SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Riaperti i Giardini Catalani di Senigallia, prato nel cuore della città

Memè: "Coniugato intervento di qualità con risorse economiche" - Guarda il VIDEO

7.794 Letture
commenti

Inaugurazione Giardini Catalani di SenigalliaTaglio del nastro a cui ha preso parte tutta la Giunta di Senigallia, oltre a tanti altri esponenti politici e tanta gente, quello che nel tardo pomeriggio del 26 giugno ha restituito alla città i Giardini Catalani, ora trasformati in un prato verde, un polmone nel cuore della città, come ci ha detto l’Assessore ai Lavori Pubblici Maurizio Memè.

All’inaugurazione dell’area di 4.400 metri quadri, circa due terzi di verde e un terzo di percorso ciclo-pedonale, sono intervenuti, tra gli altri, anche rappresentanti di tutte le Forze dell’Ordine, la Presidente della Provincia di Ancona, Patrizia Casagrande e la Senatrice Silvana Amati, sempre presente e vicina a Senigallia nelle tante iniziative promosse dall’Amministrazione. Per vedere i rinnovati Giardini Catalani si sono ritrovati in centro tanti senigalliesi, ma anche tanti turisti che hanno iniziato da subito a godere di quello che è stato chiamato “Giardino di città”, oltre ad approfittare dell’aperitivo offerto dall’Amministrazione.

Inaugurazione Giardini Catalani di SenigalliaInaugurazione Giardini Catalani di SenigalliaInaugurazione Giardini Catalani di Senigallia

Nel video, le dichiarazioni dell’Assessore Memè, che parla dell’intervento realizzato e dell’averlo saputo coniugare con le risorse disponibili, che hanno permesso di ultimare un progetto diverso rispetto all’originale, ma senza trascurarne la qualità

di Luca Ceccacci

Luca Ceccacci
Pubblicato Lunedì 27 giugno, 2011 
alle ore 8:44
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
Triste
Indifferente
Felice
Molto felice
Commenti
Ci sono 4 commenti
Anonimo2011-06-27 12:13:11
E LA FONTANA?
Più "PRATI" Più "BOSCHI" in tutta Senigallia, l'eccellenza in tutto, continue inaugurazioni e feste per tutta Senigallia e dintorni.

Beato a chi crede in tutto questo senza riflettere chiamando con il giusto nome le cose, poi definirlo "POLMONE", ma neanche una narice.

Il giardino Catalani, forse era meglio aspettare che fosse finito, prima di pensare all'inaugurazione, e la fontana che già non funzionava più che fine ha fatto? dove verrà collocata funzionante speriamo?
Il "Bosco" alle Saline, forse quello poteva deiventare un parco, polmone della città, se non fosse che continuano a spianarlo, per parcheggi auto, forse da pagare?

Le feste poi, se non fosse per l'iniziativa di pochi cittadini volenterosi che credono in qualche iniziativa per attivare la città in quanlche cosa, mettendosi li a pernsare ed organizzare, vedi Campionati italiani di vela 470 anno 2010 Campionati italiani di pattinaggio 2011, ed altre sicuramente di pregio che vengono ripetute ogni anno con sacrifici di questi pochi organizzatori che non siete voi amministratori e/o governanti che intervenite per mettervi in mostra per qualche foto sui giornali e altro.

Vogliamo parlare del mercatino dell'antiquariato, sempre di ieri 26 giugno, no stendiamo un velo pietoso, come organizzato in concomitanza di altri mercatini dell'antiquariato in zona, dove vengono rilegati, poi gli si chiedono anche i soldi per esporre quelle quattro cianfrusaglie.
Quello è un "FURTO" perpetrato ai danni di 4 bancarelle che vengono da fuori città con costi da sostenere, mercatino non pubblicizzato a sufficienza come volete organizzarlo andrà a morire, spero che non venga paragonato a quello di Fano o di Ancona. Tutto da rivedere e forse farlo organizzare da chi se ne intende.

Non prendetevi meriti che non vi competono.
Essere umili ci si guadagna sempre.
Anonimo2011-06-27 13:58:49
Che il progetto è diverso dall'originario è evidente ( manca l'ellissi centrale con il calco del pentagono murario e del fiume Misa a zampilli). Però il costo ( €.400.000,00 !!) è sempre quello, e neanche distribuito in due tranche ( 160.000,00 e 240.000,00 €.). La senatrice Amati , sponsorizzatrice e madrina dell'intervento , si è posta la questione? .
Anonimo2011-06-28 10:05:38
Sono contenta che qualcuno parli della necessità di un "polmone verde"... gli alberi a Senigallia però, sono sempre di meno e sempre più piccoli mentre è in atto una strage premeditata di pini. Vi prego....salviamo il verde che abbiamo: rinfresca, ripara, ci dà ossigeno, rende più belle le nostre vie
letiziz serafini 2011-07-02 20:57:28
giardini catalani
Mi sembra che i giardini così come sono stati inagurati non siano fruibili dai cittadini: mancano vialetti e panchine sotto gli alberi. Cosa serve un prato in cui i bambini non possono giocare, la gente non può passeggiare e non può sedere all'ombra? Questo prato tutto sembra meno che dei giardini pubblici
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura