SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Dè Este - Odontoiatria avanzata - Ad agosto sempre aperto - Senigallia

“Il dialetto è in crisi, ma piace ancora”

I dati di una ricerca e l'opinione di Duilio Marchetti

2.261 Letture
commenti
Dialetto, lingua italiana

Da un sondaggio on line commissionato attraverso blog, forum, social network e community varie, è emerso che gli italiani sarebbero ancora molto affezionati ai dialetti, e non solo ai loro.

La stessa azienda, che ha interpellato circa 4.000 persone, (età tra i 18 e i 40 anni) è emerso che il 63% del campione ha dichiarato di ricorrervi abitualmente, e non sono pochi quelli che si sono detti incuriositi da parole o espressioni dialettali di città o regioni diverse. Oggi gli italiani di sei anni e più parlano soprattutto l’italiano, in famiglia sono il 46% (circa 26 milioni di persone), quelli che si esprimono perlopiù in dialetto, sempre nel contesto familiare, sono circa nove milioni il 16%. Il restante delle persone si esprime, sempre tra le mura domestiche, in italiano e in dialetto.

Sono le donne, più degli uomini a esprimersi soprattutto nella lingua nazionale, sia in casa (il 48% contro il 47%), sia con il mondo esterno. Per gli uomini invece il 53% in casa e il 46% con il mondo esterno. Fra i più gettonati dialetti italiani, al primo posto troviamo quello napoletano, a seguito quello milanese, il siciliano il genovese il romano e tutti gli altri. Il processo di italianizzazione va avanti ma il dialetto è sempre più percepito da tanti italiani come un elemento irrinunciabile.

A mio modesto parere bisogna fare attenzione, poichè l’uso prevalente del dialetto in famiglia e con gli amici riguarda chi ha un basso titolo di studio anche a parità di età. Questo problema deve essere superato affinchè tutti gli italiani abbiano uno studio superiore all’attuale, e il dialetto sia di aiuto per un più elevato livello culturale di tutte le persone. I dialetti italiani sono lingue a tutti gli effetti, per lingue intendiamo sistemi linguistici completi, autosufficenti e pienamente funzionali.

Naturalmente, mancano storicamente ai dialetti tutti o quasi i linguaggi specifici della modernità, come quelli delle scienze e delle tecniche, della legislazione e dell’amministrazione moderna e cosi via.

Da

Duilio Marchetti

Redazione Senigallia Notizie
Pubblicato Giovedì 29 agosto, 2019 
alle ore 9:04
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
In disaccordo
Indifferente
Felice
D'accordo

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura