SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Il Carnevale del Cesano e le “castagnole di Antonietta Zandri”: il ricordo di Marco Giardini

Nessun festeggiamento per il 2021, ma il Carnevale di Senigallia tornerà con più gioia, entusiasmo e voglia di stare insieme

Marconi@Associati.it - Contabilità, redditi, paghe, 730, Isee - Senigallia
Carnevale al Cesano

A cavallo tra gli anni settanta e ottanta erano gli associati agli Amici della Foce del fiume Cesano e della Pro Loco Cesano (oggi La Marina – Pro Cesano) ad organizzare il carnevale con i variopinti e simbolici carri, trainati da trattori, circondati da tanti bimbi e ragazzi mascherati (In città erano soprattutto gli amici Gianni Diamantini e l’indimenticabile Giovanni Ceciliani, se non ricordo male, a muovere i primi passi per organizzare con grande successo il “Carnevale di Senigallia”, mentre nella valle del Nevola era il mitico Brugnetto a dominare).

Dopo diversi anni l’iniziativa di Cesano fu ripresa con il supporto di tutte le Associazioni presenti nel luogo, senza carri troppo impegnativi da far sfilare per le strade, ma con eguale entusiasmo e partecipazione da parte dei residenti e non solo. Covid 19 ha temporaneamente sospeso l’iniziativa, ma sono certo che ripartirà con più gioia, entusiasmo e voglia di stare insieme.

CastagnoleTra i vari ricordi di quegli anni ho il piacere di serbare una gratificazione giunta a una delle tante donne (la mia Signora) che preparavano quelle frittelle, poi consumate nella Piazzetta a mare o all’interno della vecchia sede Pro Cesano. Infatti, tanti anni fa a UnoMattina TV, esattamente il giorno di carnevale, l’allora conduttrice della trasmissione Livia Zarrilli rese nota la ricetta delle “castagnole di Antonietta Zandri”. Ricetta pubblicata poi anche nel periodico dedicato alle 100 migliori ricette presentate per l’appunto da Livia Zarrilli, nella rivista stampata da De Agostini – Rizzoli Periodici.

Questi gli ingredienti per sei/otto persone:

– 6 uova, 6 cucchiai di zucchero, 6 cucchiai di olio
– di semi di mais, 6 cucchiai di acqua, 6 cucchiai
– di liquore all’anice, la scorza grattugiata
– di due arance, una bustina di lievito in polvere,
– farina, olio per la frittura, per decorare
– zucchero e Alchermes.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura