SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Pittura edile Goffi - Trattamenti e soluzioni involucro edilizio - S. Maria Nuova

Maria Grazia Cucinotta, Vittoria Belvedere e Michela Andreozzi in “Figlie di EVA”

Ancora un appuntamento imperdibile, sabato 3 dicembre, per la stagione di prosa del Teatro La Fenice di Senigallia

Maria Grazia Cucinotta, Vittoria Belvedere e Michela Andreozzi

Ancora non si sono spenti gli entusiasmi per il musical Pretty Woman, che il Teatro La Fenice di Senigallia si prepara ad accogliere un altro imperdibile spettacolo, che ha riscosso grandissimo successo nella passata stagione.

Sabato 3 dicembre, alle 21.00 tre grandi attrici come Maria Grazia Cucinotta, Vittoria Belvedere e Michela Andreozzi daranno vita a Elvira, Vicky e Antonia (acronimo di EVA), le tre protagoniste di Figlie di EVA, una commedia tutta al femminile, diretta da Massimilano Vado.

Le tre donne sono legate allo stesso uomo, un politico spregiudicato, corrotto e doppiogiochista, candidato premier delle imminenti elezioni, Nicola Papaleo, sindaco disonesto che le inguaia tutte e tre per diversi motivi: manda Elvira, la sua segretaria, nelle peste legali per falso in bilancio; abbandona Vicky, sua moglie,  in diretta tv per una giovincella; incastra Antonia, professoressa, che viene beccata a passare gli scritti di maturità a quella capra di suo figlio e pertanto radiata dal provveditorato.

Le tre, che mal si sopportano, unite da un sano sentimento di vendetta, si coalizzano e decidono di creare anche un antidoto a Papaleo: costruendo a tavolino un candidato “fantoccio” che lo distrugga alle prossime elezioni!

Figlie di E.V.A. è tre storie in una. È la storia di un uomo potente, che frega tre donne, che trovano il modo di vendicarsi. È la storia di un ragazzo che incontra tre fate madrine che lo aiutano a realizzare i suoi sogni. È la storia di tre donne completamente diverse, che diventano amiche nonostante tutto.

Un po’ Pigmalione, un pizzico di Cyrano e Cenerentola quanto basta, per raccontare una storia di solidarietà ma anche della condizione femminile, costretta a stare un passo indietro ma capace, se provocata, di tirare fuori risorse geniali e rimontare vincendo in volata.

da Compagnia della Rancia

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura