SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Garage Pizzeria alla pala by Aculmò - Senigallia

Abusivismo commerciale in spiaggia, multe e sequestri a Senigallia

Operazione della Polizia Municipale, denunciato un marocchino che già aveva subito un decreto di espulsione

2.432 Letture
commenti
venditori ambulanti, abusivi, in spiaggia

Blitz della Polizia Municipale all’alba di giovedì 12 luglio contro l’abusivismo commerciale sulla spiaggia di Senigallia.


Sono state sequestrate alcune centinaia di capi d’abbigliamento poste in vendita senza permesso, oltre ad otto carrelli utilizzati per il trasporto, che contrariamente a quanto prescritto dal regolamento, erano stati lasciati abbandonati.

Sono stati rimossi con un camion: si trovavano nei giardini del Ponterosso, nella spiaggia libera della stessa zona e in un tratto di quella del lungomare Mameli.

Nell’ambito dell’operazione, un marocchino di 35 anni è stato denunciato per non aver ottemperato a un precedente decreto di espulsione e multato di 5.000 euro per abusivismo commerciale: sarà di nuovo espulso.

Sequestrate le centinaia di capi di abbigliamento messe in vendita senza permesso.

Foto di repertorio

Commenti
Ci sono 3 commenti
Glauco G. 2018-07-13 10:17:51
sarà di nuovo espulso....bisogna solo capire come...verrà portato in una struttura appositamente creata e mandato via direttamente dai "militari" Italiani? oppure gli hanno dato il decreto e gli hanno fatto promettere che entro tot giorni dovrà andare via? mi limito a questo nel commento perchè capirete bene la buffonata della seconda ipotesi!!
giulio
giulio 2018-07-13 13:00:48
Piena solidarietà alla Polizia Municipale, costretta a rincorrere, sequestrare, multare (inutilmente) queste "risorse". Tutto tempo sottratto alla comunità senigalliese che - soprattutto d'estate - ha bisogno estremo di numeroso organico.
Un saluto a tutti i lettori di Senigallia Notizie.
Mario2 2018-07-14 22:08:41
E' tutto organizzato per fregare soldi alla gente, prima la sinistra fa arrivare cani e porci, facendoli pagare, e mangiando soldi con le cooperative, poi arriverà la destra con i rimpatri che costano 6000 euro a persona, ammesso che i paesi di origine li rivogliano indietro e probabilmente vorranno soldi anche loro. Poveri fessacchiotti Italiani con la storia della solidarietà vi si sono fottuti tutti i soldi, pensa quanto ridono.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura