SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Senigallia: “la situazione drammatica della foce del Misa sotto gli occhi di tutti”

"Basta parole...Cosa è stato fatto negli ultimi anni? Servono soluzioni, non palliativi"

2.518 Letture
commenti
Dè Este - Medicina e chirurgia estetica - Odontoiatria - Senigallia, Chiaravalle
Porto canale di Senigallia

I cittadini si stanno facendo sentire. Come è giusto che sia, perchè noi componenti di S.B.C. riteniamo che la politica, quella vera, lontana dalle logiche di partito, sia fatta dai cittadini.


La situazione drammatica della foce è ormai sotto gli occhi di tutti.
Dopo una serie di video che circolano sulla rete, il Comune corre ai ripari. Almeno tenta.

I lavori eseguiti ieri alla foce, così come le dichiarazioni del Sindaco, paiono più un palliativo che una riparazione vera e propria.

La storia dell’ordinanza 50 del 31/01/2017, è risaputa ma invitiamo i cittadini a documentarsi leggendo gli atti ufficiali a questo link:

http://www.senigalliabenecomune.it/ennesima-figuraccia-di-mangialardi-in-regione-sul-misa/

La città ha il diritto di sapere cosa è stato fatto! Son passati due anni dalla notifica dell’ordinanza, ed il Comune cosa ha fatto, visto che la Regione non è intervenuta?

Sindaco, avete eseguito i lavori, addebitando poi i costi alla Regione? Non pare.

Sindaco, avete segnalato la situazione in Procura, come è previsto nell’ordinanza da lei firmata? Non ci risulta.

Invece di altre parole, Sindaco anzichè limitarsi alle parole, pubblichi i documenti che attestino ciò che dice. Altrimenti le parole volano via……..

S.B.C. l’11/02/2019 ha depositato la mozione che è allegata a quest’articolo perchè si discuta in Consiglio comunale di questa grave situazione.

Foto di Francesco Sestito

Commenti
Ci sono 2 commenti
fra77 2019-02-21 15:08:06
Siamo nel 2019! Ma quanto ci vuole a prendere una escavatrice a braccio lungo ed un camion per togliere quell'isolotto? Se lo si vuole fare penso che in tre giorni l'isolotto possa sparire per poi dare spazio ad una draga per finire il lavoro. Se invece non è così vorrei saper il motivo. Purtroppo non si muove ancora nulla. Fate qualcosa ed alla svelta! Perché se il fiume va in piena e lì si fermassero dei grossi tronchi trasportati dal fiume,viene fuori un tappo che farà un macello mai visto prima. Muoversi!
Glauco G. 2019-02-21 17:51:55
In efetti, come mai si deve arrivare sempre all'ultimo? come mai non si capisce che il materiale si accumula sempre e che non dobbiamo arrivare alla formazione di isole per iniziare a pensare di procedere (e non procedere ma pensare di procedere). Non mi interessa di chi sia la competenza ma il territorio comunale è sempre gestito o controllato dal comune...che si svegli prima ..basta con iniziative istituzionali come la mail di protesta alla regione ecc ...monitoriamo come si deve questo fiume? vogliamo prevedere e muoverci prima? detto questo....in risposta a @fra77...l'unica cosa che vedo difficile da fare non sono i mezzi da utilizzare ma è il problema burocratico (classico Italiano) per gestire il materiale....al 100% è materiale che verrà considerato "speciale" e pertanto non è facile da smaltire e ancor prima da setacciare .... non puoi togliere e basta ma devi togliere per poi smaltire bene il materiale..e su questo fronte il comune non è il problema...il problema è l'Italia che con la sua burocrazia e carenza strutturale allunga di mesi anche gli interventi che, sulla carta, sono di facile soluzione....io la penso così.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura