusa Mencarelli – in questa vasca non ci sono i pesci ma cittadini che pagano le tasse. Sull’evento del marzo scorso non ci hanno nemmeno fatto uno sconto sulla tassa dell’acqua usata per ripulire tutto o su quella dell’immondizia dato il gran numero di cose gettate. Figuriamoci un rimborso".

di Carlo Leone
foto da Stefano Mencarelli

Carlo Leone
Pubblicato Sabato 26 novembre, 2011 
alle ore 15:54
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
Triste
Indifferente
Felice
Molto felice
Commenti
Ci sono 2 commenti
stefano mencarelli 2011-11-26 17:11:55
ancora niente di buono
Saremmo curiosi se i punti di criticità segnalati dai residenti nei giorni scorsi corrispondono ai famosi report stilati dalla protezione civile,giusto per avere un riscontro oggettivo mica perchè non ci fidiamo.
Comunque al momento non abbiamo avuto indicazioni da parte di nessuno su come comportarci in caso di alluvione,fortuna che oramai siamo diventati esperti visto tutte le volte che siamo stati interessati!!!
Manco a farlo apposta l'anno scorso il comune ha ritirato il premio di legambiente "FIUME SICURO" Manco a farlo apposta il fiume è sicuro,sicuro che non si rompe tanto si rompe prima il SAMBUCO semmai fanno finta di romperlo al Brugnetto!
Visto mai che c'ha ragione il nuovo ministro dell'ambiente"bisogna far andare via incentivando e sensibilizzando chi abita in zone a rischio???
Intanto qualcuno si faccia un esamino di coscienza e si domandi come mai prima della nostra denuncia tutti ci dicevano di stare tranquilli ed adesso ci si prodiga alacremente a TAPPARE quà e là.
Sarà ma mi sa che non finisce quì!
Comitato spontaneo PEEP Misa 2011-11-27 09:00:07
PEEP MISA
Sono anni che regolarmente ,non appena sale il livello del Misa,siamo allagati e nulla è valso la nostra richiesta alla completa e corretta applicazione del decreto regionale per la zona PEEP,nessuno ne vuol sentire parlare nè il Comune,nè la Provincia ,nè la Regione,dobbiamo solo sperare che il Dio Pluvio sia clemente!!!!!!!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura