SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Senigallia, il discorso di fine anno del Sindaco Mangialardi

“Orgoglioso della città che lascio”

1.287 Letture
commenti
Ottica Casagrande Lorella - Ottica a Senigallia

Si è svolto nella mattinata del 31 dicembre il tradizionale discorso augurale di fine anno del primo cittadino Maurizio Mangialardi; un’occasione ancora più solenne rispetto il solito in quanto si trattava dell’ultimo tenuto nelle vesti di Sindaco di Senigallia.

Mangialardi, non senza commozione e di fronte a un’affollatissima sala consiliare, ha voluto ripercorrere  i momenti più significativi del suo impegno politico senigalliese:  i due mandati da Sindaco e quello da assessore sotto  l’amministrazione Angeloni.

Il Sindaco ha posto l’accento sulle strategie messe in campo e sulla visione politica che ha regalato l’attuale volto alla città della spiaggia di velluto ed ha già rivolto lo sguardo alle sfide future che  dovranno essere raccolte da chi prenderà il suo testimone: turismo, opere pubbliche, buona politica e sanità; un discorso A 360° che ha toccato le tante sfaccettature del suo operato.

Non solo gioie, ma anche dolori: Mangialardi ha voluto ricordare anche le ferite più dolorose di questo ventennio:  l’alluvione del 2014, per cui è stato recentemente rinviato a giudizio e i drammatici eventi alla Lanterna Azzurra dell’8 dicembre 2018 in cui morirono 5 adolescenti e una giovane mamma.

Momenti tragici ma anche tante soddisfazioni: il sindaco ha voluto sottolineare particolarmente  l’aspetto riguardante il turismo: “Senigallia è una città non più a vocazione turistica ma un luogo con una propria identità. Non siamo più ‘quelli vicino ad Ancona’, né quelli del centro Italia tra Rimini e Roma; grazie a una politica lungimirante fatta di grandi eventi, siamo partiti da un passato glorioso ma oggi possiamo dire di essere Senigallia e di essere riconosciuti ovunque”.

Ha concluso infine, dopo i ringraziamenti alle figure istituzionali, sottolineando il suo lascito alla città: “Lascio una città orgogliosa, bella, accogliente, convinto di aver fatto tante cose belle e di aver posto le condizioni per fare ancora meglio, perché abbiamo costruito una città e una comunità, guidata per 20 anni e con ruoli diversi ma sempre con tanta passione e tanto amore”.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!




Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura