SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

“Ci sta a cuore il Poliambulatorio di Senigallia”

Interviene il Comitato Difesa Ospedale

Lega Senigallia - Salvini Premier - Vota Lega - Elezioni comunali Senigallia 2020
Poliambulatorio
Dr.Marini, Responsabile del distretto, perchè i cittadini non possono entrare, in SICUREZZA come avviene ormai dappertutto e DA IERI anche nelle scuole, nel Poliambulatorio?
 

Questa imposizione ormai superata dagli eventi in tutti gli uffici pubblici Ospedalieri e Comunali, ma non nel Poliambulatorio, crea un caos senza precedenti e mette in difficoltà gli operatori del Poliambulatorio che stanno al Front-Office e crea in loro anche un grosso stress psico/fisico.
 
La loro professionalità, dedizione e competenza viene messa in grossa difficoltà da un cartello di DIVIETO DI ACCESSO che impedisce di entrare negli uffici della Medicina Legale e della Protesica (carrozzine per disabili, pannoloni per anziani e soggetti deboli etcc..) e nell’Uff. Ass.za Estero.
 
Il divieto, nato per la sicurezza sanitaria del Covid ma ormai superato dalle necessità nel rispetto delle regole sanitarie imposte, mette chi ha NECESSITA’ di avere informazioni o consegnare documenti nell’impossibilità di accedere agli uffici per il cartello posto all’ingresso che non permette l’accesso.
 
Alle proteste vibranti dei cittadini, non potendo certamente impedire l’entrata in un luogo pubblico, sono obbligati grazie al loro buon senso a cedere alle richieste. Giustamente, diciamo noi !!
 
Si può impedire di parlare con gli addetti agli uffici quando si ha necessità di avere pannoloni per i più deboli o di consegnare certificati vitali che se non ben spiegati possono provocare anche danni ai diritti inalienabili della persona?
 
Dovete sapere che il contatto “imposto” tra pubblico e cittadino è solo via mail: e gli anziani come fanno?? o solo telefonico: ma senza indicazioni di numeri da chiamare.
 
Questa (dis)organizzazione produce forte stress anche nei lavoratori e scatena un putiferio tra cittadini e operatori degli uffici, sottomessi a imposizioni calate dall’alto.
 
Dr. Marini le chiediamo di adeguare il suo ordine di servizio (certamente ci sarà), che obbliga a rispettare queste disposizioni penalizzanti per tutti, a quelle che sono le necessità quotidiane di coloro che hanno bisogno dei servizi della sanità pubblica. 
 
E’ un loro diritto e un suo dovere.
 
Da
Comitato Difesa Ospedale Senigallia
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!