SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

“Hotel Bagni: progetto FIV rivoluzionario per Senigallia e schiude le porte al futuro”

Il Consigliere Campanile sull'idea avanzata dalla Federazione Italiana Vela: "Serve un efficace approfondimento in Consiglio"

5.123 Letture
commenti
Ex Hotel Marche

Nei giorni scorsi è apparsa la notizia di un progetto polivalente della Provincia che mira ad un utilizzo dell’Hotel Bagni (così è chiamato a Senigallia il complesso alberghiero che sorge davanti a piazzale Morandi e con un lato fronte mare) così innovativo che sorprende il silenzio successivo dell’Amministrazione.

Il progetto di utilizzare quell’immobile come parte di un disegno complessivo, che riguarda anche altri immobili pubblici cittadini e che punta a creare a Senigallia un Centro Studi Europeo per l’età giovanile e quella senile imperniato sullo sport, farebbe di Senigallia un riferimento internazionale con forti ricadute economiche e di visibilità per l’intera collettività. Non esistono altri esempi del genere in Italia a parte i tre centri di alta specializzazione ma dedicati all’agonismo.

Da quel che è dato di capire il progetto FIV(Federazione Italiana Vela)-Fondazione Insegi rappresenta una opportunità straordinaria per la nostra città che raggiunge diversi obiettivi contemporaneamente: conserva la memoria urbanistica di una parte storica della città, fa l’interesse pubblico e non quello privato, pone Senigallia all’avanguardia di un settore che è destinato ad essere sempre più importante nella società del futuro, apre le porte ad una riqualificazione di tutti gli impianti sportivi presenti, riqualifica strutture pubbliche in abbandono da decenni.

Ad Amo Senigallia risulta che anche lo IAT (il famigerato Palazzetto del Turismo, forse l’immobile pubblico più degradato della città) sia di interesse della Federazione Italiana Vela da parecchi mesi per un uso istituzionale ma aperto anche alle realtà sportive del territorio, un interesse non condiviso nei fatti dall’Amministrazione che pur non essendone proprietaria non può essere bypassata dalla Regione per l’assegnazione.

Allo stato attuale delle cose c’è una federazione sportiva che si sta muovendo concretamente e con atti per un investimento milionario nella nostra città che spalanca le porte del futuro. Non è ipotizzabile che l’Amministrazione Comunale non ne sia stata informata. Ci saremmo aspettati entusiasmo da parte dell’Amministrazione di destra per una soluzione pubblica e di rigenerazione urbana (IAT). Invece nessun commento, neanche da parte di Assessori attivi su Facebook o di Consiglieri di penna facile. Silenzio assoluto. Eppure, la sua realizzazione sarebbe facilmente spendibile nella futura campagna elettorale come un fiore all’occhiello della gestione della cosa pubblica.

C’è da dire che con le variazioni urbanistiche apportate nel 2021, si può immaginare che esistano forti interessi per una soluzione totalmente privata, basata sull’abbattimento dello stabile e dello IAT (e che potrebbe interessare anche una parte di piazzale Morandi ed altre strutture che vi si affacciano). Le aste deserte per l’Hotel Bagni potrebbero essere solo tattica per far scendere e di parecchio il valore di acquisizione, aumentando cosi margini di guadagno.

Il prossimo Consiglio Comunale o la prima Commissione utile potranno essere la sede giusta per un efficace approfondimento.

Commenti
Ci sono 2 commenti
Glauco G. 2022-09-09 16:21:23
Ma solo io non ho capito nulla di cosa dice? Non poteva spiegare il progetto? almeno in minima parte? ma poi....davvero sostiente un "Centro Studi Europeo per l’età giovanile e quella senile imperniato sullo sport"? non conosco il progetto ma, da come scrive, credo sia una sorta di scuola/istituo stile colonie 2.0..mi sbaglio? ma stiamo scherzando? servono strutture moderne e di "design" stile hotel rimini/riccione/versialia e qui si appoggia una scuola? ma poi..vela? quindi? metimao le barchette a vela di fornte l'entrata? ma di cosa parliamo? davvero..mi dite di cosa si parla? qui servono hotel moderni e accoglienti..serve turismo.....la scuola la devono fare da altre parti secondo me.
barbara51 2022-09-09 20:29:18
Effettivamente, dopo avere attentamente letto i 3081 caratteri di questo lungo e risentito articolo, non si ha la minima idea di che cosa ci si proponga di fare con questo edificio. Di conseguenza non si è neppure in grado di valutare se il silenzio dell'Amministrazione sia colpevole, o comprensibile, o pienamente giustificato. Forse la frequenza di un corso di comunicazione potrebbe essere utile all'estensore.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura