SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

“Taglio dei parlamentari, ecco perché votare No”

"Basta falsi miti, argomentiamo punto per punto. Meno parlamentari, meno democrazia"

1.267 Letture
commenti
Hotel Corallo Senigallia - La tua vacanza al mare sulla Spiaggia di Velluto, per stare bene insieme
La Camera dei Deputati, Parlamento
Quanti motivi ci sono per votare no? Tantissimi e con la spiegazione di un argomento alla volta cercheremo di sfatare i falsi miti di chi sostiene il taglio dei parlamentari, argomentando nel merito ogni questione.
 

Per questo lanciamo una piccola rubrica “UNA PILLOLA PER IL NO AL GIORNO” sempre nell’intento di fornire ai cittadini una sana e corretta informazione  sulle nostre motivazioni e su cosa ci spinge a difendere la nostra Costituzione ancora una volta sotto attacco dalla maggioranza di governo di turno.
 
Prima pillola: MENO RAPPRESENTANTI, MENO DEMOCRAZIA
Le riforme da 30 anni a questa parte, che hanno avuto come base il taglio dei rappresentati eletti all’interno degli enti hanno avuto tutte ripercussioni negative.
 
Un esempio su tutti il taglio delle circoscrizioni comunali, la riduzione del numero dei componenti e delle competenze dei Consigli Comunali e l’ aumento dei poteri ai Sindaci; un modello che ha portato non solo il cittadino sempre più lontano dall’istituzione pubblica e meno incisivo, ma hanno creato un sistema che concentra molto potere nelle mani di pochi (sindaco e giunta da lui nominata). E’ proprio quello che più in grande potrà ripercuotersi a livello nazionale con il taglio dei parlamentari, ovvero avere un assemblea legislativa che si limita a ratificare le decisioni di chi governa.
 
Abbiamo vissuto l’ubriacatura del sistema maggioritario perché pensavamo potesse lavare l’onta della corruzione del sistema partitico messa a nudo da Tangentopoli, abbiamo permesso che si mettesse mano più volte alla Costituzione come se fosse qualcosa di ingombrante di cui liberarci in nome dell’efficientismo più deteriore, abbiamo consentito che in politica come nella società prendesse sempre più piede l’autoritarismo di chi antepone la governabilità alla democrazia, il dirigismo alla partecipazione: sono trent’anni che ci affidiamo alla manipolazione della legislazione elettorale e alla torsione della carta costituzionale per trasformare artificialmente minoranze politiche in maggioranze parlamentari. Il rischio che si corre con questo Referendum è che la riduzione del numero dei parlamentari si traduca in un ulteriore indebolimento del Parlamento.
 
Votare NO significa riaffermare che non siamo disposti a smantellare anche formalmente la democrazia costruita dalla nostra Costituzione perché́ la democrazia è l’unica via possibile per costruire una società̀ davvero più̀ giusta e più̀ uguale. 
 
Da
Comitato per il no
 
Cecilia Riginelli
Claudio Bonucci
Riccardo Mandolini
Commenti
Ci sono 5 commenti
giulio
giulio 2020-07-24 12:14:23
I parlamentari in Italia sono 945, in Francia 577, in Inghilterra 650. .

Guardando al resto dell’Europa, in Inghilterra c’è un deputato ogni 102.000 abitanti, in Francia 116.000 ogni abitante e in Germania uno ogni 117.000.

In Italia, indovinate? (uno ogni 96.000).
octagon 2020-07-24 14:49:21
Ancora! VOTO SIII!
romolo
romolo 2020-07-24 16:53:13
Per ridurre la spesa, come giusto , basta diminuire lo stipendio, non il numero dei parlamentari.
Così facendo invece la politica rimarrà soltanto ad appannaggio dei ceti sociali più abbienti, escludendo dalla vita politica molte persone, svilendo quel principio cardine della convivenza civile che si chiama democrazia.
Non mi sembra che per fare questo ragionamento sia necessario avere un cervello particolarmente "acuto"..
Evidentemente per molti nostri concittadini così non e'!!!
giulio
giulio 2020-07-25 09:54:00
@romolo. I numeri parlano chiaro: abbiamo il record di mantenuti e sovrapagati rappresentanti del popolo. Tutte le altre nazioni civilizzate ne hanno di meno, ma - va da sè - sono nazioni antidemocratiche e ottuse. Noi italioti, invece, siamo i meglio. Propongo al comitato di aggiungerne altri cento. Per sicurezza della nostra (finta) democrazia.
Mario2 2020-07-25 14:47:50
@romolo la politica è già appannaggio dei ceti sociali più abbienti sto cervello non mi pare tanto acuto se ancora si beve certe cazzate. Con tutto rispetto.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!