SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Hotel Corallo Senigallia - La tua vacanza al mare sulla Spiaggia di Velluto, per stare bene insieme

Carta europea autonomie locali, il consiglio comunale di Senigallia approva

La proposta era del presidente Bello

Con i soli voti dei gruppi di maggioranza consiliare, mentre i gruppi di minoranza hanno votato contro, l’aula del Consiglio ha recepito formalmente, all’interno del proprio ordinamento comunale, i valori contenuti nella Carta europea dell’autonomia locale, ritenendo opportuno che le disposizioni definitorie e programmatiche, in essa racchiuse, diventino precise norme di principio statutarie e il preambolo di riferimento per la comunità cittadina e per gli organi di governo comunale.

Nella seduta di fine luglio, il Consiglio Comunale ha esaminato, discusso ed approvato la proposta di deliberazione formulata dal Presidente Bello, che ne è stato l’estensore e il firmatario, affinché la città prendesse atto e cosceinza della Carta europea dell’autonomia locale, siglata a Strasburgo nel 1985, e del Protocollo addizionale sul diritto di partecipare agli affari pubblici delle collettività locali, siglato a Ultrecht nel 2009, dai quarantasette Paesi membri del Consiglio d’Europa.

Con questa iniziativa consiliare, il Presidente del Consiglio Massimo Bello ha portato all’attenzione dell’aula i contenuti della Carta europea dell’autonomia locale, che è un trattato internazionale rivolto direttamente agli enti locali. I contenuti racchiudono non soltanto la storia della Carta, ma anche la sua funzione, il suo valore, la sua essenza e la sua applicazione.

I principi inclusi nella Carta europea – primo strumento giuridico multilaterale, che ha definito e tutelato le fondamenta dell’autonomia locale – garantiscono l’autonomia dei governi locali e il riconoscimento degli enti locali quale primo livello ove è esercitata la democrazia. A ciò si aggiunge che le disposizioni, definitorie e programmatiche, contenute nella Carta, nel tempo, sono diventate, in più occasioni, parametri idonei ad orientare l’attività del legislatore e dell’interprete. In particolare la Corte costituzionale ha ritenuto la Carta quale fonte di diritto interno.

“Ora, compito del Consiglio – ha detto il Presidente Bello – è quello di recepire e di includere i valori della Carta nello Statuto comunale, farli conoscere alla comunità locale, con una serie di iniziative, e ribadirli con determinazione nell’azione istituzionale ed amministrativa.”

Dal Comune di Senigallia
Pubblicato Lunedì 1 agosto, 2022 
alle ore 9:37
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
In disaccordo
Indifferente
Felice
D'accordo

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno