SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

“La storia non può mancare all’interno di una valida proposta culturale a Senigallia”

L'Associazione di Storia Contemporanea lamenta l'assenza della storia nel nuovo Corso della LUAS

Clio, la Musa della Storia

Di fronte all’inaugurazione del Corso LUAS 2021-22, l’Associazione di Storia Contemporanea ha appreso sbigottita dell’assenza di un corso di Storia e ne ha subito chiesto ragione al coordinatore, prof. Camillo Nardini.

Avendone ricevuto una risposta “interlocutoria”, l’Associazione di via Chiostergi ne chiede ora spiegazione al sindaco Massimo Olivetti e al vice sindaco e assessore alla Pubblica Istruzione Riccardo Pizzi, sottolineando che c’è ancora tempo per correre ai ripari.

Secondo una nota associativa “lasciare sguarnito un settore così cruciale come la storia, peraltro in una città di forti tradizioni storiche e che ha dato i natali a insigni studiosi (non pochi dei quali hanno a lungo collaborato con la LUAS), è un segnale allarmante della confusione che regna nella nostra società su temi nevralgici quali la storia, la memoria e la diffusione di una cultura storica moderna, aggiornata, aperta alle sollecitazioni delle più accreditate correnti storiografiche. C’è ancora tanto da fare per far capire alle giovani generazioni che la storia non è una materia mnemonica, nozionistica o esclusiva, ma dialogica, inclusiva, critica e fortemente connessa con le altre discipline umanistiche e sociali e con le continue novità del mondo contemporaneo. L’Associazione rinnova pertanto la propria disponibilità ad avviare, a partire dai primi mesi del 2022, un Corso di storia contemporanea affidandolo a studiosi che hanno già collaborato in passato con la LUAS e ad altri di recente formazione che hanno già sperimentato feconde esperienze di ricerca”.

La segnalazione dell’Associazione di Storia Contemporanea arriva al termine di un anno in cui la comunità senigalliese ha potuto beneficiare di una prima monografia scientifica sulla storia della città adriatica dalla fine del Settecento ai giorni nostri, di nuovi strumenti di riflessione critica (come la rivista “il materiale contemporaneo”, che sarà presentata all’Auditorium S. Rocco, mercoledì 1° dicembre alle ore 18.00) e di preziose pubblicazioni tra cui la nuova rivista scientifica “il Perticari” e la storia della scuola “Pascoli” che saranno presentate alla collettività nell’entrante mese di dicembre.

Intanto, sul tema della storia e della memoria, l’Associazione ha organizzato una Tavola rotonda per giovedì 2 dicembre, alle ore 17.30, via streaming, sulla piattaforma Go-to-meeting: tutti possono partecipare; basta inviare una richiesta di partecipazione alla mail associativa, ascontemporanea@gmail.com.

La storia, rappresentata fin dall’antichità dalla musa Clio, non può mancare all’interno di una valida proposta culturale che intende confrontarsi con le più disparate generazioni.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura