SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Vecchie e nuove case della darsena di Senigallia: “Una forzatura la sopraelevazione”

La proposta di Diritti al Futuro ad Amministrazione e proprietà: "Rispettare la storia urbana, facendo il proprio mestiere"

1.577 Letture
commenti
Poeti Franco Immobiliare Senigallia - Vendita immobili residenziali e commerciali
Vecchie case sulla darsena in via Nino Bixio

Su questo tema è già intervenuta pochi giorni fa la locale sezione di Italia Nostra con un bell’articolo pieno di argomenti pacati e ragionevoli.

Al tempo delle osservazioni alla variante generale al PRG, definita “resiliente” dalla precedente amministrazione comunale, Diritti al Futuro era già intervenuta sottolineando il valore storico-documentale di quella schiera di case e la necessità di rispettarne la “scena urbana”, che ha oltre un secolo di vita, conservandone sostanzialmente il carattere architettonico generale.

Ci risulta per altro che in un qualche spot promozionale di Senigallia anche quell’area era stata inserita tra i luoghi eccellenti della nostra città.

Ma servono soldi per trasferire sul retro della schiera la strada oggi antistante e realizzare una bella piazza pedonale lungo le banchine: perfetto! E allora, poiché noi riteniamo ingiustificata, antistorica, una forzatura e un danno permanente alla città la sopraelevazione a tre piani dei diversi blocchi edilizi (per altro non tutti della stessa qualità) pur nel rispetto del “vincolo di conservazione tipologica delle facciate su strada” come recita la norma attuale del PRG, pensiamo e proponiamo alla città, all’Amministrazione Comunale e al legittimo titolare dell’operazione immobiliare, di incrementare superfici utili sul retro dell’attuale cortina con una certa libertà di definirne gli indici urbanistici.

Salveremmo un pezzo pregiato della nostra storia urbana ed urbanistica e, facendo il proprio mestiere, il privato la rispetterebbe ed anzi ne risulterebbero incrementati qualità pubblica e valori.

Commenti
Ci sono 5 commenti
Glauco G. 2021-12-02 09:58:13
"Salveremmo un pezzo pregiato della nostra storia urbana ed urbanistica"....ma da quando non andate in quella zona? 40 anni? ma siete di Senigallia voi di "DIRITTI AL FUTURO"? inizio ad avere seri dubbi che siete del Trentino perchè è praticamente impossibile dichiarare una cosa come questa "Salveremmo un pezzo pregiato della nostra storia urbana ed urbanistica"...ma pregiato di cosa? pregiato su che base? pregiato dove? tetti sfondati case fatiscenti e prive di ogni valore storico culturale della città...diritti al futuro che amano stare nel passato è veramente una barzelletta...ma mettiamo il caso....he per grazia divina (e sappiamo tutti che per i prossimi 30 anni nessuno toccherà quelle case e che tra poco metteranno i cantieri per metterle in sicurezza perchè cadranno i pezzi e diventeranno fatiscenti e pericolose).. qualcuno riusciranno a "ristrutturare" quelle capanne diroccate (perchè di quello oggi stiamo parlando..e non più di case)...non trovate che sono oramai fuori contesto e prive di ogni valore e attrattiva?...anzi..imepdiscono notevolmente lo sviluppo del porto sencondo me....ma so bene che sono bene dei privati e non possiamo farci nulla....ma vincolarle a "pregiate" è troppo....ok i proprietari non faranno mai nulla e non vorranno abbatterle..ma il comune spero non appoggerà mai i "beni culturali" (altro ente inutile italiano che blocca lo sviluppo edilizio Italico) perchè poi è troppo!. Ecco cosa penso io...di pregiato abbiamo ben altro ..paragonare 4 capanne distrutte alle cose pregiate che abbiamo è un obrobrio...rimanete in Trentino voi di diritti al futuro...qui vogliamo migliorare la città e voi amate lascialra marcire....dai su...già che facciamo fatica a trovare un sindaco decente (ancora lo cerco)....non mettetevi in mezzo anche voi dai...grazie
marco8899 2021-12-02 12:21:33
Molto molto giusto. La cortina delle case é un pezzo di storia che andrebbe conservata, magari aumentando i volumi nella parte interna. Per compensare la proprietà. Quelle abitazioni fanno parte del patrimonio storico così come sono, sarebbe sbagliato modificarle.
favi umberto 2021-12-03 08:06:04
Caro Glauco: ti prego sostituisci il logo anonimo con una bella foto ci piacerebbe sapere che faccia hai
Glauco G. 2021-12-06 16:26:50
@No Favi....non lo farò....non serve sapere che faccio ho...anzi..come richiesta sembra un po troppo morbosa..eviterei certe richieste....e inizierei ad essere meno mornboso in questa testata online..grazie. Puoi essere in disaccordo com me..come evidentemente lo è @marco8899 ma chiedere una morbosità così credo sia eccessiva. Detto queso...solo il tempo ci dirà quanto pregiate saranno quelle case (ora senza tetto) ...solo il tempo dirà quanto inutile asttaccarsi a 4 ruderi invece di potenziare una zona abitativa che potrebbe essere un vanto per Sneigallia..ma se ci attacchiamo a 4 mura con zero valore (reale) ...beh...che vi devo dire? Sneigallia è questa e rimarrà questa..con i suoi ruderi pregiati...fortunate le città che non la pensano così
Glauco G. 2021-12-06 16:30:19
Per la cronaca....sai quante case come quella sono state abbattute? tante..troppe...il brutto è che poi (spesso) hanno costuito male...quello si che è un tema valido..la ricostruzione lasciata ad incapaci...(come il ponte appena fatto che è più stile cavalcavia)...questo ha chiuso la mentalità e permesso di tenere ruderi fatiscenti che andranno in autodistruzione (perchè tra pco cederanno inevitabilmente)...più che rivalutare il tutto e costruire per migliorar ela città....poi però tutti a giudicare la modernità delle altre città vero? ahahahahh
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura