SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Sì Con Te Superstore Senigallia - Strada S. Angelo Senigallia (AN)

Con l’abbattimento dei pini sono partiti a Senigallia i lavori su viale Anita Garibaldi

Foto Notizia - Avviato il cantiere che darà un volto nuovo alla principale arteria viaria in zona ex-PRG

2.924 Letture
commenti
Abbattimento pini lungo viale Anita Garibaldi - foto Francesco Sestito

Come preannunciato dal Comune di Senigallia, sono iniziati dalla giornata di lunedì 30 maggio i lavori per la risistemazione di viale Anita Garibaldi nel suo primo tratto: dall’incrocio con via Capanna a quello con via Mercantini.

Un intervento, da tempo annunciato, che trasformerà profondamente l’arteria viaria che attraversa la zona ex-PRG di Senigallia: saranno infatti realizzati nuovi sottoservizi stradali, grazie all’opera di Viva Servizi; avrà un nuovo aspetto la sede stradale, che diverrà a corsia unica, affiancata da un lato dai posti auto e dall’altro lato da una pista ciclabile; sarà tutto nuovo anche l’impatto visivo, dato che gli altissimi e storici pini saranno sostituiti da altre alberature.

Abbattimento pini lungo viale Anita Garibaldi - foto Francesco SestitoAbbattimento pini lungo viale Anita Garibaldi - foto Francesco SestitoAbbattimento pini lungo viale Anita Garibaldi - foto Francesco Sestito

Proprio dall’abbattimento dei pini hanno preso il via i lavori: a partire dall’incrocio tra viale Anita Garibaldi e via Mercantini è iniziato il taglio degli imponenti rami, spogliando i tronchi che verranno poi segati e asportati fino alle radici.

Le foto a corredo di questo articolo sono state pubblicate dal sempre attento Francesco Sestito sul proprio profilo Facebook.

Commenti
Ci sono 4 commenti
giulio
giulio 2022-05-30 20:09:40
Mi spiace, ma proprio non riesco a giustificare l'abbattimento di alberi sani cinquantenari.
Altro discorso se fossero ammalorati e pericolosi.
octagon 2022-05-31 08:37:42
Se abitassi da queste parti non parleresti così, da quando in via don Minzoni hanno sostituito le piante, non abbiamo più bisogno di chiamare una ditta per togliere tutti gli aghi di pino nelle grondaie e tagliare i rami che in parte hanno danneggiato la grondaia di rame, otturano e alla fine fanno marcire tutto lo sporto di gronda, abbiamo danni che non immagini, non dobbiamo ogni 3/4 mesi aprite i tombini, cacciarci la testa dentro e svuotare tutto il malloppo di aghi che ottura il misero lume che era rimasto nello scarico, gli aghi di pino per diventare parte degradabile ci vuole almeno un paio di anni, non dobbiamo più preoccuparci dei tetti delle auto che ad ogni vampata di calore estivo facevano cadere pigne come se piovesse, il bilancio è di tre auto tutte ammaccate e un lunotto rotto (per fortuna che non ha mai preso in testa qualcuno, quando cadevano quelle verdi erano dolori, pensa che una caduta in giardino si era completamente sotterrata da sola), la strada ora è sempre pulita, in questo periodo dal polline e polvere che radunava gli aghi avevamo sempre i terrazzi neri, si appettava una bella spiovuta per ripulire tutto. Avete mai provato a spazzare gli aghi? No di sicuro, non si riescono a spostare perché si impuntano facilmente, riempiono le setole della scopa rendendola inutilizzabile e per togliere tutti gli aghi devi tirare giù qualche santo. Le radici ci hanno rotto la mura di cinta stradale, per non parlare del giardino, cunette alte 4/5 cm con il rischi di inciamparvi, una persona anziana è caduta è da quella volta non si è più ripresa come era prima. Hanno spostato tutti i scarichi fognari pure quello delle acque grigie al centro della strada, una radice aveva alzato lo scarico e nella parte più bassa era rotta con tutto il terreno intorno sabbioso completamente nero di marciume, i liquami chissà da quanto tempo scaricavano nel terreno. Con i lavori hanno tolto tutti i tubi di amianto ma soprattutto quello dell'acqua potabile! Ogni anno dovevi pulire la vaschetta dove le auto scaricano le acque sotto il parabrezza, nella mia dovevi smontare una griglia con dei tappi in plastica (che naturalmente dovevi sostituite perché si rompevano), e pulire il tubo di gomma a becco d'anatra che era sempre pieno di aghi e marciume altrimenti rischiavi di trovarti l'acqua nell'abitacolo. Ci sarebbero altre decine e decine di motivazioni da dare ma mi fermo qui, ma ti assicuro che
octagon 2022-05-31 08:38:16
finalmente siamo strafelici del lavoro svolto
Mario2 2022-05-31 18:50:35
Ma si tagliamo questi al eri pericolosi, facciamo posti alle auto e ai l’iro gas venefici, magari quando la cunetta la troverete nei polmoni rimpiangerete le vostre scelte, mi dispiace solo che le pagano anche gli altri
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura