SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Presunto caso di malasanità all’UOC Ortopedia di Senigallia: risponde Area Vasta

"In chirurgia artroscopica si riscontra spesso presenza di residui di materiale ferromagnetico, ma non crea disturbi articolari"

1.358 Letture
commenti
Ospedale di Senigallia

Con riferimento agli articoli pubblicati ieri(6 aprile ndr) dai quotidiani online Vivere Senigallia e Senigallia Notizie e stamattina su Il Resto del Carlino – Ancona, pagina di Senigallia, e sul Corriere Adriatico dal titolo “Dolori al ginocchio a 20 anni dall’intervento. L’esame choc: residui metallici nel menisco”, la Direzione dell’Area Vasta 2, insieme al Direttore dell’UOC Ortopedia e Traumatologia del Presidio Ospedaliero, precisa quanto segue.

La presenza di “artefatti da particelle microscopiche di materiale ferromagnetico” si riscontra spesso in chirurgia artroscopica ortopedica, specie dopo l’uso di fresa metallica motorizzata. Tali residui non creano alcun tipo di disturbo articolare (ammesso che nella fattispecie in questione siano dovuti al pregresso intervento).

Quasi sempre la sintomatologia accusata a 20 anni di distanza da un intervento di meniscectomia selettiva artroscopica è riconducibile a sopraggiunti processi artrosici intercorrenti, e non alla presenza di tali residui.

Ad ogni buon conto, il Reparto Ortopedico di Senigallia, che negli anni ha rappresentato un modello di riferimento per gli standard regionali, andrà a verificare la causalità del problema nell’intento di risolvere le patologie del paziente.

Dr. Giovanni Guidi
Direttore Area Vasta 2

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno