SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

A Senigallia, unica data nelle Marche, i racconti crudeli dei Motus

Sabato 23 gennaio al Teatro La Fenice le emergenze dei giovani di Napoli e delle grandi periferie europee

Centro BLU Marine Standard

MotusUnica data nelle Marche, sabato 23 gennaio il Teatro La Fenice di Senigallia ospita “X(ics) racconti crudeli della giovinezza >> X.04 Napoli” dei Motus. Nell’autunno 2008, con il sostegno di Punta Corsara, la compagnia dei Motus di Enrico Casagrande e Daniela Nicolò ha esplorato i quartieri di Napoli nord da Scampia a Melito, Marano, Piscinola, poi San Giovanni e in centro alla Sanità, nell’ambito del progetto “X(ics) racconti crudeli della giovinezza”, progetto con sviluppo triennale intrapreso nel 2007, affine alla ricognizione sul “fascismo quotidiano” di spettacoli precedenti

Nato attraverso residenze in luoghi periferici di grandi città europee, all’insegna dell’apertura e della condivisione, X(ics) ha portato i Motus in Francia, nella banlieue di Fontbarlettes; ad Halle (ex DDR) nel quartiere satellite-fantasma di Neustadt. In ogni città sono stati coinvolti giovani incontrati nei vari junkspace urbani. La protagonista dello spettacolo, Silvia, in abbigliamento eccentrico e sui rollerblade con i quali si sposta, realmente va in strada, si muove e incontra sconosciuti che aderiscano a una “partitura fisica di emergenza”, per affrontare il disastro finale, l’ora X del pianeta.

Tutto il progetto Ics si pone nella prospettiva di dare spazio e voce a chi, sommerso dalla violenza dei consumi e delle abitudini di vita, non ha il coraggio di cercare, guardarsi dentro e scoprire che esserci “è possibile” nonostante le cadute. Il quarto episodio, in scena alla Fenice di Senigallia il 23 gennaio, è dunque ambientato a Napoli e ha visto partecipare Monica Riccio, i Roca Luce, un flusso interminabile di voci, volti, dichiarazioni, invettive, canzoni e vorticosità della lingua. Indelebili restano i testi/dichiarazione delle canzoni rap, in dialetto napoletano, ascoltate durante le due settimane di residenza: tante voci diverse in cui si dice l’insistenza fra i più giovani nel pensare Napoli non solo come luogo di violenza e criminalità.

I Motus hanno sempre cercato un contatto diretto, senza mediazioni, con i ragazzi che vivono in questi luoghi, registrando un vissuto di parole e immagini che restituisce invece tentativi di essere, di fare, di reagire artisticamente al “deserto creato dagli adulti”. Nel totale rispetto di questi ambienti controversi e fin troppo banalizzati dai media, è stata composta una nuova versione di Ics che non ha la presunzione di narrare un tessuto urbano così tortuoso e martoriato, ma si pone piuttosto come dono-sguardo verso una città che i Motus continuano ad amare più di ogni altra in Italia, nonostante tutto.

La Stagione Unica di Teatro, Danza e Musica 2009-2010 di Senigallia è realizzata dal Comune di Senigallia (Assessorato alla Cultura), in collaborazione con Amat e Ente Concerti di Pesaro (cartellone musicale a cura del Maestro Federico Mondelci). La Biglietteria del Teatro La Fenice è aperta nei giorni giovedì, venerdì, sabato e domenica dalle 16,30 alle 20,30. Stesso orario sarà osservato il giorno prima e il giorno stesso dello spettacolo nel caso dei serali. Info 071.7930842 – 335.1776042 – www.fenicesenigallia.it
 

Credits

MotusIdeazione e regia: Enrico Casagrande and Daniela Nicolò con Silvia Calderoni, Sergio Policicchio, Mario Ponce-Enrile, Monica Riccio (dal gruppo musicale “Nocturna” of Scampia) and Marina Napolitano.
Partecipano inoltre i “Roca Luce” (Pasquale Fernandez, Antonio Conte, Giuseppe Capasso Giuseppe Monetti) con il brano “L’esistenz è nu martirio” arrangiato e prodotto da Mario Ponce Enrile e Giuseppe Capasso
riprese video: Daniela Nicolò, Enrico Casagrande
video compositing: Francesco Borghesi
text compositing: Daniela Nicolò
audio compositing: Enrico Casagrande
sound design: Roberto Pozzi
luci: Daniela Nicolò
direzione tecnica: Valeria Foti
elementi scenografici: Giancarlo Bianchini-Arto-Zat, Erich Turroni-Laboratorio dell’imperfetto
consulenza architettura: Fabio Ferrini
foto back-stage: Mario Spada, End&Dna

Compaiono in video: i bambini del Campo Rom di Via Cupa Perillo, Dario Cristiano del gruppo musicale “Arancia meccanica” e la crew UNS del centro sociale Placido Rizzotto di Melito, il gruppo di writers di Marano: Corrado Lamattina, Luigi Davino, Fabiana Vardaro, Davide Giuffrè, i danzatori del centro sociale TCK di San Giovanni, il presidente dell’Associazione U.D.O. (Unione disoccupati organizzati) del quartiere San Ferdinando, i gruppi musicali “Linea periferica” e “Sotto zero”.

Ringraziamo: Studio di registrazione DC Records Italy, Dany Greggio, tutti i ragazzi di Punta Corsara, i gestori del locale Perditempo, Lavinia D’Elia relazioni Sandra Angelini, con la collaborazione di Federica Savini
organizzazione e logistica Elisa Bartolucci, Valentina Zangari
amministrazione Cronopios

X.04 Napoli è un progetto di Motus, Mercadante Teatro Stabile di Napoli, Progetto Punta Corsara, Fondazione Campania dei Festival, con la collaborazione di Galleria Toledo Teatro Stabile di Innovazione.

Produzione: Motus, Theater der Welt 2008 in Halle (Germania), La Biennale Danza di Venezia, Lux-Scène National de Valence (Francia), Istituzione Musica Teatro Eventi-Comune di Rimini “Progetto Reti” con la collaborazione di L’ Arboreto di Mondaino, con il sostegno di Provincia di Rimini, Progetto GECO – Ministero della Gioventù e Regione Emilia Romagna, Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Informazioni di biglietteria

 

I posti di primo settore al Teatro La Fenice costano 23 euro. E’ prevista la riduzione a 18 euro in base all’età (meno di 25 anni e più di 65) e per i soci Coop. Biglietto ridotto a 10 euro per gli studenti delle Scuole. Sono previsti Carnet e biglietti ridotti in diverse modalità. Il Carnet all’intera Stagione Teatrale costa 135 euro (singolo biglietto euro 15); Carnet di 4 ingressi a 66 euro (biglietto ridotto a euro 16,50); Carnet di 3 ingressi a 57 euro (biglietto ridotto a 19 euro).

I posti di secondo settore al Teatro La Fenice costano 20 euro. Con possibilità di riduzione a 15 euro in base all’età (meno di 25 anni e più di 65), e per i soci Coop. Ridotto a 10 euro per gli studenti delle Scuole. Il Carnet all’intera Stagione Teatrale costa 112,50 euro (singolo biglietto euro 12,50); il Carnet con 4 ingressi costa 54 euro (biglietto ridotto a euro 13,50); Carnet di 3 ingressi a 48 euro (biglietto ridotto a 19 euro).

I posti di terzo settore hanno un prezzo unico di 13 euro.

Commenti
Solo un commento
marincio 2010-01-23 21:05:27
wow
bellissimo e coinvolgente
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura