SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Al Vicoletto da Michele - Ristorante e pizzeria a Senigallia

“Tutto lecito, ma…Perini, l’etica, questa sconosciuta”

Le polemiche non si placano e interviene la Lega Nord Senigallia: "il problema non è dove fosse, ma perché abbia preso il gettone"

3.786 Letture
commenti
La seduta del consiglio comunale di Senigallia del 23 maggio 2017

10 minuti e 20 secondi di presenza in Consiglio comunale per prendere il compenso spettante: “L’etica, questa sconosciuta”!

E si cari lettori, perché il vero problema non è se il Consigliere Maurizio Perini è andato a giocare a calcetto o a fare un giro su Marte, il problema vero è il “prendersi” i 26 euro netti di compenso per 10 minuti di presenza.

Dove sia stato quel giorno non ci interessa, e non vogliamo saperlo, ma di sicuro non è accettabile sia quanto accaduto che le giustificazioni date dall’interessato, e vi spieghiamo subito perché. E’ lo stesso Consigliere Perini a dirci che aveva un pomeriggio lavorativo intenso con degli appuntamenti, il che è tutto lecito, e che era “passato” in Consiglio comunale solamente perché doveva conferire con un altro Consigliere per una problematica.

Bene, e visto che sapeva che la sua era una “toccata e fuga”, per quale motivo ha inserito la tessera? Per abitudine o per prendersi il rimborso? Etica e correttezza avrebbero voluto che la tessera non venisse inserita. Poteva benissimo parlare con un Consigliere e poi andarsene senza inserirla, ma così non è stato, ed è questa la questione più importante. Perché il Consigliere Perini ha preso il gettone di presenza esattamente come chi quel giorno è rimasto 8 ore seduto in Consiglio comunale.

Sia chiaro che è tutto lecito, il regolamento attuale, che forse andrebbe cambiato, prevede quanto è accaduto, ma a volte quello che è lecito per i regolamenti, non lo è per l’etica, per il senso civico e, in questo caso, non lo è per il rispetto verso una Istituzione.

Open Municipio tiene i “conti” delle presenze dei Consiglieri al momento del voto (con la speranza che i dati siano corretti) e leggendoli si va da una presenza del 100% del Presidente Dario Romano (PD), che risulta essere il primo, alle ultime tre posizioni che vedono rispettivamente il Consigliere Alan Canestrari (Forza Italia) con il 62,4% di presenze, il Consigliere Maurizio Perini (Progetto in Comune) con il 51,8% e per ultimo il Consigliere Roberto Paradisi con il 41,5% di presenze.

Cari lettori, il Presidente Dario Romano potrà anche non piacere politicamente parlando, ma il suo 100% è segno di maturità e senso del ruolo istituzionale che ricopre. E’ fondamentale che l’eletto rispetti il voto che gli è stato dato per fiducia, anche con comportamenti virtuosi come quello delle presenze in Consiglio. Anche questo è fare buona politica, non è tutto, ma dimostra serietà. E’ in questo “impegno” che si dimostra la lealtà verso l’elettore che in campagna elettorale ha voluto dare a te la sua fiducia. E poca cosa? Per noi no, perché se non si è presenti, come si fa ad esporre le proprie idee e confrontarle con gli altri?

Morale della favola, non perda tempo il Consigliere Perini nel giustificarsi sul “dove è stato”, ci provi a spiegare cosa lo ha spinto ad “infilare” la tessera per 10 minuti e 20 secondi.

Davide Da Ros – Consigliere comunale Lega Nord di Senigallia

Commenti
Ci sono 7 commenti
Cristian 2018-01-04 05:31:08
IN pratica é come quello che timbra l' entrata in un posto di lavoro e poi esce per farsi gli affari tuoi.
Marcello Liverani
Marcello Liverani 2018-01-04 06:59:01
I miei COMPLIMENTI al Consigliere Davide Da Ros della Lega Nord, che con superba maestria ha CENTRATO il vero problema (etico, civico e Istituzionale) sui 10 minuti e 20 secondi di “apparizione” del Consigliere Maurizio Perini in Consiglio Comunale. Di dove sia stato non ce ne può fregare nulla, se questa persona è un “uomo”, risponda ora alla GIUSTISSIMA domanda che il Consigliere Da Ros gli ha posto! Risponderà? Personalmente ho qualche dubbio, ma basta aspettare…
mik76
mik76 2018-01-04 10:25:37
Lega nord il partito condannato a risarcire 49 milioni di euro allo stato che fa la morale, quando si dice che il più pulito ha la peste
BlackCat
BlackCat 2018-01-04 10:50:45
Perini l'ha fatta fuori dal vaso e su questo non c'è dubbio. Calcetto o altro lui sarebbe dovuto stare in consiglio visto che ha timbrato la sua presenza.
ilbianconiglio 2018-01-05 12:48:27
tanti voialtri commentatori soliti noti scrivete sempre e adesso pure per questa cazzatina.
siete ridicoli, e allora se scrivete voi scrivo pure io! E siete ridicoli.
Marcello Liverani
Marcello Liverani 2018-01-06 15:45:57
L'Italiano, questo sconosciuto, vero "ilbianconiglio"? Rustica progenie semper villana fuit.... A qualcuno la "penna", a qualche altro la "zappa".
ilbianconiglio 2018-01-10 19:47:39
La differenza tra te e me Liverani è che io mi sono fatto un culo così a rifare l'Italia che i tuoi fascistelli hanno distrutto e non ho fatto le scuole alte e lavoravo la campagna.
Adesso piglio la pensione ma è bella più piccola rispetto alla tua che sto pagando pure io , solo che tu in vita tua non (...omissis...)!
Vieni a zappare anche tu come facevo io mattina pomeriggio e sera e finalmente ti insegno a fare qualcosa.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno